No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20240227

Tristezza dorata

Gilded Sorrow - The Obsessed (2024)


Chi non ne avesse mai sentito parlare rimarrà quantomeno sorpreso da questi dati: questo è il quinto album in studio per la band che non è altro se non la "creatura" di Robert Scott Weinrich, per gli amici Wino, anche se in realtà la band si formò per la prima volta nel 1979 con questo nome, anche se, ad essere precisi, per i tre anni precedenti si chiamarono Warhorse. Messi in iato, o pausa, più volte, dato che Wino fu protagonista per molti anni, e ad intermittenza, dei seminali Saint Vitus, come recita giustamente Wikipedia, una delle prime doom metal band, e una dei Big Four del genere, insieme a Candlemass, Pentagram e Trouble. Tutta questa introduzione per darvi un po' di contesto: Gilded Sorrow è un disco di heavy metal dalle sonorità moderne, ma con un concetto antico. Eppure, i riff che trovate qui, sono qualcosa di fenomenale, se, come me, siete cresciuti con tale genere musicale. Una goduria.


Anyone who has never heard of it will be at least surprised by these data: this is the fifth studio album for the band which is nothing other than the "creature" of Robert Scott Weinrich, for friends Wino, even if in reality the band was first formed in 1979 under this name, although, to be precise, for the previous three years they were called Warhorse. Put into hiatus, or pause, several times, given that Wino was the protagonist for many years, and intermittently, of the seminal Saint Vitus, as Wikipedia rightly states, one of the first doom metal bands, and one of the Big Four of the genre, together with Candlemass, Pentagram and Trouble. All this introduction to give you some context: Gilded Sorrow is a heavy metal record with a modern sound, but with an ancient concept. Yet, the riffs you find here are something phenomenal, if, like me, you grew up with this musical genre. A pleasure.

Gli ultimi giorni della disco music

The Last Days of Disco - Di Whit Stillman (1998)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

All'inizio degli anni '80, Alice Kinnon e Charlotte Pingress, neolaureate dell'Hampshire College, lavorano come lettrici mal pagate per un editore di New York City. Una sera, dopo il lavoro, entrano in un esclusivo locale notturno dove Alice spera di socializzare con Jimmy Steinway, che usa il club per intrattenere i suoi clienti pubblicitari. Gli viene impedito di portare clienti, Jimmy alla fine viene cacciato dal suo amico Des McGrath, un manager del club il cui lavoro è in pericolo per aver consentito l'ingresso a Jimmy e ai suoi clienti. Dopo che Jimmy se ne va, Alice segue il consiglio di Charlotte di tornare a casa con la sua seconda scelta, Tom Platt. La mattina dopo, al lavoro, Alice e Charlotte chiedono ad altri redattori come accelerare la loro carriera. Non potendo permettersi l'affitto da sole, si trasferiscono insieme a una terza ragazza, Holly. Nonostante la riluttanza di Alice, si stabiliscono in un railroad apartment, tipico di NY.

Terzo capitolo della trilogia, ve la ripeto in inglese perché tradotta non rende, denominata Doomed-Bourgeois-in-Love series, il film è sfavillante come la disco music, arricchito da una coppia di protagoniste bellissime e bravissime, seppur ancora acerbe, ma tutto sommato è forse il più debole dei tre, seppur conservi e perfino approfondisca, le dinamiche e il pensiero, appunto, di una larga fetta della borghesia statunitense che aveva poco più di 20 anni negli anni '80.

Third chapter of the trilogy called Doomed-Bourgeois-in-Love series, the film is as dazzling as disco music, enriched by a couple of beautiful and talented protagonists, albeit still immature, but everything all in all it is perhaps the weakest of the three, although it preserves and even deepens the dynamics and thought of a large portion of the American bourgeoisie who were just over 20 years old in the 1980s.

20240226

Sonda spaziale

Voyager - Di Nona Fernández (2019)

"Accompagnando la madre a un esame neurologico, la narratrice di questo libro osserva come l’attività cerebrale della donna proiettata sul monitor abbia molte somiglianze con le immagini astronomiche che conosce da sempre. Sulla base di questa osservazione, Nona Fernández inizia a scrutare i meccanismi della memoria stellare e umana. Prendendo nota di tutto ciò che legge, osserva e pensa, alla maniera delle sonde Voyager, la scrittrice cilena collega quel metodo alla sua storia e a quella del suo paese, ponendosi e ponendo al lettore domande che sono sempre attuali. Come ricordano le stelle e le persone sono infatti quesiti che inevitabilmente portano a chiederci come ricordano i popoli, e come dimenticano, e Nona Fernández si avvicina a queste domande con la sagacia e l’impeto che caratterizzano tutto il suo lavoro."

Attrice, scrittrice e sceneggiatrice cilena, l'autrice di questo libro indefinibile (saggio, romanzo, riflessione, visione) ci prende per mano per un viaggio quasi psichedelico, partendo, come dice il riassunto, da una visita neurologica della madre. Non semplice, ma senza dubbio particolare.

Chilean actress, writer and screenwriter, the author of this indefinable book (essay, novel, reflection, vision) takes us by the hand for an almost psychedelic journey, starting, as the summary says, from a neurological visit from her mother. Not simple, but undoubtedly particular.

20240225

Suono sferzante con il quale la band immagina il suono delle chitarre

Tangk - Idles (2024)


Il quinto album della band di Bristol ci mostra una band che continua ad aver voglia di muoversi, cambiare, senza rinnegare niente, e sempre avendo cose da dire a livello di liriche. Le atmosfere sono se possibile ancora più cupe rispetto al precedente Crawler, al punto che Joe Talbot finisce per sembrare un crooner post new wave. Ci sono alcuni brani che sono Idles "vecchia maniera", che tra l'altro ti si piantano in testa senza possibilità di uscirne, ma la maggior parte del disco ci mostra un lato quasi sorprendente della band stessa. Interessante.


The Bristol band's fifth album shows us a band that continues to want to move, change, without denying anything, and always having things to say lyrically. The atmosphere is, if possible, even darker than the previous Crawler, to the point that Joe Talbot ends up looking like a post-new wave crooner. There are some songs that are "old fashioned" Idles, which among other things get stuck in your head with no way of getting out, but the majority of the album shows us an almost surprising side of the band itself. Interesting.

Capitale e maggiore città dell'Irlanda del Nord

Belfast - Di Kenneth Branagh (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)


Il film racconta la vita di una famiglia protestante della classe operaia dell'Ulster dal punto di vista del figlio Buddy di nove anni durante i Troubles a Belfast, Irlanda del Nord. Il padre di Buddy, Pa, lavora all'estero in Inghilterra, mentre la famiglia, la mamma, il fratello maggiore Will e i nonni paterni, Granny e Pop, vivono a Belfast. Durante le rivolte dell'agosto 1969, un gruppo di lealisti protestanti attacca le case e le attività commerciali dei cattolici proprio dove abita Buddy. I residenti della strada hanno allestito una barricata per prevenire ulteriori conflitti e papà torna a casa dall'Inghilterra per verificare il benessere della famiglia. La famiglia frequenta la chiesa, dove il ministro pronuncia un duro e decisivo discorso. Buddy sviluppa dei sentimenti per una compagna di classe di grande successo, Catherine, una cattolica, e alla fine diventano amici.

Bel film, un po' buonista forse, ma ci sta, del regista nato a Belfast, con un elegante bianco e nero (convertito dal colore) e un otttimo cast. Un modo per riflettere sull'accaduto, nella speranza che non accada mai più.

Good film, a little feel-good perhaps, but okay, by the Belfast-born director, with an elegant black and white (converted from colour) and an excellent cast. A way to reflect on what happened, in the hope that it will never happen again.

20240224

Notte di fuoco

Noche de fuego - Di Tatiana Huezo (2021)
Giudizio sintetico: da vedere (4/5)


In una comunità rurale isolata, ogni tanto i trafficanti di droga che controllano la zona portano via violentemente una ragazza. Per evitare che le loro figlie subiscano questo destino, le madri del paese adottano misure come tagliarsi i capelli per dare loro un aspetto maschile, creare nascondigli nelle loro case per nasconderle ed essere in grado di distinguere suoni come l'abbaiare dei cani o quello dei motori dei camion che lasciano presagire la presenza di narcotrafficanti nelle vicinanze. Tre amiche: Ana, Paula e María hanno vissuto tutta la loro infanzia abituate a questo ambiente. Ana, che vive sola con la madre Rita da quando suo padre è andato a lavorare negli Stati Uniti, si interroga costantemente sulle ragioni di ciò che accade in città e il suo desiderio di vivere un'infanzia normale spesso entra in conflitto con gli sforzi della madre per mantenerla al sicuro.

Adattamento del libro Prayers for the Stolen di Jennifer Clement, il debutto nel lungometraggio di fiction della regista salvadoregna/messicana è un grande film di denuncia, che affronta una lotta vera, della quale noi abbiamo solo sentito lontani echi. Facce e storie indimenticabili. Non perdetevelo.

Adapted from the book Prayers for the Stolen by Jennifer Clement, the Salvadoran/Mexican director's feature film debut is a great film of denunciation, which deals with a real struggle, of which we have only heard distant echoes. Unforgettable faces and stories. Don't miss it.

20240223

La quinta cessazione

The Fifth Cessation - Hakkon (2023)


EP di debutto, dopo un singolo, per la band di Bandung, West Java, Indonesia. Autori di uno sludge progressive metal interessante, a dire il vero in moltissimi passaggi molto molto somigliante a quello dei primi Mastodon, non privo di sbavature, ma che promette bene.


Debut EP, after a single, for the band from Bandung, West Java, Indonesia. Authors of an interesting progressive metal sludge, to say the truth in many passages very similar to that of the first Mastodon, not without flaws, but which promises well.

Agnello

Lamb - Di Valdimar Jóhannsson (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)


In Islanda, una mandria di cavalli viene spaventata da un'entità sconosciuta che respira rumorosamente e si dirige verso una stalla. Più tardi, la contadina María e suo marito Ingvar rimangono scioccati quando una delle loro pecore gravide dà alla luce un ibrido uomo/pecora con un corpo prevalentemente umano e una testa e un braccio destro di agnello. María e Ingvar accolgono la bambina ibrida come se fosse la loro e iniziano ad amarla come se fosse la loro figlia, chiamandola Ada in onore della figlia defunta di María. La pecora che è la madre biologica di Ada sente la mancanza del suo bambino e diventa una seccatura, tentando di contattare costantemente Ada e bighellonando fuori dalla casa della coppia. Poco dopo un incidente in cui Ada scompare e viene poi ritrovata accanto alla pecora, María spara alla pecora e seppellisce il suo corpo in una tomba poco profonda e senza targa. A sua insaputa, il fratello errante di Ingvar, Pétur, che arriva alla fattoria poco prima dell'omicidio, assiste all'incidente prima di dormire nella stalla.

Debutto nel lungometraggio per il regista e sceneggiatore islandese, Lamb è un film che personalmente consiglio di vedere perché bello sia esteticamente che a livello di storia, seppure immaginifica, horror e comica, ma che capisco perfettamente potrebbe non essere adatto a tutti i palati. Incredibile prestazione di Noomi Rapace nei panni della protagonista.

The feature film debut for the Icelandic director and screenwriter, Lamb is a film that I personally recommend seeing because it is beautiful both aesthetically and in terms of story, albeit imaginative, horror and comical, but which I fully understand may not be suitable for all palates. Incredible performance by Noomi Rapace as the protagonist.

20240222

Barcellona

Barcelona - Di Whit Stillman (1994)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

Ted Boynton è un venditore di Chicago, che vive e lavora a Barcellona nel 1987. Il cugino di Ted, Fred, un ufficiale di marina, viene inaspettatamente a stare con Ted. Fred è stato inviato a Barcellona per gestire le pubbliche relazioni per conto di una flotta americana prevista in arrivo qualche tempo dopo. I cugini hanno una storia di conflitti fin dall'infanzia, a cui il film fa più volte riferimento. Ted e Fred sviluppano relazioni con varie donne single a Barcellona e sperimentano le reazioni negative di alcuni residenti della comunità al contesto della presenza di Fred. Ted deve affrontare anche possibili problemi con il suo datore di lavoro americano e con il concetto di attrazione per la bellezza fisica.

Seconda parte di una sorta di trilogia, i primi tre film del regista statunitense, sulla "borghesia maledetta e in amore", il film risulta divertente ma non all'altezza del precedente, verbosissimo ma indimenticabile. Buono il cast.

Second part of a sort of trilogy, the first three films by the American director, about the "Doomed-Bourgeois-in-Love series", the film is entertaining but not up to the level of the previous one, very verbose but unforgettable. The cast is good.

20240221

Ricorda (la morte)

Memento Mori - Hail the Void (2023)


Altra segnalazione, vi parlo volentieri del secondo album di questa band canadese proveniente da Victoria, British Columbia. Formazione trio che potremmo definire classicamente power trio, dediti ad un bel doom metal, o se volete, stoner, che ovviamente deriva dai classici (Black Sabbath, Cathedral, Kyuss), voce clean (con risultati interessanti) e grandi assoli di chitarra. Riff potenti, composizioni ben fatte, si ascoltano con piacere.


Another tip from a friend, I'm happy to talk to you about the second album by this Canadian band from Victoria, British Columbia. Trio formation that we could classically define as power trio, dedicated to a nice doom metal, or if you like, stoner, which obviously derives from the classics (Black Sabbath, Cathedral, Kyuss), clean vocals (with interesting results) and great guitar solos. Powerful riffs, well-made compositions, they are listened to with pleasure.

Il re dei comici (Re per una notte)

The King of Comedy - Di Martin Scorsese (1982)
Giudizio sintetico: da vedere (4/5)

Rupert Pupkin è un aspirante ma delirante cabarettista che cerca di lanciare la sua carriera. Dopo aver incontrato Jerry Langford, comico di successo e conduttore di talk show, Rupert crede che la sua "grande occasione" sia finalmente arrivata. Tenta di prenotare un posto nello spettacolo di Langford, ma viene continuamente rifiutato dal suo staff, in particolare da Cathy Long, e infine dallo stesso Langford. Lungo la strada, Rupert si abbandona a fantasie elaborate e ossessive in cui lui e Langford sono colleghi e amici. Sperando di impressionare, Rupert invita una ragazza, Rita, ad accompagnarlo quando arriva senza invito nella casa di campagna di Langford. Quando Langford torna a casa e trova Rupert e Rita che si stanno sistemando, dice loro con rabbia di andarsene. Rupert continua a ignorare i rifiuti di Langford e le sollecitazioni di Rita finché Langford finalmente ribatte che aveva detto a Rupert che poteva chiamarlo per liberarsi di lui. Promettendo amaramente di lavorare "50 volte più duramente", Rupert finalmente se ne va.

Iniziale fiasco al botteghino, nonostante ottime critiche, The King of Comedy è, a mio modesto parere, uno dei capolavori di Scorsese, con un eccezionale De Niro che giganteggia su un cast già di per sé spettacolare. Commedia nera e psicologica, affronta contemporaneamente i problemi di sanità mentale e riflessioni sulla celebrità. Imperdibile.

Initially a flop at the box office, despite excellent reviews, The King of Comedy is, in my humble opinion, one of Scorsese's masterpieces, with an exceptional De Niro towering over an already spectacular cast. Black and psychological comedy, it simultaneously addresses issues of sanity and reflections on celebrity. Unmissable.

20240220

Blessed Wars

Benedette guerre - Crociate e jihad - Di Alessandro Barbero (2009)

"Le Crociate: e cioè l'avventura di quei cristiani che hanno accettato l'appello del papa, sentendone il fascino, e si sono messi in gioco, facendo cose che oggi ci sembrano assai discutibili e che invece a loro sembravano sacrosante. Il fatto è che i musulmani non sono rimasti inerti quando un'orda di barbari sanguinari venuti da chissà dove, per di più miscredenti, è entrata in terra islamica seminando distruzione." Le Crociate, raccontate in modo diretto e brillante da Barbero, sono tremende esplosioni di violenza, forma sui generis di pellegrinaggio, valvola di sfogo per un'Europa sovraffollata; ma sono anche il momento in cui due mondi rivali, che non sanno di avere profonde radici comuni, si incontrano e si descrivono a vicenda.

Con ritardo, qualche anno fa anche io sono rimasto affascinato dal professor Barbero. Ho cominciato a seguire, via podcast, le sue lezioni, dopo di che ho deciso di cominciare a leggere i suoi libri. Sono partito da questo breve saggio sulle crociate, dove il professore non scende troppo nei particolari, ma spiega piuttosto bene dei concetti importanti.

Belatedly, a few years ago I too was fascinated by Professor Barbero. I started following his lessons via podcast, after which I decided to start reading his books. I started from this short essay on the crusades, where the professor doesn't go into too much detail, but explains some important concepts quite well.

20240219

Io sono verde

I'm Green - Mali Velasquez (2023)


Disco di debutto per questa giovane cantautrice originaria di Nashville, Tennessee, disco assolutamente da non perdere per voi, come me, facce di merda fuori ma teneri come il famoso tonno che si tagliava con un grissino dentro. Si, voi (come me) che ascoltate death metal ma vi commovete guardando Past Lives e sopprimete le lacrime mentre guardate un tramonto in riva al mare. Mali Velasquez vi farà provare tutte quelle emozioni che reprimete da quando eravate bambini, così come hanno fatto in passato moltissime cantautrici dalle voci angeliche, con un pizzico di pop e una spruzzata di folk. Mozzafiato. Non perdetelo. 


Debut album for this young singer-songwriter originally from Nashville, Tennessee, an album absolutely not to be missed for you, like me, shitty faces on the outside but tender, like the famous tuna that was cut with a breadstick, inside. Yes, you (like me) who listen to death metal but are moved by watching Past Lives and suppress tears while watching a sunset by the sea. Mali Velasquez will make you feel all those emotions that you have repressed since you were a child, just as many singer-songwriters with angelic voices have done in the past, with a pinch of pop and a splash of folk. Breathtaking. Don't miss it.

Chi ha paura di Virginia Woolf?

Who's Afraid of Virginia Woolf - Di Mike Nichols (1966)
Giudizio sintetico: da vedere (4/5)

George, professore associato di storia in un piccolo college del New England, e sua moglie Martha, figlia del rettore dell'università, tornano a casa ubriachi da una festa. Martha ha invitato a bere qualcosa una giovane coppia di sposi che ha incontrato alla festa. Gli ospiti arrivano - Nick, un professore di biologia, e sua moglie Honey - poco prima delle 2:30 del mattino. Mentre i quattro bevono, Martha e George si lanciano in feroci abusi verbali di fronte a Nick e Honey. La coppia più giovane viene prima imbarazzata e poi intrappolata. Martha fa arrabbiare George raccontando a Honey del loro figlio, che festeggerà il suo sedicesimo compleanno il giorno successivo. La divulgazione di queste informazioni da parte di Martha innesca un altro litigio tra i due. Nick confessa a George di essere stato attratto da Honey per i soldi della sua famiglia e di averla sposata solo perché credeva erroneamente che fosse incinta. George descrive il proprio matrimonio come un matrimonio di accomodamenti e aggiustamenti senza fine, poi ammette di considerare Nick una minaccia. George racconta anche la storia di un ragazzo con cui è cresciuto che aveva ucciso accidentalmente sua madre e, anni dopo, suo padre e aveva vissuto il resto dei suoi giorni in un ospedale psichiatrico. Nick ammette che il suo obiettivo è affascinare e arrivare fino alla vetta e scherza dicendo che Martha sarebbe un buon punto di partenza.

Debutto alla regia sul lungometraggio per il regista statunitense, scomparso ormai da quasi 10 anni, con un film che è un adattamento dalla pièce teatrale omonima di qualche anno prima. Dramma psicologico molto intenso, recitato da un quartetto di protagonisti straordinario, con sopratutto Elizabeth Taylor (Martha) e Richard Burton (George) davvero da antologia.

Feature film directorial debut for the American director, who has been missing for almost 10 years now, with a film that is an adaptation of the theater play of the same name from a few years earlier. Very intense psychological drama, played by an extraordinary quartet of protagonists, especially Elizabeth Taylor (Martha) and Richard Burton (George) who are truly epic.

20240218

Madri parallele

Madres paralelas - Di Pedro Almodóvar (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)


La fotografa Janis Martínez realizza un servizio fotografico con il famoso archeologo forense Arturo. Gli chiede se la sua fondazione è interessata a scavare una fossa comune nel suo villaggio natale, dove il suo bisnonno e altri uomini del villaggio furono uccisi e sepolti durante la guerra civile spagnola. Arturo accetta di rivedere il caso con la sua fondazione; lui e Janis poi fanno l'amore e Janis rimane incinta. Decide di tenere il bambino e di crescerlo da sola, contro il volere di Arturo, la cui moglie è sottoposta a chemioterapia, ma in realtà vorrebbe stare con Janis. Janis in seguito condivide una stanza d'ospedale con Ana, un'adolescente madre single; partoriscono allo stesso tempo. Dopo che entrambi i bambini sono stati trattenuti per una valutazione, vengono rilasciati e Janis e Ana si separano. Janis e Ana restano in contatto e si tengono reciprocamente aggiornate sui progressi dei loro bambini. Un giorno Arturo arriva chiedendo di vedere la piccola Cecilia; reagisce in modo strano, confessando che non crede che il bambino sia suo. Janis fa un test di maternità, che rivela che non è la madre biologica di Cecilia, ma decide di non dirlo a nessuno.

Fortunatamente, non mi è dispiaciuto l'ultimo (al momento) lungometraggio del regista spagnolo: ero un po' preoccupato, dopo gli ultimi, piuttosto deludenti. Sarà che per la prima volta affronta una storia legata alla guerra civile spagnola, quindi forse per la prima volta apertamente politico, ma insomma, si vedono segnali, seppur vaghi, di quel regista che molti anni fa, ci faceva divertire come pochi, e ci faceva profondamente riflettere con un sorriso.

Fortunately, I quite liked the latest (at the moment) feature film by the Spanish director: I was a little worried, after the last ones, which were rather disappointing. Maybe it's because for the first time he tackles a story linked to the Spanish civil war, therefore perhaps for the first time openly political, but in short, we can see signs, albeit vague, of that director who many years ago entertained us like few others, and it made you think deeply with a smile.

20240217

Tempo

Time - Infected Rain (2024)


Sesto album per la band moldava, capitanata dalla brava (voce clean, scream e growl, anche all'interno del solito brano) Elena Cataraga aka Lena Scissorhands. Heavy metal quasi classico, moderno, con forti influenze nu e metalcore, totalmente di maniera, assolutamente prevedibile. Potete tranquillamente passare oltre. 


Sixth album for the Moldovan band, led by the talented (clean, scream and growl vocals, even within the usual song) Elena Cataraga aka Lena Scissorhands. Almost classic, modern heavy metal, with strong nu and metalcore influences, totally mannered, absolutely predictable. You can easily move on.

Pizza alla liquirizia

Licorice Pizza - Di Paul Thomas Anderson (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)


Nella San Fernando Valley del 1973, l'attore quindicenne Gary Valentine incontra Alana Kane, un'assistente fotografa di venticinque anni, durante una giornata di foto a scuola. Lei è scoraggiata dal suo invito a cena quella sera, ma si presenta comunque. Quando la madre di Gary, Anita, non può accompagnarlo durante uno spettacolo in un tour stampa a New York City, invita Alana a farlo. Alana inizia ad uscire con il suo co-protagonista Lance, rendendo Gary geloso, ma si lasciano dopo che Lance dice di essere ateo durante una cena di Shabbat con la sua famiglia ebrea. Gary inizia a vendere letti ad acqua dopo averne provato uno in un negozio di parrucche e si riconnette con Alana a una fiera commerciale per adolescenti. Durante l'Expo, Gary viene scambiato per un sospettato di omicidio e arrestato sul posto, e Alana gli corre dietro alla stazione di polizia. Viene rilasciato quando il pasticcio viene risolto. Si butta nella sua attività di letti ad acqua, comportandosi in modo seducente al telefono per acquisire un potenziale cliente.

Tralasciando il fatto che la storia si basi su una ragazza pedofila, vidi il film immediatamente alla sua uscita, incuriosito da tutte le cose straordinarie che i critici stavano dicendo in merito. Sono rimasto sbalordito dalla sua pochezza, invece. Fotografia sgargiante e "adattata" al periodo storico, cast pieno di stelle ma con due facce nuovissime come protagonisti, che se la cavano abbastanza bene, storia che, a parte molti riferimenti a persone che hanno fatto grande Hollywood, risulta esilissima.

Regardless of the fact that the story is based on a pedophile girl, I saw the film immediately upon its release, intrigued by all the amazing things critics were saying about it. I was stunned by its smallness, however. Flashy photography "adapted" to the historical period, cast full of stars but with two brand new faces as protagonists, who do quite well, a story which, apart from many references to people who made Hollywood great, is very thin.

20240216

Luce eterna

Lux Aeterna - Di Gaspar Noé (2019)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)


Il film è preceduto nelle proiezioni da The Art of Filmmaking, un montaggio di 15 minuti di film di Cecil B. DeMille narrati con una suggestione ipnotica per rilassarsi insieme a un'orchestrazione di droni. Il montaggio lampeggia attraverso le gradazioni di colore rosso, verde e blu in rapida successione. La clip finale, che mostra la scena della crocifissione da Il Re dei Re, lampeggia in bianco e nero. Lux Æterna inizia con un breve montaggio di filmati documentaristici in stile anni '20 sulla tortura delle streghe, che si interrompe bruscamente sulle attrici Charlotte Gainsbourg e Béatrice Dalle che interpretano versioni immaginarie di se stesse. In procinto di girare un film, God's Craft, sulle streghe bruciate sul rogo, le due attrici si siedono in uno dei set e discutono della rappresentazione cinematografica delle streghe, del modo in cui vengono trattate le donne sui set cinematografici e degli aneddoti tratti dalle loro stesse riprese cinematografiche. Alle donne si uniscono un produttore e un assistente, che accompagnano Gainsbourg nel suo camerino mentre Dalle se ne va per svolgere i compiti di regia. Nello schermo diviso, la Gainsbourg e i suoi co-protagonisti vengono visti truccarsi e vestirsi mentre dietro le quinte si verificano una miriade di complicazioni. Delle altre due attrici che interpretano le streghe bruciate sul rogo, una parla solo inglese e si arrabbia quando viene mostrato il suo vestito che rivela il suo seno. Dalle, arrabbiata con l'intero team di produzione che aspetta cinque ore per girare una scena, discute con il direttore della fotografia per concedere agli attori un po' di tempo per le prove mentre aspettano.

Mediometraggio che, permettetemelo, dato il regista e il cast, si preannunciava potenzialmente fortissimo, ma che si rivela un mero esercizio di stile. Certo, al regista italo-argentino ma con base a Parigi, va riconosciuto un coraggio raro di questi tempi; ma ci ha regalato di meglio.

A medium-length film which, allow me, given the director and the cast, promised to be potentially very strong, but which turns out to be a mere exercise in style. Of course, the Italian-Argentine director based in Paris deserves recognition for a rare courage these days; but he gave us better.

20240215

Lei si avvicina a lei si avvicina a lei

She Reaches Out to She Reaches Out to She - Chelsea Wolfe (2024)


Sarebbe curioso che Chelsea si fosse ispirata, ironicamente, per il titolo di questo suo settimo album, alle liriche di Mon Amour di Annalisa. Chissà. Scherzi a parte, vi occorreranno alcuni ascolti per "entrarci dentro", e probabilmente rimarrà nella sua discografia non come pietra miliare, ma come disco "di passaggio". La mia opinione è che stia cercando di amalgamare i due filoni principali che hanno scandito la sua carriera, in modo personale. In questo disco, la dimensione elettronica la fa da padrone, ma non c'è solo quello. In Eyes Like Nightshade, per esempio, sembra di sentire la Bjork di Vespertine, quando ha cominciato a lavorare per sottrazione, insomma; ma il disco non è totalmente su questa falsariga, e non è assolutamente brutto, al contrario. Non temete: Chelsea Wolfe ha ancora carburante e idee per regalarci grande musica, e qua ci mostra una parte del potenziale a venire.


It would be curious if Chelsea had been inspired, ironically, for the title of her seventh album, by the lyrics of Annalisa's Mon Amour. Maybe. Jokes aside, it will take you some listens to "get into it", and it will probably remain in her discography not as a milestone, but as a "transitory" album. My opinion is that she is trying to amalgamate the two main threads that have marked her career so far, in a personal way. In this album, the electronic dimension reigns supreme, but it's not just that. In Eyes Like Nightshade, for example, we seem to hear the Bjork of Vespertine, when the icelandic began to work by subtraction; but the album isn't totally along these lines, and it's not absolutely bad, on the contrary. Fear not: Chelsea Wolfe still has the fuel and ideas to give us great music, and here she shows us some of the potential to come.

Insieme insieme

Together Together - Di Nikole Beckwith (2021)
Giudizio sintetico: si può perdere (2/5)

Matt, uno sviluppatore di app sulla quarantina, intervista Anna, una giovane impiegata di un bar, per diventare il suo surrogato. Lui vuole diventare papà senza sposarsi e lei vuole finanziarsi la laurea e la magistrale. Durante il primo trimestre, il medico dice a Matt e ad Anna che tutto sta andando bene, quindi invita Anna a cena per festeggiare. Successivamente, Matt racconta a suo fratello e ai suoi genitori della gravidanza; sua madre ne è scontenta. A cena, Matt e Anna parlano di quanto siano nervosi all'idea di conversare tra loro. Mentre ordina, emette un suono di disapprovazione quando lei ordina patate sopra l'insalata, poiché ciò che mangia lei lo mangia il bambino. Ordina pasta con pancetta. Una volta che la cameriera se ne va, Anna gli fa notare che dovrebbe fare attenzione anche alla dieta del bambino, poiché nel suo caso conta per i prossimi 18 anni.

Ho cercato a lungo questo film, soprattutto per la presenza, nel ruolo di protagonista, di Patti Harrison; durante la visione mi sono reso conto che il cast è ricchissimo, e che pesca soprattutto nel mondo dello stand up comedy, e non solo. Per giunta, il tema è molto interessanta. Eppure, a dispetto della critica che lo ha trattato molto bene, il film non mi è piaciuto per nulla: troppo leggero, tutto poco approfondito, e si può ridurre semplicemente ad una semplicissima commedia romantica con una piccola variazione sul tema. Peccato.

I searched for this film for a long time, especially due to the presence of Patti Harrison in the leading role; while watching I realized that the cast is very rich, and that it draws mainly from the world of stand up comedy, and beyond. Furthermore, the topic is very interesting. Yet, despite the critics who treated it very well, I didn't like the film at all: too light, everything lacks depth, and it can simply be reduced to a very simple romantic comedy with a small variation on the theme. What a pity.

20240214

Uomo sorridente (Hymyilevä mies)

The Happiest Day in the Life of Olli Mäki - Di Juho Kuosmanen (2016)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

È l'anno 1962: Olli Mäki
è un pugile finlandese dilettante diventato professionista della città di Kokkola che, mentre partecipa a un matrimonio, si innamora della sua amica Raija. Si recano a Helsinki dove il suo manager Elis Ask sta preparando la grande occasione di Olli: una lotta per il titolo del campionato dei pesi piuma della World Boxing Association contro il famoso pugile americano Davey Moore allo Stadio Olimpico di Helsinki. L'incontro sarebbe uno dei più grandi eventi nella storia dello sport finlandese, anche se la maggior parte delle persone, incluso Olli, sono scettiche: il curriculum di Moore surclassa di gran lunga quello di Olli.

Debutto estremamente interessante nel lungometraggio del regista, già attore, finlandese, incentrato sulla figura del pugile suo concittadino. Ottimo il cast, la mano è visibilmente influenzata dal connazionale Kaurismaki, ma il tutto risulta leggermente meno ermetico. Da seguire.

Extremely interesting debut in the feature film by the Finnish director, former actor, focused on the figure of his fellow citizen boxer. The cast is excellent, the hand is visibly influenced by his compatriot Kaurismaki, but everything is slightly less hermetic. To follow.

20240213

ZB

Zach Bryan - Zach Bryan (2023)


Passo, anche per quest'anno, a una serie (non continuativa) di recensioni "su commissione". Questo ragazzo statunitense, nato ad Okinawa in Giappone (ovviamente figlio di militare, lui stesso poi, dopo essere tornato in Oklahoma, nella US Navy), apparso anche, nei panni di sé stesso, in un episodio di Yellowstone (e dove, sennò), autore di una americana oserei dire romantica, è qui al suo quarto album. Country tutto sommato tradizionale, ma intenso, che arriva spesso al cuore.


This year too, I'm moving on to a (non-continuous) series of "commissioned" reviews. This American boy, born in Okinawa in Japan (obviously the son of a military man, himself then, after returning to Oklahoma, in the US Navy), also appeared, as himself, in an episode of Yellowstone (of course) , author of an Americana, dare I say romantic, is here with his fourth album. All in all traditional Country music, but intense, which often reaches the heart.

The Hand of God

E' stata la mano di Dio - Di Paolo Sorrentino (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Negli anni '80 il giovane Fabietto vive nella casa di Napoli con il padre Saverio Schisa e la madre Maria. Non ha molti amici (ma moltissimi parenti o presunti tali) né un amore, e vuole studiare filosofia all'università. Per il momento trascorre principalmente il tempo ascoltando musica e guardando Diego Maradona giocare per la sua squadra di casa, il Napoli. Suo fratello Marchino lo porta alle proprie audizioni di recitazione e simpatizza con il suo affetto per la zia Patrizia, emotivamente turbata ma bellissima e spregiudicata. I genitori di Fabietto, dopo una crisi coniugale, si recano nella loro casa di villeggiatura a Roccaraso. Visitano la casa senza Fabietto che decide di restare a casa per andare allo stadio a veder giocare il suo idolo. I suoi genitori muoiono per una fuga di monossido di carbonio proveniente dal caminetto della nuova casa. Per questo Fabietto diventa maggiorenne in maniera crudele e brutale.

Non il miglior lavoro del regista partenopeo, ma senza dubbio una bella storia di formazione con un tocco asimmetrico e una grande mano (oltre a quella del titolo). Sicuramente un film dove Sorrentino mette buona parte di sé stesso, quindi soggetto ad "errori", ma più "umano" di altri suoi lavori.

Not the best work of the Neapolitan director, but undoubtedly a nice coming-of-age story with an asymmetrical touch and a great hand (in addition to that of the title). Definitely a film where Sorrentino puts a good part of himself, therefore subject to "errors", but more "human" than his other works.

20240212

Notes on Grief

Appunti sul dolore - Di Chimamanda Ngozi Adichie (2021)

Raccolta di memorie, divise in 30 sezioni, Notes on Grief è stato scritto in seguito alla morte del padre della scrittrice nigeriana-americana, avvenuta nel giugno del 2020, durante i primi giorni della pandemia di COVID-19. Nasce come "espansione" di un saggio pubblicato inizialmente sul The New Yorker.

Tralasciando il fatto che, come commentai di getto immediatamente dopo aver terminato la lettura di questo libro, che vi metterà una voglia irrefrenabile di abbracciare forte i vostri cari, brevissima ed elegante serie di riflessioni su (appunto) dolore, persone care, e su come influenzano le nostre vite.

Leaving aside the fact that, as I commented immediately after finishing reading this book, which will give you an irrepressible desire to hug your loved ones tightly, a very short and elegant series of reflections on (precisely) grief, loved ones, and on how they influences our lives.

20240211

Cosa facciamo adesso

What Do We Do Now - J. Mascis (2024)


Divago, come faccio sempre, giocoforza, se devo parlare di J. Mascis. Mi sono messo a rileggere quello che ho scritto di lui negli anni. 20 anni fa, vedendolo dal vivo in una situazione molto raccolta (e pure un po' triste), mi dette l'impressione di essere in calo. Dopo 20 anni questo tizio è ancora qui che fa uscire dischi sia con la sua band, che come solista. Ovviamente, mi sbagliavo allora, e sicuramente il giudizio fu influenzato dalla situazione ambientale. Provando a dire qualcosa di nuovo senza usare le stesse similitudini o gli aneddoti che uso da (più di) vent'anni, posso dirvi che, è la stessa vecchia canzone, ma la voce, il songwriting, gli assoli dolenti e al tempo stesso devastanti, riescono ancora ad emozionare. 


I digress, as I always do, of course, if I have to talk about J. Mascis. I started rereading what I've written about him over the years. 20 years ago, seeing him live in a very collected (and even a little sad) situation, he gave me the impression of being in decline. After 20 years this guy is still here releasing records both with his band and as a solo artist. Obviously, I was wrong then, and the judgment was certainly influenced by the environmental situation. Trying to say something new without using the same similes or anecdotes that I've been using for (more than) twenty years, I can tell you that, it's the same old song, but the voice, the songwriting, the solos are painful and at the same time devastating , they still manage to excite.

The Blind Light

La luce cieca - Di Stuart Evers (2020)

Inghilterra, 1959: due giovani soldati, Drummond e Carter, stringono un'amicizia intensa e improbabile a "Doom Town", un centro di addestramento che ricrea le conseguenze della guerra atomica. L'esperienza li perseguiterà per il resto della loro vita. Anni dopo, Carter, ora un funzionario governativo di alto rango, offre a Drummond, appartenente alla classe operaia, un modo per proteggere se stesso e sua moglie Gwen, nel caso si verificasse un attacco nucleare. Il loro patto, tenuto segreto, avrà conseguenze devastanti per le famiglie che desiderano proteggere.

Per essere breve, The Blind Light sono oltre 500 pagine di puro godimento letterario. Un romanzo storico e generazionale che racconta appunto, oltre mezzo secolo di storia moderna non solo inglese, scritto meravigliosamente, che unisce leggiadria letteraria ad una profondità non comune. Non perdetevelo.

To keep it short, The Blind Light is over 500 pages of pure literary enjoyment. A historical and generational novel that tells, in fact, over half a century of modern history, not only English, wonderfully written, which combines literary grace with an uncommon depth. Don't miss it.

20240210

Palese

Manifest - Di Jeff Rake - Stagioni 1, 2, 3 e 4 (16, 13, 13 e 20 episodi; NBC/Netflix) - 2018/2023


Il 7 aprile 2013, il volo Montego Air 828 dalla Giamaica a New York City sperimenta un breve periodo di grave turbolenza. Quando atterrano, vengono dirottati all'aeroporto internazionale Stewart di Newburgh, New York. I passeggeri e l'equipaggio apprendono che la data attuale è il 4 novembre 2018. Sono passati più di cinque anni e mezzo mentre erano in volo. L'agente di polizia Michaela scopre che sua madre è morta e che il suo fidanzato, Jared, ha sposato la sua migliore amica. Michaela inizia a sentire una voce che la guida a salvare un bambino investito da un autobus e a salvare due ragazze rapite. La ricercatrice medica Saanvi scopre che il suo lavoro ha contribuito a salvare centinaia di pazienti pediatrici affetti da cancro mentre lei era assente. Il nipote di Michaela, Cal, che soffre di cancro terminale ed era anche lui sul volo 828, è un candidato per il trattamento. Avendo anche mal di testa e sentendo voci, il fratello di Michaela, Ben, e il resto dei passeggeri e dell'equipaggio ritornati vengono attratti dalla pista di atterraggio dove è parcheggiato l'aereo. Mentre guardano, l'aereo esplode.

Uno dei molti tentativi di imitazione di Lost, Manifest non ha avuto vita facile: cancellata dopo tre stagioni (quando il creatore ne prevedeva sei), riavviata grazie a Netflix, parte da un'idea sovrannaturale volendo anche intrigante, ma si perde un po' troppo in sottotrame amorose e drammatiche che lo appesantiscono moltissimo. Ho fatto una fatica enorme a terminare la quarta stagione, che è stata divisa in due blocchi.

One of the many attempts to imitate Lost, Manifest didn't have an easy life: canceled after three seasons (when the creator expected six), rebooted thanks to Netflix, it starts from a supernatural idea while also wanting to be intriguing, but it gets a little lost too much in love and dramatic subplots that weigh it down a lot. I had a huge effort finishing the fourth season, which was divided into two blocks.

20240209

Inferno, fuoco e dannazione

Hell, Fire and Damnation - Saxon (2024)

Mettiamo che abbiate la mia età, e che vostro figlio si appassioni al metal, diciamo al deathcore; ad un certo punto, vi chiede di spiegargli com'era l'heavy metal quando eravate i giovani. Mettiamo che non avete tempo: in questo caso, potete dirgli "guarda, ascolta questo disco, che è di adesso, ma è il prototipo perfetto per capire com'era e cos'era l'heavy metal negli anni '80 del secolo scorso. Essendo un disco appena uscito, può sembrare una critica: non è esattamente così. Premesso che i suoni sono al passo con i tempi, il disco non è male, e fa piacere sentire che una band di settantenni sia ancora in grado di non risultare una caricatura di loro stessi.



Let's say you are my age, and your son is passionate about metal, let's say deathcore; at one point, he asks you to explain to him what heavy metal was like when you were young. Let's say you don't have time: in this case, you can tell him "look, listen to this record, which is from now, but it's the perfect prototype to understand what heavy metal was like in the 80s of the last century. Being a newly released album, it may seem like a criticism: it's not exactly like that. Given that the sounds are in step with the times, the album isn't bad, and it's nice to hear that a band of seventy-year-olds is still capable of not coming off as a caricature of themselves.

Secession

Succession - Di Jesse Armstrong - Stagione 3 e 4 (9 e 10 episodi; HBO) - 2021/2023


Subito dopo la conferenza stampa di Kendall, Logan decide di dividere la sua cerchia ristretta in due squadre: lui, Tom, Karl, Frank e Hugo si stabiliscono a Sarajevo per evitare di essere estradati negli Stati Uniti, mentre Roman, Gerri e Shiv vengono rimandati a New York. Logan informa la sua squadra che intende fare un passo indietro temporaneamente dalla carica di CEO; il dibattito tra il management familiare e aziendale su chi debba prendere il suo posto come figura di riferimento. Kendall, nel frattempo, allestisce una base operativa temporanea nell'appartamento di Rava e assume due consulenti di pubbliche relazioni per aiutarlo a gestire la sua immagine pubblica. Tenta senza successo di portare al suo fianco la maggioranza di quadri senior di Waystar. Shiv tenta di acquisire la rappresentanza legale per Waystar da Lisa Arthur, un avvocato di alto profilo di New York e amica personale, ma si rende conto che Kendall l'ha già assunta. Alla luce del percepito fallimento di Shiv, Gerri viene nominato CEO ad interim.

Un finale in crescendo per una delle serie più belle degli ultimi anni. Profondamente shakespeariana, modernissima nel linguaggio, difficilissima da seguire perfino con i sottotitoli, divertente, tagliente, attuale. Imperdibile, con un cast in stato di grazia.

A crescendo ending for one of the best series of recent years. Profoundly Shakespearean, very modern in language, very difficult to follow even with subtitles, funny, sharp, current. Unmissable, with a cast in a state of grace.

20240208

Vedere

Voir - Di David Fincher - Docuserie in 6 episodi - 2021 - Netflix

David Fincher filma e documenta persone che di cinema se ne intendono e ne vivono, che parlano di cinema e, in particolare, delle loro ossessioni con alcuni film o registi.

Sei brevi ma gustosissimi saggi video sul cinema, come detto nel riassunto, dove gente che sa di cinema parla di cinema come chi lo ama alla follia. Molto interessante.

Six short but very tasty video essays on cinema, as mentioned in the summary, where people who know about cinema talk about cinema like those who love it madly. Very interesting.

20240207

Soffrire e diventare

Suffer & Become - Vitriol (2024)


Secondo album per la band di Portland, Oregon, con un nuovo batterista (Matt Kilner) ed un chitarrista aggiunto (Daniel Martinez), che prosegue sulla strada di un death metal senza compromessi, ma se possibile, molto più tecnico rispetto al disco precedente. Non si arriva al parossismo musicale dei Krallice, ma se vi piace il genere, qua c'è di che divertirsi.


Second album for the band from Portland, Oregon, with a new drummer (Matt Kilner) and an added guitarist (Daniel Martinez), which continues on the path of uncompromising death metal, but if possible, much more technical than the previous album. It doesn't reach the musical paroxysm of Krallice, but if you like the genre, there's something to enjoy here.

Terra di Lovecraft

Lovecraft Country - Di Misha Green - Stagione 1 (10 episodi; HBO) - 2020

Dopo essere arrivato a Chicago, il veterano della guerra di Corea Atticus Freeman scopre una lettera del padre scomparso, Montrose, che lo invita a scoprire l'eredità della sua famiglia ad Ardham, nel Massachusetts. Atticus, suo zio George (che scrive una guida turistica per afroamericani in stile Libro verde) e il suo amico Leti partono per un viaggio nella contea di Devon, nel Massachusetts. Un gruppo di bianchi assassini li insegue fuori dalla prima città in cui si fermano, ma riescono a scappare grazie all'intervento di una donna bianca sconosciuta, che in qualche modo fa ribaltare l'auto degli inseguitori. Poco dopo, incontrano lo sceriffo razzista della contea di Devon, Eustice Hunt, che è ansioso di far rispettare la legge Sundown Law della contea. Subito dopo il tramonto, gli agenti dello sceriffo costringono i viaggiatori a inoltrarsi nel bosco con l'intento di linciarli, ma l'intero gruppo viene attaccato da feroci mostri chiamati shoggoth. Atticus, George e Leti combattono per uscire, mentre gli agenti di polizia muoiono. Gli shoggoth vengono richiamati da un fischio. Al mattino, il trio esce dal bosco per trovare un'enorme villa, dove vengono accolti da un misterioso uomo bianco, William, che li accoglie calorosamente.

Ispirata all'omonimo libro di Matt Ruff, ambientato nell'immaginaria cittadina dove (appunto) H. P. Lovecraft ambientò molte delle sue storie, questa serie HBO non ha avuto grande fortuna (cancellata dopo la prima stagione), ma a me non è dispiaciuta affatto, forse perché sono un nostalgico di True Blood, e questa serie me l'ha ricordata più volte.

Inspired by the book of the same name by Matt Ruff, set in the imaginary town where (precisely) H. P. Lovecraft set many of his stories, this HBO series didn't have great success (cancelled after the first season), but I didn't mind it at all, maybe because I'm nostalgic for True Blood, and this series reminded me of it several times.

20240206

Eterni

Eternals - Di Chloé Zhao (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)


Nel 5000 A.C., dieci esseri dotati di superpoteri conosciuti come Eterni - Ajak, Sersi, Ikaris, Kingo, Sprite, Phastos, Makkari, Druig, Gilgamesh e Thena - vengono inviati sulla Terra da Arishem, un Celestiale, sull'astronave Domo. Sono incaricati di sterminare entità invasive conosciute come Devianti. Gli ultimi Devianti furono apparentemente uccisi nel 1521, quando le opinioni del gruppo differivano sulla loro continua relazione con l'umanità. Nel corso dei successivi cinquecento anni vissero per lo più separati, in attesa degli ordini di Arishem.

Ultimo tentativo, da parte mia, di vedere un film tratto da comics, solo perché diretto dalla brava regista cino-statunitense. Roboante, esteticamente gradevole per via del cast e della computer graphic, ma il tutto si ferma qui.

Last attempt, on my part, to see a film based on comics, only because it was directed by the good Chinese-American director. Bombastic, aesthetically pleasing due to the cast and the computer graphics, but it all stops here.

20240205

Oltre la soglia

Over the Threshold - Calva Louise (2023)


A partire dalla formazione della band, si capisce che il potenziale è grande. Jess Allanic, chitarra e voce (spesso in modalità urlata, ma non solo) viene dal Venezuela, e dopo essersi trasferita in Francia conosce Alizon Taho, basso e cori. D'accordo su un progetto musicale, si trasferiscono a Londra, dove conoscono, e mettono a posto la formazione definitiva, il batterista Ben Parker, che da un po' di anni era arrivato dalla Nuova Zelanda. Over the Threshold è il loro terzo album, ed è una delle cose più fresche che ascolterete, non solo in campo metal. Tra l'altro, è un po' difficile incasellarli solo nel metal. C'è del post grunge, dell'alt-rock, del metal estremo, quasi deathcore, e, come si potrebbe immaginare, c'è una spruzzata di latin rock, quantomeno perché alcune tracce sono cantate in castigliano. Provateli, non credo ve ne pentirete, e non smettete mai di credere e praticare il passaparola.


Starting from the formation of the band, it is clear that the potential is great. Jess Allanic, guitar and vocals (often in screamo mode, but not only) comes from Venezuela, and after moving to France she met Alizon Taho, bass and backing vocals. Having agreed on a musical project, they moved to London, where they met, and put together the definitive line-up, drummer Ben Parker, who had arrived from New Zealand a few years ago. Over the Threshold is their third album, and it's one of the freshest things you'll hear, not just in metal. Besides, it's a bit difficult to pigeonhole them into metal alone. There's some post grunge, some alt-rock, some extreme metal, almost deathcore, and, as you might imagine, there's a splash of Latin rock, at least because some tracks are sung in Spanish. Try them, I don't think you will regret it, and never stop believing and practicing word of mouth.

Portami a casa

Lead Me Home - Di Pedro Kos e Jon Shenk (2021)
Giudizio sintetico: da vedere (3,5/5)

Il film segue diversi senzatetto che vivono per le strade della costa occidentale degli Stati Uniti.

Un paio di anni fa uscì su Netflix questo breve documentario che, appunto, documenta la crisi dei senzatetto, soprattutto in California, e ve lo segnalo perché molto bello e toccante.

A couple of years ago this short documentary was released on Netflix which, in fact, documents the homeless crisis, especially in California, and I point it out to you because it is very beautiful and touching.

20240204

Bordertown: The Mural Murders

Sorjonen: Muraalimurhat - Di Juuso Syrjä (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (2,5/5)

Quando il volto del serial killer imprigionato Lasse Maasalo e il testo "Rendiamo il mondo un posto migliore" vengono dipinti con il sangue su un sottopassaggio, Kari Sorjonen è costretto ad affrontare il caso più difficile della sua carriera.

Tentativo comprensibile di "strizzare" al massimo la fortunata serie TV finlandese intitolata (nella versione originale) al detective più strano della storia dei detectives, che a livello internazionale è stato presentato come un film, ma in patria come una miniserie in 3 episodi con circa 40 minuti addizionali.

Understandable attempt to "squeeze" as much as possible the successful Finnish TV series entitled (in the original version) to the strangest detective in the history of detectives, which was presented internationally as a film, but at home as a miniseries in 3 episodes with approximately 40 additional minutes.

20240203

Piccola corda

Little Rope - Sleater-Kinney (2024)


Undicesimo album per una band che è ormai una istituzione, formata dalle superstiti Brownstein e Tucker più varie collaboratrici dal vivo. Suona retrò, ma arriva sempre: dieci tracce brevi, concise, sorrette da liriche dense e importanti, socialmente importanti e poeticamente rilevanti, e che anche stavolta sono piccole lezioni di composizione punk rock. La chiusura di Untidy Creature è superba. Niente altro da aggiungere.


Eleventh album for a band that is now an institution, made up of the survivors Brownstein and Tucker plus various live collaborators. It sounds retro, but it always arrives: ten short, concise tracks, supported by dense and important lyrics, socially important and poetically relevant, and which once again are small lessons in punk rock composition. The closing of Untidy Creature is superb. Nothing else to add.