No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20240414

Giocatori dell'Ohio

Ohio Players - The Black Keys (2024)


Il dodicesimo album del duo di Akron, Ohio, mi è parso soprattutto un tentativo di rinnovare parzialmente il loro suono, senza però riuscire a graffiare a livello di canzoni. A dispetto di ospiti importanti quali Beck e Noel Gallagher, ai quali c'è da aggiungere Lil Noid e Juicy J, il disco risulta poco coinvolgente, con una o al massimo due canzoni che sembrano di buon livello. Preferisco ricordarmeli ai tempi belli.


The twelfth album by the duo from Akron, Ohio, seemed to me above all to be an attempt to partially renew their sound, without however managing to hit anything in terms of songs. Despite important guests such as Beck and Noel Gallagher, to which we must add Lil Noid and Juicy J, the album is not very engaging, with one or at most two songs that seem to be of a good quality. I prefer to remember them in the good times.

(Proiettile vagante) رصاصة طايشة

Stray Bullet - Di Georges Hachem (2010)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

È la fine dell'estate del 1976, in un sobborgo settentrionale di Beirut, e la guerra sembra essere finita. Un prete annuncia l'imminente matrimonio di Jean Freiha e Noha Elias, che ha 30 anni. Dopo la messa, riceve i complimenti da Olga, la zia del suo ex fidanzato, Joseph Maroun, di tre anni prima. Olga è anche sconvolta dal fatto che Noha non l'abbia invitata al suo matrimonio. Noha confida al suo amico Wadad di aver chiamato segretamente Joseph e di aver organizzato un incontro con lui. La madre di Joseph aveva bloccato qualsiasi piano tra i due poiché Noha è più vecchia di Joseph. Sua madre, ignara dell'accordo tra Noha e Joseph, gli dice di visitare sua sorella, che ha recentemente avuto un aborto spontaneo. Noha è alla prova del vestito. Il suo vestito è stato acquistato dalla sorella maggiore, Layla, per il suo matrimonio. Il suo ragazzo, Melhem, le aveva dato un ultimatum: fuggire o lasciarsi. Non volendo disonorare la sua famiglia fuggendo, Layla pose fine alla sua relazione. Noha non vuole indossare l'abito, credendo che porti sfortuna.

Lungometraggio di debutto per il regista libanese, film che poggia quasi interamente sulle spalle di Nadine Labaki, affronta in modo un po' grezzo ma abbastanza efficace il tema del machismo nella cultura libanese, così come di uno spiccato approccio conservatore e tradizionalista. Il regista ha poi realizzato altri due film in seguito, almeno fino ad oggi.

Debut feature film for the Lebanese director, a film that rests almost entirely on the shoulders of Nadine Labaki, it tackles the theme of machismo in Lebanese culture in a somewhat crude but quite effective way, as well as a marked conservative and traditionalist approach. The director then made two more films afterward, at least to this day.

20240413

Errori

Errors - Capra (2023)


Secondo disco, dopo il debutto del 2021 In Transmssion, per questo quartetto proveniente dalla Louisiana, che vede Tyler Harper alle chitarre, Jeremy Randazzo alla batteria, Trevor Alleman al basso, e Crow Lotus alla voce. Ennesimo esempio di presenze femminili nel campo della musica estrema, giustappunto la voce della Lotus, grintosa al punto giusto, dà al post hardcore della band, che, giusto per dare qualche coordinata in più, potremmo disegnare con chitarre alla Slayer e composizioni alla Rage Against the Machine, quel tocco curioso in più per seguire questa giovane band nelle loro proposte. Un disco vibrante, senza novità, ma tesissimo.


Second album, after the 2021 debut In Transmssion, for this quartet from Louisiana, which features Tyler Harper on guitars, Jeremy Randazzo on drums, Trevor Alleman on bass, and Crow Lotus on vocals. Yet another example of female presence in the field of extreme music, precisely Lotus's voice, gritty at the right point, gives the band's post-hardcore, which, just to give some more coordinates, we could draw with Slayer-style guitars and Rage Against the Machine-style compositions, that extra curious touch to follow this young band in their proposals. A vibrant album, without anything new, but very tense.

A napfény íze (Il sapore della luce solare)

Sunshine - Di István Szabó (1999)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Verso la metà del XIX secolo, il patriarca della famiglia ebreo-ungherese Sonnenschein (che significa "sole" in tedesco) è il proprietario di una taverna che produce il suo popolare tonico distillato a base di erbe in Austria-Ungheria. Il tonico, chiamato Taste of Sunshine (sapore di sole), viene successivamente prodotto commercialmente da suo figlio Emmanuel, portando alla famiglia grande ricchezza e prestigio. Costruisce una vasta tenuta dove il figlio maggiore, Ignatz, si innamora della sua cugina di primo grado, Valerie, nonostante la disapprovazione di Emmanuel e Rose, sua moglie. Ignatz, mentre studia alla facoltà di giurisprudenza, inizia una relazione con Valerie. Ignatz si laurea e in seguito guadagna un posto come rispettato giudice distrettuale, quando il giudice supremo gli chiede di cambiare il suo cognome ebraico in uno ungherese per essere promosso alla corte centrale. L'intera generazione – Ignatz, il fratello medico Gustave e la cugina Valerie, fotografa – cambiano il proprio cognome in Sors (che in ungherese significa "destino"). Ignatz viene poi promosso quando indica al Ministro della Giustizia un modo per ritardare il perseguimento dei politici corrotti.

Potremmo definirlo un colossal storico, questo ennesimo film del regista ungherese dalla filmografia sterminata, diretto con mano prevedibile ma sapiente, ed interpretato da un cast molto ricco, in larga parte con belle interpretazioni. Una sorta di allegoria amarissima, con il nazismo sullo sfondo. 

We could define it as a historical colossal, yet another film by the Hungarian director with an endless filmography, directed with a predictable but skilful hand, and starring a very rich cast, mostly with beautiful performances. A sort of very bitter allegory, with Nazism in the background.

20240412

Virus Trafficker

Trafficante di Virus - Di Costanza Quatriglio (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

Prima l'accusa di traffico di virus, poi una campagna stampa ignominiosa. Irene Colli, scienziata di fama internazionale, e un assurdo caso di cattiva giustizia. Si dimette dal suo incarico parlamentare per dirigere un centro di ricerca di eccellenza presso l'Università della Florida. Una scelta difficile quella fatta per proteggere la sua famiglia e il suo lavoro dall'ignominiosa accusa di traffico di virus, risoltasi poi con l'assoluzione dopo che nessun magistrato si era degnato di ascoltarla.

La storia, liberamente tratta dal libro autobiografico di Ilaria Capua Io, trafficante di virus. Una storia di scienza e di amara giustizia, aveva un potenziale immenso. Purtroppo, ne esce fuori un film abbastanza piccolo, complice, come direbbe Stanis La Rochelle, l'essere troppo italiano: poco dinamico, mal recitato, ingessato e pieno di luoghi comuni. Non so come descriverlo meglio, ma so che avete capito.

The story, freely taken from Ilaria Capua's autobiographical book "Io, trafficante di virus. Una storia di scienza e di amara giustizia" (I, virus trafficker. A story of science and bitter justice), it had immense potential. Unfortunately, the result is a fairly small film, thanks, as Stanis La Rochelle (one of the main characters of Boris, italian TV series) would say, to being too Italian: not very dynamic, poorly acted, plastered and full of clichés. I don't know how to describe it better, but I know you get it.

20240411

Artico

Arctic - Di Joe Penna (2018)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

Overgård è bloccato nel circolo polare artico in attesa di soccorso e vive nel suo aereo precipitato. La sua routine quotidiana consiste nel controllare le lenze da pesca, mappare l'ambiente circostante e far funzionare un segnale di soccorso alimentato da una dinamo a manovella. Un giorno, la sua scorta di pesce viene saccheggiata da un orso polare. Un elicottero risponde al suo segnale e tenta di atterrare, ma si schianta. Il pilota muore nell'incidente e la passeggera è gravemente ferita e priva di sensi. Overgård medica la sua ferita e la porta sul suo aereo. Non parla inglese e dimostra la sua vitalità solo stringendogli la mano. Overgård ritorna tra i rottami dell'elicottero abbattuto e trova del cibo, un fornello a propano, attrezzature mediche, una slitta, una mappa della zona e una foto della donna, del pilota e del loro bambino, foto che porta con sé per darla alla donna. Sulla mappa individua un rifugio stagionale che sembra essere a pochi giorni di cammino. Quando le condizioni della donna non migliorano, decide di rischiare il viaggio verso il rifugio per cercare soccorso.  

Debutto nel lungometraggio del regista brasiliano, questo Arctic è un dramma avventuroso che potremmo definire claustrofobico se non fosse che si svolge tutto in esterna, non eccezionale ma promettente. Ovviamente, quando, nonostante il cast conti tre personaggi, e uno di questi è Mads Mikkelsen, si va abbastanza sul sicuro.

The Brazilian director's feature film debut, this Arctic is an survival drama that we could define as claustrophobic if it weren't for the fact that it all takes place outdoors, not exceptional but promising. Obviously, when, even though the cast has three characters, and one of these is Mads Mikkelsen, you're on the safe side.

20240410

Gary & Dawn

Hey Gary Hey Dawn - Caleb Landry Jones (2024)


E' davvero incredibile, e si prova quasi invidia, di quella buona, a pensare che ci sono persone come Caleb Landry Jones che hanno un talento smisurato, e sembra quasi che qualsiasi cosa che abbia a che fare con l'arte, gli riesca senza fatica. Attore intenso, poliedrico, che non ama andare sul sicuro, come musicista (ne abbiamo parlato qui), è altrettanto spavaldo. Rispetto ad un paio di album fa, conserva le influenze di Beatles e Bowie, ma aggiunge grunge e folk. Liriche spesso surreali, e nonostante quello che possa sembrare, leggendo queste righe, il disco si fa ascoltare che è un piacere.


It's truly incredible, and one almost feels envious, of the good kind, to think that there are people like Caleb Landry Jones who have immeasurable talent, and it almost seems that anything that has to do with art, he succeeds without fatigue. An intense, multifaceted actor who doesn't like to play it safe, as a musician (we talked about it here), he is equally bold. Compared to a couple of albums ago, he retains the influences of the Beatles and Bowie, but adds grunge and folk. Often surreal lyrics, and despite what it may seem, reading these lines, the album is a pleasure to listen to.

Ossigeno

Oxygène - Di Alexandre Aja (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

Una donna si risveglia in un'unità criogenica medica ermetica e scopre di essere intrappolata e che i livelli di ossigeno dell'unità stanno diminuendo rapidamente. Soffrendo di perdita di memoria, non ricorda chi è o come è arrivata lì. È assistita da un'intelligenza artificiale avanzata chiamata M.I.L.O. (Medical Interface Liaison Officer), ma si rifiuta di aprire l'unità criogenica senza un codice amministratore. Utilizzando MILO, è in grado di trasmettere all'esterno della capsula e contattare i servizi di emergenza. Fornisce loro il modello e il numero di serie dell'unità criogenica, che sono stampati all'interno. Dopo aver contattato il produttore, viene loro detto che l'unità è stata distrutta tre anni prima. Incapace di richiamare i suoi ricordi, cerca indizi sul suo passato cercando immagini e articoli di M.I.L.O. e trova il suo nome, Elizabeth (Liz) Hansen. Si rende conto di essere un medico criogenico. Trova suo marito, Léo Ferguson, e il suo numero di contatto accedendo ai suoi social media, ma quando chiama il suo numero risponde una donna. Dice alla donna di essere la moglie di Léo e chiede di parlargli. La donna sembra confusa e riattacca.

Un buon film di fantascienza, questo del regista francese specializzato in horror. Claustrofobico, al passo con i tempi, e dal basso budget, ma l'idea è buona, e la tensione regge.

A good science fiction film, this one from the French director specializing in horror. Claustrophobic, in step with the times, and low budget, but the idea is good, and the tension holds up.

20240409

A loving, beautiful, smart, funny, outgoing, and floral girl

Madison & Floral - Sign Language (2023)


Album di debutto molto godibile, questo per la band di Cincinnati, Ohio. Un quartetto con basso, due chitarre e batteria, dove cantano in tre, e si alternano clean ed unclean vocals, e quella pulita è femminile. Curioso il fatto che le due recensioni che ne ho letto siano agli antipodi (una dice che è un disco superfluo, l'altra dice che è un disco che cambia la situazione). La verità sta in mezzo, come spesso accade: c'è del grunge, dello shoegaze, del post-hardcore, e spesso alla fine pare di ascoltare del metalcore senza parti in doppia cassa, ingentilito e quasi romanticizzato sia dalle liriche che dalla voce gradevolissima di Sarah Tolley


Very enjoyable debut album, this one from the band from Cincinnati, Ohio. A quartet with bass, two guitars and drums, where three of them sing, and clean and unclean vocals alternate, and the clean one is female. It's curious that the two reviews I read of it are polar opposites (one says it's a superfluous record, the other says it's a record that changes the situation). The truth lies in the middle, as often happens: there is grunge, shoegaze, post-hardcore, and often in the end it seems like you are listening to metalcore without parts in blast beat, refined and almost romanticized both by the lyrics and by the very pleasant voice by Sarah Tolley.

She Still Talks To Me

Lei mi parla ancora - Di Pupi Avati (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Giuseppe Sgarbi, detto Nino, amato farmacista storico di un tranquillo paese nella zona del delta del Po', è destabilizzato dalla morte dell'amata moglie Caterina detta Rina, dopo un amore durato 65 anni. E inizia a "sentirla". La figlia, nota editrice (Elisabetta Sgarbi, sorella di Vittorio), decide di assumere uno scrittore, affidandogli il compito di basarsi sulle memorie del padre, per scrivere il racconto delle loro vite.

Interessante film sulla storia del padre di due personaggi italiani famosi, con una coppia inedita ma sorprendente, Pozzetto/Sandrelli nei panni di Giuseppe e Caterina. A tratti toccante.

Interesting film on the story of the father of two famous Italian people, with a strange but surprising couple, Pozzetto/Sandrelli in the role of Giuseppe and Caterina. At times touching.

20240408

Come detto

As Spoken - Knull (2024)


Band di giovanissimi provenienti dal Tennessee, i Knoll sono cresciuti in maniera esponenziale nel percorso che li ha portati a questo loro terzo album in studio. Formatisi nel 2017, debuttano nel 2021 con Interstice e proseguono nel 2022 con Metempiric. Il confine della loro musica è da una parte un grindcore proveniente dall'hardcore, dall'altra un death metal oscuro e claustrofobico, con una spruzzata di noise che spesso sconfina nel free jazz. Tutto questo, condito da liriche che parlano di esoterismo, morte, occultismo e horror astratto, si è affinato in questi anni, a dispetto, ribadisco, della giovane età della band, fino a diventare una straordinaria arma di distruzione di orecchi. Un album di una violenza inaudita, ma ugualmente affascinante.


A band of very young people from Tennessee, Knoll have grown exponentially in the path that led them to this, their third studio album. Formed in 2017, they debut in 2021 with Interstice and continue in 2022 with Metempiric. The border of their music is on the one hand a grindcore coming from hardcore, on the other a dark and claustrophobic death metal, with a splash of noise that often borders on free jazz. All this, seasoned with lyrics that speak of esotericism, death, occultism and abstract horror, has refined itself in recent years, despite, I repeat, the young age of the band, to the point of becoming an extraordinary weapon of destruction of ears. An album of unprecedented violence, but equally fascinating.

Sull'orlo della guerra

Munich – The Edge of War - Di Christian Schwochow (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

Nel 1932, Hugh Legat e i suoi amici tedeschi Paul von Hartmann e la fidanzata di Paul, Lena, celebrano la loro laurea all'Università di Oxford. Hartmann insiste che Legat lo visiti a Monaco per sperimentare la "Nuova Germania". Sei anni dopo, Legat è distaccato dal Ministero degli Esteri britannico, lavorando come segretario privato del primo ministro Neville Chamberlain. L’Europa è sull’orlo della guerra. Chamberlain si sforza di ottenere la pace con Adolf Hitler ad ogni costo, anche se ciò significa consentire alla Germania di prendere il controllo dei Sudeti dalla Cecoslovacchia. Chamberlain scrive a Benito Mussolini nel tentativo di fermare l'azione militare; sembra che funzioni e Hitler è d'accordo, invitando Chamberlain e il primo ministro francese Édouard Daladier a Monaco per una conferenza.

Interessante "sottotrama" sull'inizio della Seconda Guerra Mondiale, personaggi storici si mescolano con alcuni sconosciuti, che cercano disperatamente una soluzione logica e compassionevole al disastro, tratto dal libro di Robert Harris Monaco. Cast che vede giovani leve e qualche vecchia conoscenza, svolgimento dal grande ritmo. Si vede che il regista è abituato più alla TV che al cinema, ma alla fine, il prodotto è piacevole.

Interesting "subplot" about the beginning of the Second World War, historical figures mix with some strangers, who desperately seek a logical and compassionate solution to the disaster, based on the book by Robert Harris Munich. Cast featuring young talent and some old acquaintances, with a great pace. You can tell that the director is more used to TV than cinema, but in the end, the product is enjoyable.

20240407

Carmina 2

Carmina y amén - Di Paco León (2014)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Dopo la morte inaspettata del marito, Carmina riesce a convincere la figlia María a tacere l'evento finché non siano trascorsi almeno due giorni e poter così riscuotere un pagamento straordinario dal defunto. Una volta nascosto il corpo, faranno tutto il possibile affinché la situazione non venga scoperta da nessuno nel popolare quartiere sivigliano in cui risiedono.

Sequel quasi doveroso per un film, Carmina o revienta, che in Spagna ha avuto un grande successo. Un personaggio protagonista indimenticabile, interpretato da un'attrice davvero spettacolare, soprattutto se si pensa che fino al film già citato del 2012, faceva la casalinga.

An almost necessary sequel to a film, Carmina o revienta, which had great success in Spain. An unforgettable protagonist character, played by a truly spectacular actress, especially if you consider that until the aforementioned 2012 film, she was a housewife.

20240406

Mazzo artificiale

Artificial Bouquet - Frail Body (2024)


Furore è la prima parola che mi viene in mente quando ascolto il nuovo, secondo album dei Frail Body, al loro secondo album dopo l'ottimo debutto del 2019 A Brief Memoriam. La band è assolutamente underground, non si trovano molte notizie su di loro on line, e infatti, come mi accorsi in colpevole ritardo del loro debutto, anche stavolta, se non fosse per i miei punti di riferimento del passaparola, mi sarei perso o accorto tardi di Artificial Bouquet. Un amico sostiene che questo è già il disco dell'anno: non è da escludere. I ragazzi, basati a Rockford, Illinois, hanno affinato quello che sul loro stesso sito viene definito screamo. Un disco al tempo stesso estremamente aggressivo e altamente emozionante. Il basso di Nic Kuczynski è qualcosa di incredibile, ed è senza dubbio la cosa che più mi colpisce dopo parecchi ascolti, seppure la batteria incessante di Nicholas Clemenson e gli intrecci tra la chitarra e le linee melodiche vocali (alternate a quelle urlate) di Lowell Shaffer (che si occupa anche delle sparute parti di piano) contribuiscano moltissimo alla riuscita del tutto. Ci troverete momenti nei quali la musica ricorda una slavina che travolge tutto, insieme ad altri nei quali, da un terremoto sonoro, emergono melodie bellissime e strazianti. Chi se li perde non saprà mai cosa si è perso.


Fury is the first word that comes to mind when I listen to the new, second album by Frail Body, their second album after the excellent 2019 debut A Brief Memoriam. The band is absolutely underground, there isn't much information about them online, and in fact, as I realized, guiltly later, of their debut, this time too, if it weren't for my word-of-mouth reference points, I would have gotten lost or noticed late of Artificial Bouquet. A friend claims that this is already the album of the year: it cannot be ruled out. The guys, based in Rockford, Illinois, have honed what their website calls screamo. A record that is both extremely aggressive and highly emotional. Nic Kuczynski's bass is something incredible, and is undoubtedly the thing that strikes me most after several listens, despite Nicholas Clemenson's incessant drums and the interweavings between the guitar and Lowell Shaffer (who also takes care of the sparse piano parts) vocal melodic lines (alternating with shouted ones) contribute greatly to the success of the whole. You will find moments in which the music recalls an avalanche that overwhelms everything, along with others in which, from a sonic earthquake, beautiful and heartbreaking melodies emerge. Anyone who misses them will never know what they missed.

Sul diventare un dio nella Florida centrale

On Becoming a God in Central Florida - Di Robert Funke and Matt Lutsky - Stagione 1 (10 episodi; Showtime) - 2019


Krystal Stubbs è una neo-mamma il cui marito, Travis, vende assicurazioni, ma si concentra principalmente sul lasciare il suo lavoro e vendere a tempo pieno la Founders American Merchandise (FAM). Sotto la pressione dei superiori di Travis, Krystal cerca di fare pressione sui capi del parco acquatico dove lei lavora, per rifornirsi solo dalla FAM. Quando alla fine questa manovra fallisce, punta i piedi con Travis e insiste che sosterrà le sue ambizioni solo se si impegnerà completamente nel suo lavoro assicurativo. Travis tuttavia si licenzia, e muore poco dopo in uno strano incidente che coinvolge un alligatore. Al funerale di Travis partecipa il fondatore della FAM, che esorta una scettica Krystal a mantenere la downline (i venditori che lui ha reclutato, in uno "schema Ponzi") di suo marito ma si rifiuta di fornirle qualsiasi compenso finanziario.

Ripensandoci, questa serie aveva del potenziale, ed è un peccato che la pandemia abbia reso non più fattibile la seconda stagione, seppur la serie fosse stata rinnovata. Un cast variegato e molto valido, un approccio da commedia satirica con tratti surreali, un tema sempre valido.

Looking back, this series had potential, and it's a shame that the pandemic made a second season no longer viable, even though the series was renewed. A varied and very valid cast, a satirical comedy approach with surreal features, an always valid theme.

20240405

Sangre sobre todo

Ozark - Di Bill Dubuque e Mark Williams - Stagione 4 (14 episodi; Netflix) - 2022

In un flash forward, i Byrde discutono di un imminente incontro  con l'FBI nel loro minivan quando vengono quasi colpiti da un camion in uno scontro frontale, con conseguente ribaltamento. Nel presente, gli ospiti di Navarro si godono la sua festa, mentre Marty e Wendy lavano i resti di Helen in un bagno. Alla festa, Navarro dice loro che sono considerati celebrità perché hanno provocato un'azione militare contro il cartello di Lagunas. Navarro presenta suo nipote Javier, che vuole assumere un ruolo di leadership, e chiede come convinceranno Darlene a smettere di vendere eroina; affermano che stanno procedendo con cautela a causa del controllo di Darlene sullo sceriffo Nix. Jonah dà le ceneri di Ben a Ruth. In un incontro con Marty e Wendy, Navarro dice che Javi è impaziente di prendere il comando e li ucciderà tutti se si accorge di qualche debolezza. Navarro chiede ai Byrde di mediare un accordo che gli consenta di ritirarsi senza essere processato. Wendy è scettica, ma Marty accetta di provare. L'investigatore privato Mel Sattem tenta di trovare Helen in modo che possa firmare i documenti relativi al suo divorzio. Nix visita la casa di Helen su suggerimento di Sattem, dove Javi apre la porta. Javi uccide Nix e consegna il corpo ai Byrde per lo smaltimento nel loro crematorio, assistito da Jonah.

Una stagione finale letteralmente con i fuochi d'artificio. Scritta, recitata, congegnata dannatamente bene. Una delle migliori serie viste negli ultimi anni. E pensare che l'ho iniziata con scetticismo. Non ve la perdete.

A final season literally with fireworks. Written, acted, put together damn well. One of the best series seen in recent years. And to think I started it with skepticism. Don't miss it.

20240404

Inferno personale

Self Hell - While She Sleeps (2024)


Sesto album in studio per la band di Sheffield UK, che continuano, concetto espresso già in passato a loro proposito (perdonatemi), su una strada che sta (ancora: secondo me) esattamente tra quella imboccata dagli Architects e l'altra dei Bring Me the Horizon. Metalcore estremamente orecchiabile, chitarre pompatissime ma anche tanta elettronica, grandi ganci melodici, vigore, potenza, il tutto alla ricerca di un po' di felicità in questo mondo incerto.


Sixth studio album for the Sheffield UK band, who continue, a concept already expressed in the past about them (forgive me), on a path that is (again: in my opinion) exactly between that taken by Architects and that of Bring Me the Horizon. Extremely catchy metalcore, pumped guitars but also a lot of electronics, great melodic hooks, vigor, power, all in search of a little happiness in this uncertain world.

Dei americani

American Gods - Di Neil Gaiman (2001)

Shadow è un ex detenuto che esce di prigione tre giorni prima quando sua moglie Laura rimane uccisa in un incidente stradale. Shadow è devastato dalla sua morte ed è sconvolto nell'apprendere che è morta insieme al suo migliore amico Robbie, con il quale aveva una relazione. Accetta un lavoro come guardia del corpo per un misterioso truffatore, Mr. Wednesday, e viaggia con lui attraverso gli Stati Uniti, visitando i conoscenti di Wednesday. Shadow incontra un folletto di nome Mad Sweeney, che dà a Shadow una magica moneta d'oro dopo che Shadow lo ha battuto in un combattimento. Shadow in seguito lancia la moneta nella tomba di sua moglie al suo funerale, riportandola inavvertitamente in vita come un revenant semi-vivente. Shadow incontra Czernobog e le sorelle Zorya. Una delle sorelle regala a Shadow una moneta d'argento, proveniente dalla Luna, che lo proteggerà. Shadow scopre che Wednesday è un'incarnazione di Odino il Padre di Tutti e che sta reclutando manifestazioni americane degli Antichi Dei, i cui poteri sono diminuiti man mano che i loro credenti sono diminuiti di numero, per partecipare a una battaglia contro le manifestazioni dei Nuovi Dei americani. della vita moderna e della tecnologia (che è ciò che la maggior parte degli americani ora inavvertitamente adora), come Internet, i media e i moderni mezzi di trasporto. Shadow incontra molti degli alleati di mercoledì, tra cui Mr. Nancy (Anansi), Easter (Ēostre), Whiskey Jack (Wisakedjak) e John Chapman (Johnny Appleseed).

Ripensando a questo libro, letto su consiglio di un amico che leggeva del mio parziale disappunto in merito alla trasposizione televisiva, ammetto che essendo l'unico libro che a oggi ho letto del grande autore inglese, l'idea apre una ferita: vorrei aver letto molte più cose di Gaiman. Geniale, surreale a tratti ma pescando a piene mani dalla storia delle religioni e non solo, enorme riflessione sulla modernità. Davvero, non si può chiedere di più ad un libro, e aggiungo che alla fine, ho capito perfettamente il perché fosse impossibile renderne il fascino con una serie TV.

Thinking back to this book, read on the advice of a friend who read about my partial disappointment regarding the television adaptation, I admit that being the only book I have read by the great English author to date, the idea opens up a wound: I wish I had read a lot more Gaiman stuff. Brilliant, surreal at times but drawing heavily from the history of religions and beyond, an enormous reflection on modernity. Really, you can't ask for more from a book, and I add that in the end, I understood perfectly why it was impossible to convey its charm with a TV series.

20240403

La divina ghiottoneria

La Divina Gula - Di Juan Márquez, Nacho Gil e Laura Woldenberg - Stagione 1 (6 episodi; Netflix) - 2022

"Benvenuti in una stravaganza culinaria, una poesia visiva sull'ingegnosità gastronomica messicana e sui sapori eccentrici e deliziosi che valgono i dolori di stomaco."

Ho sposato completamente la filosofia del prof. Alberto Grandi (Denominazione di Origine Inventata), unendola alla mia curiosità per tutto quello che c'è di là dai confini italiani, e sfruttando diverse serie documentario di Netflix, ho approfondito conoscenze che viaggiando avevo solo sfiorato. Questa docu-serie sullo street food messicano è molto divertente, esagerata così come quel popolo, ed è un passatempo piacevole.

I completely embraced the professor Alberto Grandi philosophy (Invented Designation of Origin), combining it with my curiosity for everything that exists beyond the Italian borders, and taking advantage of various Netflix documentary series, I have deepened knowledge that I had only touched upon while travelling. This docu-series on Mexican street food is very funny, exaggerated like that people, and it's a pleasant pastime.

20240402

Bastardi della felicità

Happiness Bastards - The Black Crowes (2024)


Nono album in studio per la band di Atlanta, Georgia, band dalla storia a dir poco movimentata. Il disco arriva dopo l'ennesima riformazione del 2019, e a distanza di quindici anni dall'ultimo materiale originale (Before the Frost...Until the Freeze del 2009). I fratelli Robinson sono ovviamente l'unica costante (nella formazione ufficiale, oltre a loro, attualmente figura solo Sven Pipien al basso, per il resto solo touring musicians), e quello che voglio dirvi a proposito di questo disco è che gli anni passano, ma come ti fanno muovere il culo i Black Crowes non ce n'è. Giuro. Provate.


Ninth studio album for the band from Atlanta, Georgia, a band with a checkered history to say the least. The album arrives after yet another reunion in 2019, and fifteen years after the last original material (Before the Frost...Until the Freeze in 2009). The Robinson brothers are obviously the only constant (in the official line-up, in addition to them, currently only Sven Pipien is on bass, the rest only touring musicians), and what I want to tell you about this album is that the years are passing by, but how The Black Crowes make you move your ass there is none. I swear. Try it.

Apro a malapena gli occhi

À peine j'ouvre les yeux - Di Leyla Bouzid (2015)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)


In Tunisia, nell'estate del 2010, la diciottenne Farah Kallel conclude gli esami scolastici e si prepara per entrare all'università. Nel frattempo è entrata in una band e frequenta segretamente il liutista Borhène. All'insaputa di Farah, la sua band è già sorvegliata dalla polizia, poiché le loro canzoni criticano l'attuale governo. La madre di Farah, Hayet (Ghalia Benali) riceve la visita di un vecchio amico, Moncef, che la avverte del coinvolgimento della polizia e la avverte di badare a sua figlia. Tuttavia, la notte del loro primo concerto, Farah chiude a chiave sua madre nella sua stanza e scappa per cantare al concerto. La performance va bene, dando a Farah la fiducia necessaria per continuare con le sue attività musicali, nonostante Hayet volesse che Farah studiasse medicina all'università.

Promettente debutto nel lungometraggio per la regista tunisina, che sceglie come tema, il femminismo nella società araba e lo ambienta durante la cosiddetta Rivoluzione dei gelsomini. Merita senza dubbio uno sguardo e di essere tenuta d'occhio nel futuro.

Promising feature film debut for the Tunisian director, who chooses feminism in Arab society as her theme and sets it during the so-called Tunisian Revolution. She is definitely worth a look and to keep an eye on in the future.

20240401

LatinAmerica

America Latina - Di Damiano and Fabio D'Innocenzo (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

La provincia italiana di Latina: La vita del cortese e tranquillo dentista Massimo Sisti sembra perfetta. Possiede uno studio, è felicemente sposato e ha due figli. Massimo vive in una villa in una posizione tranquilla con la moglie Alessandra e le figlie Laura e Ilenia in crescita. Adora la sua famiglia e vive una vita radicata nel sacrificio e nell'onestà. Quando Massimo entra nel suo seminterrato in una normale giornata primaverile, scopre una ragazza legata e imbavagliata. Sisti non ha idea di come la ragazza sia arrivata lì. La ragazza si comporta in modo provocatorio e aggressivo e rifiuta violentemente il suo aiuto. Non sa cosa fare adesso, quindi tiene la ragazza prigioniera nel seminterrato e per il momento segreta alla sua famiglia.

Terzo lungometraggio per i fratelli romani, che, come si dice dalle loro parti, hanno "fatto il botto" col precedente Favolacce, creando così una grande aspettativa su questo film. Molto ben fatto a livello estetico, a mio modesto parere un passo indietro dal punto di vista del contenuto: forse purtroppo, forse no, questa storia l'abbiamo già vista più volte.

Third feature film for the Roman brothers, who became big with the previous Favolacce, thus creating great expectations for this film. Very well done on an aesthetic level, in my humble opinion a step backwards in terms of content: perhaps unfortunately, perhaps not, we have already seen this story several times.

20240331

Giacche gialle

Yellowjackets - Di Ashley Lyle and Bart Nickerson - Stagioni 1/2 (10/9 episodi; Showtime) - 2021/2023


Nel 1996, una squadra di calcio femminile di una scuola superiore del New Jersey si reca a Seattle per un torneo nazionale. Mentre sorvolano il Canada, il loro aereo si schianta nel deserto e i membri sopravvissuti della squadra rimangono bloccati per diciannove mesi. La serie racconta i loro tentativi di sopravvivere mentre alcuni membri della squadra sono spinti al cannibalismo. Si concentra anche sulle vite dei sopravvissuti 25 anni dopo, nel 2021, poiché gli eventi del loro calvario continuano a influenzarli molti anni dopo il loro salvataggio.

Serie estremamente ambiziosa, questa che inizialmente era stata proposta ad HBO, rifiutata in quanto giudicata avere alcune similarità (non so veramente in cosa) con Euphoria. Un cast quasi tutto al femminile e molto importante, nelle "versioni adulte" delle protagoniste, estremamente promettente nelle "versioni adolescenti", molto stratificato nella quantità di argomenti trattati, ma, personalmente, un po' vago nelle intenzioni. La prossima stagione dovrebbe arrivare nel 2025, e ovviamente, la vedremo. Dico, io e voi.

An extremely ambitious series, this one was initially proposed to HBO, but was rejected as it was judged to have some similarities (I don't really know what) with Euphoria. An almost all-female and very important cast, in the "adult versions" of the protagonists, extremely promising in the "adolescent versions", very stratified in the quantity of topics covered, but, personally, a little vague in intentions. The next season is expected to arrive in 2025, and of course, we will see it. I say, you and me.

20240330

(Eroe) قهرمان

A Hero - Di Asghar Farhadi (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Rahim Soltani viene temporaneamente rilasciato dal carcere per un periodo di due giorni per saldare un debito non pagato di 150.000 toman nei confronti di suo cognato Bahram. L'amante di Rahim, Farkondeh, ha trovato una borsa smarrita contenente diverse monete d'oro, che entrambi tentano di vendere per ripagare il debito, ma scoprono che l'oro ha perso valore al punto che Rahim non può ripagare completamente Bahram. Nel frattempo va a vivere con la sorella Malileh e suo marito Hossein. Malileh scopre la borsa e le monete e affronta Rahim al riguardo, portando Rahim a cercare il proprietario originale della borsa e restituirgliela. Dopo che il proprietario originale viene a reclamare la borsa (che Rahim afferma di aver trovato), Rahim viene elogiato per il suo atto altruista e la sua storia viene coperta dai media prima di tornare in prigione e diventare una celebrità locale. Bahram si insospettisce subito della storia di Rahim, credendo che stia cercando di ripristinare la sua immagine e lasciare la prigione per fermare l'imminente secondo matrimonio della sua ex moglie. La prigione inizia a organizzare il rilascio di Rahim.

E' paradossale, ma nonostante una delle frasi riportate sulla locandina sia "uno dei migliori film di Farhadi", A Hero è probabilmente uno dei meno potenti, insieme ai due film "stranieri", Il passato e Tutti lo sanno, ai quali è comunque superiore. La solita sceneggiatura "ad orologeria", è un po' come se il regista stesso stia riprendendo a pensare come raccontare la disperazione del suo paese, un po' alla volta, cercando di tornare alle vette de Il cliente.

It's paradoxical, but despite one of the phrases on the poster being "one of Farhadi's best films", A Hero is probably one of the least powerful, together with the two "foreign" films, The Past and Everybody Knows, to which it is however superior. The usual "clockwork" script, it's a bit as if the director himself is starting to think again about how to tell the desperation of his country, little by little, trying to return to the heights of The Client.

20240329

Inestinguibile

Unextinct - Hideous Divinity (2024)


Gli Hideous Divinity sono una band italiana, di Roma, formatasi nel 2007. Questo è il loro quinto album, e fino a una settimana fa non li avevo mai sentiti neppure nominare, ma questo è il bello di avere conoscenze che ascoltano musica di tutti i tipi e di essere curiosi. Un disco e una produzione che non ha assolutamente nulla da invidiare ad altre che vengono da oltre confine, un technical death metal eseguito in maniera superba da quattro musicisti dalla grande tecnica, e liriche non banali ispirate al cinema e alla filosofia. Un disco che non dà tregua. 


Hideous Divinity are an Italian band from Rome, formed in 2007. This is their fifth album, and until a week ago I had never even heard of them, but that's the beauty of having acquaintances who listen to music of every genre and to be curious. A record and a production that has absolutely nothing to envy to others that come from across the border, a technical death metal performed superbly by four musicians with great technique, and non-trivial lyrics inspired by cinema and philosophy. A record that gives no respite.

Paradiso o Inferno

After Life - Di Ricky Gervais - Stagione 3 (6 episodi; Netflix) - 2022

Tony, che continua a tenere Emma a debita distanza, accetta con riluttanza di andare a casa di Matt per un giro di drink. Brian si imbatte in un volto familiare.

Nonostante tutto il bene che si può volere a Gervais, ed apprezzare moltissimo il tentativo di sondare il dolore dell'animo umano, la riflessione anti-suicida, con un sorriso cattivissimo sulle labbra, After Life alla terza stagione perde decisamente la sua spinta propulsiva. Una chiusura ci voleva, ma ci si aspettava qualche cosa di più.

Despite all the love that one may have for Gervais, and greatly appreciate the attempt to probe the pain of the human soul, the anti-suicidal reflection, with a wicked smile on the lips, After Life in the third season definitely loses its propulsive drive. A closure was needed, but something more was expected.

20240328

Qualcosa nella stanza che si muove

Something in the Room She Moves - Julia Holter (2024)


Julia Holter: quando esce un disco nuovo, ogni volta mi spavento un poco. Perché è estremamente difficile anche solo descrivere la sua musica. Ve ne ho parlato spesso, negli ultimi anni, quasi ogni volta per le sue nuove uscite. Sono di nuovo qui per dirvi due parole su questo nuovo disco, con un titolo che ricorda vagamente l'altro del 2017 (In the Same Room), e che ha una splendida copertina, oltre ad essere ispirato parzialmente dalla nascita di sua figlia. Un disco al quale ancora una volta, l'etichetta art pop si addice perfettamente, tenendo conto che il "pop" c'è, molto sotto, in alcuni brani, ma certamente non è possibile definirlo semplice. E', come sempre, stratificato, complesso, etereo, quasi jazz, quasi ambient, fatto di sensazioni soffuse, dilatate. Solo per chi ama la sfida.
Julia Holter: when a new album comes out, I get a little scared every time. Because it's extremely difficult to even describe her music. I've talked to you about her often in recent years, almost every time for her new releases. I'm here again to tell you a few words about this new album, with a title that vaguely recalls the other from 2017 (In the Same Room), and which has a splendid cover, as well as being partially inspired by the birth of her daughter. A record to which, once again, the art pop label is perfectly suited, taking into account that the "pop" is there, very underneath, in some songs, but it certainly cannot be defined as simple. It is, as always, layered, complex, ethereal, almost jazz, almost ambient, made of suffused, dilated sensations. Only for those who love the challenge.

Ritorno sotto copertura

Undercover - Di Nico Moolenaar - Stagione 3 (8 episodi ciascuna; Eén) - 2021


A Bob viene chiesto di smascherare una talpa che lavora per la polizia e passa informazioni a una banda di trafficanti di droga turchi. Tutto questo in via ufficiosa, perché non è più un agente sotto copertura. Durante la sua indagine iniziale, incontra Ferry, che sta cercando di fare affari con la banda. Bob scatta foto dell'evento, sapendo che Ferry sta violando le sue regole sulla libertà condizionale. Usando il ricatto, Bob riesce a convincere Ferry a collaborare e ad infiltrarsi insieme nella banda turca. Una collaborazione che si rivelerà complicata.

Nonostante la reiterazione non porti sempre a buoni risultati, anche la terza stagione di Undercover non mi è affatto dispiaciuta. Il team di sceneggiatori è riuscito a mettere in piedi anche stavolta un bell'oggettino ad orologeria, con una suspense da far invidia a molte serie poliziesche più osannate.

Even though repetition doesn't always lead to good results, I didn't displease the third season of Undercover at all. The team of screenwriters managed to put together a nice little clockwork object this time too, with a suspense that would be the envy of many more acclaimed detective series.

20240327

Sono straniero

Eg Er Framand - Sylvaine (2024)


Questo EP della cantautrice norvegese, oltre ad essere estremamente suggestivo, mi dimostra che non avevo per niente sbagliato ad accostarla a Myrkur: il percorso è molto simile, anche se probabilmente Sylvaine tornerà al suo classico blackgaze con il prossimo album. Consta di tre traditional norvegesi più tre canzoni originali, tutte senza chitarre e senza percussioni, sulle quali la sua voce soave, si eleva e fa sognare.


This EP by the Norwegian singer-songwriter, in addition to being extremely suggestive, shows me that I wasn't wrong at all in comparing her to Myrkur: the path is very similar, even if Sylvaine will probably return to her classic blackgaze with the next album. It consists of three traditional Norwegian songs plus three original songs, all without guitars and without percussion, on which her sweet voice rises and makes you dream.

Socrate

Sócrates - Di Alexandre Moratto (2018)
Giudizio sintetico: da vedere (4/5)


Dopo la morte improvvisa di sua madre, Sócrates, un quindicenne che vive ai margini della costa di San Paolo, deve sopravvivere da solo facendo i conti con il suo dolore, la terribile situazione economica, i conflitti familiari, l'omofobia, gli abusi, la lussuria e Amore.

Una meraviglia di film, pensando anche che è un debutto sia per il regista che per il protagonista principale. Un critico ha scritto che "Sócrates usa la storia di un ragazzo per sondare il polso di una nazione": avrei voluto dirvelo io, mi limito a riportarlo e ad assentire. Cercatelo, vedetelo.

A marvel of a film, also considering that it is a debut for both the director and the main protagonist. One critic wrote that "Sócrates uses the story of a boy to test the pulse of a nation": I would have liked to tell you, I'll just report it and agree. Look for it, see it.

20240326

Pozzo più profondo

Deeper Well - Kacey Musgraves (2024)


A mio parere, con il sesto disco Kacey Musgraves torna ad essere una cantautrice country credibile e solida, dopo lo scarso quindi album Star-Crossed. La sua incantevole voce torna a cantare canzoni ben scritte, e nonostante qualche esempio di grande successo, di colleghe che sono passate dal country classico ad un pop a tutto tondo, Kacey non pare interessata ad inseguire quelle sirene.


In my opinion, with the sixth album Kacey Musgraves returns to being a credible and solid country singer-songwriter, after the then poor album Star-Crossed. Her enchanting voice returns to sing well-written songs, and despite some very successful examples of colleagues who have gone from classic country to all-round pop, Kacey doesn't seem interested in chasing those sirens.

Capital and most populous city of the U.S. state of Georgia

Atlanta - Di Donald Glover - Stagioni 1, 2, 3 e 4 (10+11+10+10 episodi; FX) - 2016/2022

La serie segue Earn nella sua vita quotidiana ad Atlanta, in Georgia, mentre cerca di riscattarsi agli occhi della sua ex fidanzata Van, che è anche la madre di sua figlia Lottie, così come dei suoi genitori e di suo cugino Alfred, che rappa sotto il nome d'arte "Paper Boi". Dopo aver abbandonato l'Università di Princeton, Earn non ha soldi né casa e di conseguenza alterna la permanenza con i suoi genitori e con la sua ex ragazza. Una volta che si rende conto che suo cugino è sull'orlo della celebrità, cerca di riconnettersi con lui per migliorare la sua vita e quella di sua figlia. Sebbene esista una storia generale che descrive le difficoltà di Earn e Paper Boi mentre quest'ultimo ascende attraverso la scena hip hop, la serie si distingue anche per l'uso di "episodi bottiglia" ed indipendenti, che spesso non presentano il cast principale.

Surreale è l'aggettivo che viene automatico associare a questa spettacolare serie generata dalla mente geniale di Glover, anche protagonista nei panni di Earn, ma bisogna almeno dire che non è solo quello. Parla di razza, classi sociali, identità, sogno americano, esistenzialismo e moderna cultura afroamericana vista attraverso una lente afro-surrealista. E' spesso geniale, richiede impegno, fa molto ridere e fa molto pensare. E' una delle cose migliori viste negli ultimi anni.

Surreal is the adjective that is automatically associated with this spectacular series generated by the brilliant mind of Glover, also the protagonist in the role of Earn, but it must at least be said that it is not only that. It's about race, class, identity, the American dream, existentialism, and modern African-American culture seen through an Afro-surrealist lens. It's often brilliant, requires commitment, makes you laugh a lot and makes you think a lot. It's one of the best things I've seen in recent years.

20240325

10.000 volt

10,000 Volts - Ace Frehley (2024)


Ottavo album solista per The Spaceman, chitarrista (e cantante, seppur non al livello di come suona la chitarra) che, come probabilmente saprete già, tengo in grande stima per essere stato, per lunghi anni (i migliori), il chitarrista solista dei Kiss. Quasi 73 anni, un hard rock senza troppi fronzoli ma pure senza concessioni al pop, per carità, tutto molto prevedibile, ma come al solito, tanto di cappello a lui e alla sua carriera.


Eighth solo album for The Spaceman, guitarist (and singer, albeit not at the level of how he plays the guitar) who, as you probably already know, I hold in high esteem for having been, for many years (the best times), the lead guitarist of Kiss . Almost 73 years old, hard rock without too many frills but also without concessions to pop, for goodness sake, all very predictable, but as usual, hats off to him and his career.

Sette prigionieri

7 Prisioneiros - Di Alexandre Moratto (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Mateus, 18 anni, lascia la campagna in cerca di un'opportunità di lavoro in una discarica di San Paolo. Una volta lì, Mateus e alcuni altri ragazzi diventano vittime di un sistema di lavoro analogo alla moderna schiavitù gestito da Luca, costringendo Mateus a prendere la difficile decisione tra lavorare per l'uomo che lo ha ridotto in schiavitù o rischiare il futuro suo e della sua famiglia ribellandosi per non divenire complice.

Impreziosito dalla magnetica presenza di Rodrigo Santoro (Luca), un attore brasiliano che ha lavorato anche negli USA per una carriera fin troppo sottovalutata, ben "fronteggiato" dal giovane Christian Malheiros, che il regista Moratto si porta dietro dal suo debutto (Sócrates), questo film è ben fatto e riesce ad angosciare lo spettatore con (purtroppo) una ordinaria storia di schiavitù moderna.

Embellished by the magnetic presence of Rodrigo Santoro (Luca), a Brazilian actor who has also worked in the USA for an all too underrated career, well "fronted" by the young Christian Malheiros, who director Moratto has brought with him since his debut (Sócrates), this film is well made and manages to distress the viewer with (unfortunately) an ordinary story of modern slavery.

20240324

Francia

France - Di Bruno Dumont (2021)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

France de Meurs è la star reporter di un popolare telegiornale televisivo francese. Grazie al suo fascino e ai resoconti incisivi dalle zone di guerra, interpreta il ruolo di una giornalista onesta e integerrima. Tuttavia, quando guardiamo l'altro lato delle riprese sul posto, ci rendiamo conto che la sua preoccupazione non è solo la rigorosa verità giornalistica, ma anche la messa in scena di sequenze che la mettono in risalto al meglio. Viene costantemente spinta in questa direzione da Lou, il suo cinico assistente. È sposata con Fred, un autore, e ha un figlio, Jojo, ma il suo rapporto con loro è molto teso e il suo lavoro occupa gran parte del suo tempo.

Il regista francese stavolta riflette sulla fragile condizione della popolarità. Una grande Léa Seydoux giganteggia per tutto il film, ma è vero che da un potente visionario quale Dumont, mi sarei aspettato qualcosa di ancora più forte.

This time the French director reflects on the fragile condition of popularity. A great Léa Seydoux towers throughout the film, but it is true that from a powerful visionary like Dumont, I would have expected something even stronger.

20240323

Il problema della nascita

The Trouble with Being Born - Di Sandra Wollner (2020)
Giudizio sintetico: da vedere (4/5)

Il film esplora il topos dell'uomo artificiale, qui presentato in modo insolito concentrandosi sul livello emotivo. Elli è un androide, una macchina, a forma di ragazza, nonché un robot sessuale. Elli vive con Georg, che lei chiama "papà". Trascorrono l'estate, nuotando in piscina durante il giorno e la sera lui la porta a letto con lui. Georg ha creato Elli da un ricordo personale, per rendersi felice. Un ricordo che non significa niente per lei e tutto per lui. Per Elli, è semplicemente la programmazione che segue. Ma ad un certo punto, Elli incontra il suo modello di vita reale.

Film altamente disturbante, e, come lo ha definito un giornale australiano, "stranamente morale". Le riflessioni non solo sull'intelligenza artificiale, ma soprattutto sui fantasmi degli esseri umani, sono molteplici.

Highly disturbing film, and, as one Australian newspaper called it, "strangely moral". There are many reflections not only on artificial intelligence, but above all on the ghosts of human beings.

20240322

Saggio profondo

Deep Sage - Gouge Away (2024)


Dopo sei anni dal precedente Burnt Sugar, ecco il terzo album per la band proveniente dalla Florida. Sempre molto potente e "fisico", sempre molto Sonic Youth, sempre molto divertente e fresco da ascoltare, la mia impressione è stata che in qualche episodio i Gouge Away provino a rallentare, a frenare leggermente la loro aggressività, per dare un'occhiata ad altri percorsi, leggermente alternativi. La voce di Christina diventa pulita, crea un contrasto interessante con la potenza del suono. Si intravedono, quindi, nuovi orizzonti, e chissà che riescano a creare qualcosa di diverso nel prossimo futuro.


Six years after the previous Burnt Sugar, here is the third album for the band from Florida. Always very powerful and "physical", always very Sonic Youth, always very fun and fresh to listen to, my impression was that in some episodes Gouge Away try to slow down, to slightly slow down their aggression, to take a look at other routes, slightly alternative. Christina's voice becomes clean, creates an interesting contrast with the power of the sound. We can therefore glimpse new horizons, and who knows whether they will be able to create something different in the near future.