No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20180712

It's Marcella again

Marcella - di Hans Rosenfeldt e Nicola Larder - Stagione 2 (8 episodi; ITV) - 2018

Marcella Backland è tornata; stavolta si trova ad investigare su un serial killer di bambini. Sembrano invischiati in questa storia un pedofilo segnalato, un arrogante milionario, una rockstar degli anni '70 con il vizietto delle minorenni, e strani simboli che sembrano legati alla stregoneria. Marcella non ha ancora superato né la sua separazione dall'ex marito Jason, che si è fidanzato con la sua infermiera di riabilitazione, cosa che incattivisce la lotta per la custodia dei due figli, e neppure i suoi misteriosi blackout, per i quali finalmente, cerca di farsi aiutare (con l'ipnosi).

Nonostante, come vi ho sempre ripetuto, non sia un appassionato dei noir o dei polizieschi, quelli scandinavi esercitano su di me un fascino particolare. Forse vi sarà sfuggito, ma Marcella fa parte di questo genere, seppur ambientato in una Londra in chiaroscuro: la penna dietro a tutto è quella di Hans Rosenfeldt, quello di Bron/Broen. Insomma: anche la seconda stagione di Marcella mi ha lasciato soddisfatto, e con la voglia di averne ancora. Non c'è ancora niente di certo, perché come sapete, in UK non sono così schematici e veloci come negli US, ma lo spero davvero.

Although, as I have always told you, I am not a fan of noir or police series, the Nordic ones exert a special charm on me. Maybe you will have missed it, but Marcella is part of this genre, although set in a London in light and dark: the pen behind everything is that of Hans Rosenfeldt, that of Bron / Broen. In short: even the second season of Marcella left me satisfied, and with the desire to have more. There is still nothing certain, because as you know, in the UK are not as schematic and fast as in the US, but I really hope so.

Nessun commento: