No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160922

Vivo

Alive! - Kiss (1975)

Ragazzi, che disco di hard rock questo. Quarto lavoro per la band newyorkese, primo disco live dopo la tripletta iniziale di dischi in studio, che non aveva dato i risultati sperati, frutto anche di problemi finanziari dell'etichetta discografica. Lungo dibattito sulle sovraincisioni, ma il fatto è che questo disco, che ovviamente comprende una scaletta fatta da pezzi dei precedenti Kiss, Hotter Than Hell e Dressed to Kill, è favoloso. Personalmente, ci ho messo un po' ad apprezzarlo, visto che l'imprinting musicale kissomane era stato quello di Alive II, e paradossalmente, i mezzi finanziari e le tecniche di registrazioni avevano fatto grandi passi avanti in quell'intervallo di soli due anni (quelli che intercorrono tra il 1975, anno d'uscita di Alive! e il 1977, anno d'uscita di Alive II), ma la ruvidezza e la maestria hard rock di una band, spesso considerata come di pagliacci, ma che ha al contrario influenzato centinaia di musicisti affermati, e milioni di ascoltatori di musica negli anni a venire, è innegabile, soprattutto su questo disco.
Difficile segnalare qualcosa, ma quello che posso dirvi, da fan di vecchia data, è che il mio pezzo preferito rimane la versione di C'mon and Love Me, e che le versioni che sono rimaste epocali sono quelle di Deuce, Strutter, Firehouse, 100,000 Years, Cold Gin, Rock and Roll All Nite; quello che vi posso dire, è che troverete bellezza rock in ogni sfumatura di questo disco epocale, e che i Kiss non hanno niente da invidiare a band hard rock maggiormente considerate dalla critica.
Il titolo è un omaggio agli Slade, la band inglese molto apprezzata dai Kiss, che nel 1972 avevano fatto uscire un disco dal titolo Slade Alive!



Boy, what a hard rock record that. Fourth work for the New York band's, first live album after the initial triplet of studio records, which had not yielded the expected results, also the result of their record label financial problems. Long debate on the supposed overdubs, but the fact is that this disk, which of course includes a set list made from tracks of previous Kiss, Hotter Than Hell and Dressed to Kill, it's fabulous. Personally, I took me a while to appreciate it, since the musical imprinting of a kiss-maniac had been given to me from Alive II, and paradoxically, the financial means and the recording techniques had been made great strides in that interval of only two years (those between 1975, the year of release of Alive!, and 1977, the year of Alive II output), but the roughness and the mastery of a hard rock band, often regarded as clowns, but that on the contrary influenced hundreds of accomplished musicians, and millions of music listeners for years to come, it is undeniable, especially on this record.
Difficult to report something, but what I can tell you, as a fan of long standing, is that my favorite track is the version of C'mon and Love Me, and that the versions that were momentous are those of Deuce, Strutter, Firehouse, 100,000 Years, Cold Gin, Rock and Roll All Nite; and what I can tell, it is that you will find rock beauty in every nuance of this epoch-making album, and that Kiss have nothing to envy to hard rock band considered more from the critics.
The title is an homage to Slade, a band Kiss loved; they had a record called Slade Alive! in 1972.

2 commenti:

monty ha detto...

Ma tu guarda la combinazione, l'ho comprato in CD non più tardi di qualche settimana fa

jumbolo ha detto...

Ottimo!