No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20150315

My Baby Don't Understand Me. Anymore

Natalie Prass - Natalie Prass (2015)

Ci si può innamorare di un disco dopo un solo minuto? La risposta è si. Provate con questo folgorante e delicatissimo debutto di questa signorina statunitense, della quale si sa ancora pochissimo, se non che viene dalla Tidewater region della Virginia, che ha 29 anni e che uno dei due produttori del disco è Matthew E. White, del quale avevamo parlato qua. Comincia la sua carriera musicale come tastierista per Jenny Lewis, dopo un'audizione fatta da un video demo registrato col suo iPhone, si presenta "aprendo" questo 2015 con un lavoro che è già stato osannato da Pitchfork, e quei ragazzacci di Rumore mi hanno convinto ad ascoltarla: è stato subito amore, come ho detto, dopo poco più di un minuto della stupenda, bellissima, meravigliosa My Baby Don't Understand Me ("And our love was young/We could make the whole world crumble/Although with one word/He could turn it all the way around"), praticamente quando dopo l'intro soffice, passa al ritornello, sale di tono con "to cry" e poi via discorrendo.
Arrangiato e prodotto impeccabilmente, questo disco che porta semplicemente il nome della ragazza inanella nove tracce una più bella dell'altra, canzoni talmente semplici che spaventano da tanto sembrano spontanee, e lasciano il segno.
Se è nata una stella, lo vedremo, abbiamo visto molte cantautrici promettenti perdersi per strada. Per il momento, godiamoci questo spettacolare debutto, che potremmo addirittura ritrovare anche a fine anno, quando tireremo le somme.



Do you think could you fall in love of a record, after just one minute of listening? It's happened to me, with this amazing debut album of the american female songwriter Natalie Prass, and his beautiful "My Baby Don't Understand Me". Please, try it. You can thank me later.

Nessun commento: