No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20170526

Vienna (Austria) - Maggio 2017 (2)

Eccomi quindi alla visita dei cosiddetti tesori imperiali asburgici, impressionante collezione di argenteria, porcellane ed altre cose alle quali io non sono particolarmente interessato, e alle stanze della residenza di città appartenute a Francesco Giuseppe e a Sissi.

Parlamento
Il museo di Storia Naturale
Il "Kunst"
Äußeres Burgtor
Ancora il "Kunst"
Teseo e il centauro, di (ovviamente) Antonio Canova, in bella mostra all'interno del Kunst
Scorrazzando nella U-Bahn

L'ora si è fatta, esco, do un'occhiata esterna al Rathaus, al Palazzo del Parlamento, ed eccomi nella piazza dedicata a Maria Teresa d'Austria, da dove accedo al Museo della Storia dell'Arte. Qua, alla ricerca della Salita al Calvario (con relativo retro) del mio preferito, interessante collezione di italiani (Caravaggio, Giorgione, Tiziano), e dei bei Brueghel (il Vecchio) e Rubens. Esco e mi dirigo all'Accademia delle Belle Arti, dove mi attende, si fa per dire, il Trittico del Giudizio di Vienna (titolo secondo me un po' ingannevole, l'originale fiammingo è, tradotto alla lettera, "Il giorno del giudizio", e infatti in inglese viene tradotto con "The Last Judgment"), insieme ad altro. Esco e s'è fatta una certa. Visto che la prossima meta non è vicinissima, decido di riprendere la metro, quindi torno a Karlsplatz e mangio qualcosa al volo sottoterra.

Nessun commento: