No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20150224

L'uomo/uccello, o l'imprevedibile virtù dell'ignoranza

Birdman or (The Unexpected Virtue of Ignorance) - di Alejandro González Iñárritu (2014)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Broadway. Riggan Thompson è un attore. Ancora famoso, ma solo per aver interpretato, alcuni anni prima, due pellicole come protagonista, nelle quali recitava il ruolo di un supereroe alato, Birdman. Uomo fallito, egocentrico, padre assente (la figlia Sam è una ex tossicodipendente, e sta cercando di riabilitarsi; in questo momento sta fungendo da assistente del padre), (ex) marito infedele e stronzo, sta disperatamente cercando di riabilitarsi (anche lui) agli occhi dei critici, e di rifarsi una "verginità artistica", mettendo in scena, appunto a teatro, una pièce tratta da What We Talk When We Talk About Love, di Raymond Carver. Quattro sere, tre anteprime e una prima, nelle quali ha investito tutto, perfino la casa che doveva essere ereditata dalla figlia. Incerto sugli attori che ha scelto come comprimari (tre, un uomo e due donne, una delle quali è la sua amante), incerto soprattutto sulle sue capacità di attore, è soprattutto mentalmente instabile, perché letteralmente perseguitato dal "fantasma" di Birdman, e cioè del suo ego "hollywoodiano", che lo tormenta e lo invita continuamente a mandare tutto e tutti affanculo, e a decidersi a girare il terzo episodio della saga del supereroe alato, fottendosene di essere considerato un artista. In un crescendo di tensione, arriva la sera della prima, dopo aver sostituito in corsa il co-protagonista, aver litigato furiosamente anche con il sostituto, aver distrutto il camerino e aver trattato a male parole la più famosa critica del New York Times (che gli annuncia la stroncatura netta del suo spettacolo). Sempre più confuso, si chiude per errore fuori dal teatro appena prima dell'ultima scena, ma...

Curioso parlare del film che ha vinto quattro Oscar (miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura originale e miglior fotografia) proprio nel giorno del mio compleanno, curioso che il film sia la quinta creatura di questo regista (ma anche produttore, sceneggiatore, montatore e compositore) messicano, che io e altri fissati di cinema abbiamo amato alla follia almeno per i suoi primi due lavori, straordinari, Amores Perros e 21 Grammi. Curioso parlarne non male, ma nemmeno benissimo. Non è curioso neppure un po' parlarne il giorno dopo di lui, e nemmeno che siamo d'accordo, seppure arrivandoci da percorsi leggermente differenti. Eppure, è così.
Birdman è un oggetto stranissimo, che fa pensare a Sokurov e alla sua Arca Russa (ma solo per i suoi infiniti piani-sequenza, una di quelle cose che sembrano fatte apposta per farsi dire quanto sei fico a girare così), e che mette in scena l'eterno dilemma, un po' come quello tra il bene e il male, tra l'artista da botteghino e quello "impegnato", provando a far finta di non prendersi troppo sul serio e invece no.
A parte i tecnicismi, il film, pure ben recitato da tutto il cast (Michael Keaton, Edward Norton, Naomi Watts, Emma Stone, Zach Galifianakis, Andrea Riseborough), risulta un po' pesante da vedere, seppure si proceda spediti, forse più per la curiosità che, questo è innegabile, la messa in scena "particolare" genera (va riconosciuto ad Iñárritu che non gli manca il coraggio, questo si, e il mezzo punto che lo porta da 3 a 3,5 sta qui) nello spettatore più curioso e meno gretto, e soprattutto, alla fine è pure piuttosto inconcludente, a meno che non si voglia abbracciare quella specie di metafora che è il finale.
Rimane il massimo rispetto per questo regista che osa sempre, e il fatto che ci abbia preso l'Oscar non ci scandalizza, tanto si sa che in genere, quelli bravi lo prendono sempre col film sbagliato. Però, i due film citati prima erano proprio un'altra cosa. Tipo, quasi da 4, 4,5 su 5.

3 commenti:

Dantès ha detto...

eh sì, Amores perros e 21 grammi erano un'altra cosa

jumbolo ha detto...

ecco ecco... non si dovrebbe, ma ogni tanto uno ha bisogno di conferme...

drunkside ha detto...

E ancora non l'ho visto. Però i Jackal lo hanno fuso con Gomorra https://www.youtube.com/watch?v=YJZKRpAM3uE