No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20151025

Pallottole e cioccolato

Balas y chocolate - Lila Downs (2015)

Ottavo album in studio per la cantante statunitense-messicana e cantautrice (anche attrice) Lila Downs. Come ho scritto in passato, questo tipo di musica è riservata a chi vuole avvicinarsi a un altro tipo di suono. So per certo, che molti la musica latina può essere noiosa e ripetitiva, per le orecchie non abituate, e Lila Downs non può essere affrontata se non si ha la mente aperta e, al tempo stesso, visioni aperte sulla musica. Ma, se si è interessati, Lila Downs è un ottimo esempio. Lei ha una produzione moderna, e pesca dalla tradizione latino americana, tirando fuori cose meravigliose come "La promesa". Lei scrive sempre con il marito e collaboratore americano (produttore e musicista) Paul Cohen, e su questo album, parla di morte, a partire dal titolo (proiettili e cioccolato, a rappresentare la parte più selvaggia dei messicani, e, allo stesso tempo, il loro carattere forte, discendente da Maya e Olmechi). Non c'è però da aspettarsi una musica triste, al contrario: ricordate che in Messico, la festa di "El dia de la muerte" (giorno dei morti) è una festa, che celebra il ricordo delle persone che non sono più tra i vivi. Duetti interessanti con Juan Gabriel, storico cantante melodico messicano, e Juanes, famoso giovane artista pop colombiano, su "La Farsante" e "La Patria madrina", un sacco di canzoni originali, e alcuni tradizionali, come "La Burra" (del poeta venezuelano Jesús Rosas Marcano), formano un interessante album di world music, solo una conferma del talento di Lila Downs.




Eighth studio album for the american-mexican singer and songwriter (also actress) Lila Downs. As I wrote in the past, this kind of music is reserved to who wants to get close to other kind of standards. I know for a fact, that many latino music can be boring and repetitive, to unaccustomed ears, and Lila Downs can't be approached if you haven't open mind and open visions about music. But, if you want, Lila Downs is a big thing. She have a modern production, and root out from the latino american classics, taking out wonderful things as "La promesa". She always write with her american husband and collaborator (producer and other stuff) Paul Cohen, and on this album, she talk about death, starting from the title (bullets and chocolate, as representing the wildest of mexicans, and at the same time, their strong character, descended from Mayans and Olmecs). You don't have to expect a sad music, at the contrary: remember that in Mexico, the holiday of "El dia de la muerte" (day of the dead) is a party, celebrating the remember of the people that aren't between the alive anymore. Interesting duets with Juan Gabriel, historic melodic mexican singer, and Juanes, famous young colombian pop artist, on "La farsante" y "La Patria madrina", a bunch of original songs, and some traditional, as "La burra" (of the venezuelan poet Jesús Rosas Marcano), forms a very interesting world music album, just a confirmation of the talent of Lila Downs.

Nessun commento: