No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20150130

The Gold Rush

Klondike - scritta da Paul Scheuring, Josh Goldin e Rachel Abramowitz, diretta da Simon Cellan Jones (2014) - Miniserie in 6 episodi - Discovery Channel

Verso la fine del 1800, due amici per la pelle, Bill Haskell e Byron Epstein, appena terminati gli studi, invece di dedicarsi ad una vita prevedibile e tranquilla, decidono di tentare la fortuna affrontando il lungo, pericoloso e faticoso viaggio attraverso lo Yukon canadese, per raggiungere il Klondike, e la cittadina di Dawson City, per partecipare alla "corsa all'oro", oro che, in quel periodo, si diceva fosse non difficile da trovare proprio lì. Dopo un viaggio a dir poco rischioso, durante il quale conoscono padre Judge, un prete gesuita che si sta recando proprio a Dawson per mettere su una chiesa, riescono ad arrivare a Dawson City. Lì acquistano una parcella di terra dove iniziano a scavare cercando l'oro. Molti personaggi ruotano intorno a loro e a quella corsa all'oro: Jack London, un giovane aspirante scrittore che si è recato lì per trovare ispirazione per i suoi racconti, Belinda Mulrooney, proprietaria di case e venditrice di legname, Soapy Smith, un procacciatore di terre per conto di una compagnia mineraria, e Il Conte, un personaggio privo di scrupoli che sta cercando di accaparrarsi terreni per costruire servizi, supponendo che quella cittadina si espanderà a dismisura.

Klondike è la prima miniserie prodotta da Discovery Channel, ed è stata pensata per "integrare" altri programmi della rete quali i reality Gold Rush e Jungle Gold. E' basata sul libro di Charlotte Gray Gold Diggers: Striking It Rich in the Klondike. Il cast è notevole, le location sono mozzafiato, come potrete facilmente immaginare, ma il risultato non è particolarmente entusiasmante. La storia scorre a strappi, alcuni personaggi paiono messi lì un po' per caso, e insomma, i 272 minuti che si impiegano a vederla tutta non è che si "bevano" tutti d'un fiato. In effetti, bisogna pensare che Discovery non è esattamente una rete che punti tutto sull'entertainment, e quindi insomma, non è HBO.
Richard Madden (l'amato/odiato Robb Stark di Game of Thrones), qui protagonista indiscusso nei panni di Bill Haskell, si impegna al massimo con le sue espressioni da bravo ragazzo che però quando lo fanno incazzare diventa cattivo, e la bella Abbie Cornish (indimenticabile in Bright Star) interpreta la storica figura di Belinda Mulrooney con la consueta diligenza, mentre Tim Roth nei panni del Conte gigioneggia tutto il tempo come sa fare lui, ma sinceramente risulta un po' fuori luogo. Ci sono anche Martin Csokas (Sam Steele), Ian Hart (Soapy Smith), Sam Shepard (padre Judge), Tim Blake Nelson (Joe Meeker). Da segnalare pure la bella Conor Leslie (particine in Revenge e in No Ordinary Family) nella parte della prostituta (redenta) Sabine.

Nessun commento: