No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20150522

Do Mail Robots Dream of Electric Sheep?

The Americans - di Joe Weisberg - Stagione 3 (13 episodi; FX) - 2015

Elizabeth riesce a convincere un ex analista della CIA a darle i nomi degli operativi dell'agenzia in Afghanistan, ma poco dopo, l'ex analista, vinta dai sensi di colpa, confessa la sua debolezza. E' così che Elizabeth viene inseguita da Gaad e Aderholt (un nuovo arrivato), e quasi presa. Quasi. Gaad ed Aderholt proveranno un certo senso di vergogna per essere stati ridotti così male da una donna, nemmeno troppo alta.
Elizabeth, però, perde la lista. Gaad informa Stan che Nina Sergeevna è stata accusata di spionaggio e alto tradimento.
Phil e Liz incontrano Gabriel, il loro mentore, che insiste per avere il loro appoggio per il reclutamento di Paige. Gabriel dà a Liz dei nastri con delle registrazioni della di lei madre, che pare non stia molto bene in salute. Liz e Phil hanno una discussione sul futuro di Paige.
Stan trascina Phil ai seminari EST, ma li trova inutili (al contrario di Phil). Sandra non ne è molto contenta, ma ormai il dado è tratto, e tra Stan e Sandra non c'è più molto da fare.
Alla Rezidentura, Arkady Ivanovich e Oleg Igorevich discutono su come possono salvare Nina da quello che sembra un destino scritto.
Phil insiste con Annelise: deve andare fino in fondo, e carpire più informazioni possibili da Yousaf. Lei gli confessa che la cosa sta diventando difficile: si è innamorata. Mentre Yousaf e Annelise stanno facendo l'amore, Annelise confessa il suo secondo fine, e Yousaf, come impazzito, la strangola a morte. Interviene Phil, fingendosi suo marito, dapprima indignato, poi promettendo di aiutarlo a far sparire il corpo ormai esanime.

The Americans, cominciato tra dubbi atroci ormai 3 anni fa, è divenuto una certezza tra i malati di serie tv conclamati, come il sottoscritto. Gli obiettivi sono ormai infiniti, per questa serie, e se gli ascolti reggeranno vedremo come gli sceneggiatori riusciranno a risolvere le sfide che ogni volta si pongono, mettendo l'asticella sempre un po' più in su. Il cliffhanger finale, anche stavolta apre scenari agghiaccianti, e non ci rimane altro che aspettare nove o dieci mesi per la quarta stagione, già certa.
Non commento oltre: provate solo a pensare che per decenni, molte persone hanno vissuto quelle vite. Fantastico e orribile al tempo stesso.
Da segnalare una nuova entrata importante nel cast, a partire da questa stagione: Frank Langella, nei panni di Gabriel, il mentore dei due protagonisti.
Dosvidaniya tovarishchi.

Nessun commento: