No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20150707

Supremo predatore / Carne facile

Apex Predator - Easy Meat - Napalm Death (2015)

Sono passati 28 anni da Scum, l'album di debutto della band di Meriden, West Midlands (UK), molti ex membri hanno preso altre strade, uno addirittura è morto (Jesse Pintado). Eppure, i Napalm Death sono ancora qui, al sedicesimo disco, ad insegnare un po' a tutti come si suona il grindcore, e tutti i suoi derivati death. E' quasi incredibile, ma è verissimo, pensare che loro sono ancora lì che rantolano brevissime canzoni antifasciste, anticapitaliste e chi più ne ha più ne metta. Eppure, sono qui, e porsi all'ascolto di questo nuovo (uscito in gennaio) Apex Predator - Easy Meat (facilissimo capire i riferimenti principali del titolo) può risultare un'esperienza catartica, se affrontata con la giusta angolazione. I Napalm Death, come sottolineano molti critici accreditati nelle loro recensioni tutte piuttosto entusiastiche a proposito di questo loro ultimo lavoro, non si sono per nulla fermati alle "posizioni" grind e di crossover crust punk/metal, ma hanno continuato a guardare avanti. Ecco perché Apex Predator - Easy Meat suona fresco, seppure decisamente roboante ed intenso. Pezzi veloci, brevi e brevissimi, ad eccezione della conclusiva Adversarial / Copulating Snakes, potenza massima, impatto devastante.



It's almost unbelievable, that after 28 years from the debut "Scum", the Napalm Death are still here, after several changes in the line up, and a death (Jesse Pintado), to teach to everyone else, the way to play grind-core and derivatives. Sixteenth album, this "Apex Predator - Easy Meat" (easy to understand the references) is modern, fresh, and devastating.

Nessun commento: