No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160307

Figli della libertà

Sons of Liberty - Scritto da Stephen David, David C. White e Kirk Ellis, diretto da Kari Skogland (2015) - Miniserie in 3 episodi - History Channel

Sons of Liberty era un'organizzazione segreta composta da coloni americani delle Tredici Colonie, come ce n'erano molte altre, che difendeva i diritti dei coloni, e combatteva contro l'esagerata tassazione da parte della madrepatria. Furono particolarmente attivi nella protesta contro lo Stamp Act, e, anche se ufficialmente si sciolsero dopo l'abrogazione di quella legge, il nome fu usato per molti gruppi di patrioti locali durante gli anni precedenti alla Rivoluzione Americana. Il loro motto era No taxation without representation. La loro bandiera consisteva in nove strisce verticali, 5 rosse e 4 bianche, alternate. Fecero parte dell'organizzazione Samuel Adams, fondatore dell'organizzazione (a Boston), cugino di secondo grado di John Adams, Paul Revere, John Hancock, Joseph Warren.
La miniserie omonima sintetizza, rende spettacolare, e semplifica, la formazione di questa organizzazione, le prime proteste, la resistenza, l'escalation del confronto tra la corona inglese e i lealisti, l'inizio della Rivoluzione Americana, fino alla stesura della Dichiarazione d'indipendenza degli Stati Uniti d'America.

Altra miniserie firmata History, che ha preceduto la pessima Texas Rising (correttamente, anche come cronologia), sulla storia statunitense. Leggermente migliore dal punto di vista della sceneggiatura, del montaggio, delle recitazioni e della scorrevolezza, Sons of Liberty, a detta di molti critici è pieno di inesattezze storiche ed esagerazioni: divertitevi, se ne avete voglia, a leggere questo pezzo dove praticamente questa miniserie viene distrutta.
Si può vedere, non senza un po' di fatica, giusto per avere un bignami, come detto poco accurato, di quel che successe sommariamente. Naturalmente, giusto per chiarire, la miniserie John Adams di HBO, del 2008, era tutta un'altra cosa.
Protagonista il belloccio (pure troppo) Ben Barnes nella parte di Samuel Adams, ci sono un impettito Martin Csokas (Generale Thomas Gage), un apprezzabile Michael Raymond-James (Paul Revere), che avevamo visto in True Blood, una scintillante Emily Berrington (Margaret Kemble Gage), che era Niska in Humans, e un goffo Rafe Spall nei panni di John Hancock. Curiosità: Henry Thomas, che qui interpreta John Adams, oggi 44enne, è il ragazzino decenne che 34 anni fa fece piangere il mondo intero nei panni di Elliott, l'amico di ET nel film omonimo. Qui, sempre pensando al John Adams di Paul Giamatti (HBO version), fa solo piangere.

Nessun commento: