No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160316

Impregnata

Knocked Up - di Judd Apatow (2007)
Giudizio sintetico: si può perdere (2/5)

Los Angeles. Alison è una ragazza tra i venti e i trenta, fa la producer per una rete televisiva, ma vive ancora nella dependance della casa della sorella più grande Debbie, sposata con Pete e con due figlie piccole. Sorprendentemente, riceve una promozione a lavoro: i dirigenti della rete vogliono che vada in video, e vogliono dedicarle un programma che lei dovrà condurre. Felice, esce insieme a Debbie, ancora molto insicura per quanto riguarda il suo matrimonio, nonostante due figlie, a festeggiare in un club. Debbie rientra ad una certa ora, mentre Alison, che ha conosciuto un ragazzo goffo ma simpatico, rimane fino a tardi. Il ragazzo è Ben, uno scansafatiche canadese che ha lasciato il suo paese per vivere a LA con i soldi di una pensione per infortunio; fuma marijuana dalla mattina alla sera, e vive insieme ad un gruppo di amici scansafatiche come lui, e sono convinti di fare il botto con un sito web che indica in quale film e in quale esatto punto si vedono le nudità delle celebrità. La serata tra Alison e Ben finisce con il sesso, da ubriachi: e l'ubriachezza, porta ad una incomprensione che non li fa usare precauzioni. Non si rivedono, e soprattutto da parte di Alison, l'idea di rivedere Ben non la sfiora neppure. Ma dopo due mesi, scopre di essere incinta. Contatta Ben, che rimane sconvolto, ma decide di sostenere la ragazza, e di fare la sua parte. I due cominciano a frequentarsi, e nasce qualcosa. Eppure, l'immaturità di Ben è palese, e l'incertezza continua di Debbie verso Pete si riflette nelle insicurezze crescenti di Alison.

Il film, che in italiano ha preso il titolo di Molto incinta, è stato un successone a livello di incassi, e, soprattutto negli USA, è stato anche un successo di critica. Devo essere onesto: quando mi capitano cose del genere, comprendo che il nostro senso dell'umorismo è molto, ma molto distante da quello statunitense. Questo film fa ridere come fanno ridere i nostri Vanzina o i vari Vacanze a..., un umorismo piuttosto gretto, ma mai troppo per essere provocatorio, la storia dipinge i vari personaggi con degli stereotipi, ed il lieto fine sembra dire "abbiamo scherzato". Nonostante la sua sfrenata ricerca della risata facile, Apatow, soprattutto in questo film, sembra voler fare l'equilibrista, quindi in fin dei conti, il film mi è piaciuto davvero poco. Naturalmente, tutto ciò mi ha fatto sembrare le recitazioni piuttosto deboli.
Seth Rogen è Ben, Katherine Heigl è Alison, Leslie Mann è Debbie, Paul Rudd è Pete: questi ultimi due personaggi saranno ripresi dallo stesso Apatow qualche anno più tardi per uno spin off film, il già recensito This Is 40, insieme ad altri personaggi minori di questa storia. Il cast in realtà è infinito, e molti attori fanno parte del "giro" Apatow. Ci sono anche altri attori che appaiono nei panni di se stessi (James Franco, Jessica Alba, Steve Carell, ed altri ancora).

Nessun commento: