No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160608

Last Day on Earth

The Walking Dead - di Frank Darabont - Stagione 6 (16 episodi; AMC) - 2015/2016

Rick e gli altri abitanti di Alexandria sono sulla sommità di una cava di granito. In basso, migliaia di walkers, bloccati da due camion. Mentre Rick inizia il suo discorso esplicativo sul piano progettato per dirigere tutta quella massa pericolosa verso una zona lontana, ed assicurare che le mura di Alexandria non siano messe sotto una pressione eccessiva, un enorme pezzo di roccia si stacca e precipita su uno dei due camion, liberando i walkers. Rick, quindi, è costretto a mettere in pratica immediatamente il suo piano, con un giorno di anticipo, mentre tutti quelli ai quali non c'è stato tempo di spiegarlo, fuggono. Razzi e il rumore della moto di Daryl vengono usati per attirare i walkers e cercare di guidarli dove gli "alessandrini" vogliono.
Un flashback ci spiega come siamo arrivati fino a quel punto. Tornando all'azione attuale, il piano, naturalmente, non funzionerà fino in fondo...

Come saprà chi segue questo blog, sono stato un detrattore e un fustigatore di TWD della prima ora, quasi addolorato dalla noia che spesso, i 42 minuti di ogni episodio mi fanno scontare. Allo stesso tempo, mi sono dovuto togliere il cappello di fronte ad una serie che ha praticamente triplicato l'audience nel corso delle prime tre stagioni, e adesso, da tre anni, sta mantenendo degli ascolti altissimi. Potrà sembrare paraculaggine o un comportamento da banderuola, fatto sta che mi sto abituando a questa serie, che rimane tra le mie non preferite, ma che tutto sommato adesso seguo con una certa curiosità, affascinato dalla figura ormai trasfigurata di Rick Grimes, una figura di eroe post-apocalittico capace di essere padre di famiglia e feroce assassino, e pure donnaiolo al tempo stesso, ma con una certa classe; da non dimenticare pure esperto di lotta corpo a corpo, nell'uso delle armi e tattico di guerra sopraffino. Questa stagione, a mio giudizio, non è stata affatto male, e il "gancio" finale è decisamente accattivante. Vedremo cosa sapranno fare gli sceneggiatori con la figura introdotta proprio nel finale di stagione, il fantomatico Negan (interpretato da Jeffrey Dean Morgan). La curiosità, naturalmente abdicata col casting, è che il disegnatore del comic originale, Charlie Adlard, ha immaginato questo personaggio ispirandosi a Henry Rollins. In ottobre, la stagione 7.

As those who follow this blog know, I have been a detractor and a TWD scourge of the first hour, almost saddened by the boredom that often, 42 minutes of each episode make me suffer. At the same time, I had to take my hat off, in front of a series that has almost tripled the audience during the first three seasons, and now, since three years, is maintaining the highest of audience. It may seem a wavering and opportunistic behavior, but the fact is that I'm getting used to this series, which remains one of my non-preferred, but all things considered I follow now with some curiosity, fascinated by the figure, now transfigured, of Rick Grimes, a figure of post-apocalyptic hero able to be a father and vicious murderess, and even a womanizer at the same time, but with a certain class; do not forget well as body-to-hand combat expert, in the use of weapons and a good war strategist. This season, in my opinion, was not bad at all, and the final cliffhanger is definitely eye-catching. We'll see what the writers will do with the figure introduced precisely in the season finale, the elusive Negan (played by Jeffrey Dean Morgan). Curiosity, of course abdicated with the casting, is that the original comic artist, Charlie Adlard, has imagined this character inspired by Henry Rollins. Season 7 will begin in October 2016.

Nessun commento: