No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160616

Resistenza in metallo

Metal Resistance - Babymetal (2016)

Vi voglio parlare brevemente del fenomeno delle Babymetal, arrivate da poco al secondo disco in studio, questo Metal Resistance. Sono una band di idol (adolescenti che raggiungono il successo, molto succintamente) che fonde il pop giapponese (o J-pop) con l'Heavy Metal. Gruppo formato a tavolino, si basa sulle doti vocali non indifferenti di Suzuka Nakamoto detta Su-metal, 19 anni nata ad Hiroshima e precedentemente nelle Karen Girl's e nelle Sakura Gakuin, coadiuvata da Yui Mizuno (Yuimetal), 17 anni e da Moa Kikuchi (Moametal), anche lei 17 anni, entrambe nelle Sakura Gakuin; dal vivo sono accompagnate da una vera band, la Kami Band, mentre all'inizio i componenti facevano solo finta di suonare su delle basi preregistrate. 
Lo stile musicale è un misto tra lo speed metal e il melodic metal, ma naturalmente, le atmosfere vocali adolescenziali generano un mix particolarissimo che, ad essere del tutto onesti, per qualche canzone può incuriosire e risultare perfino piacevole, ma in larga parte è stucchevolmente inascoltabile. Provare per credere.



I want to talk briefly about the phenomenon of Babymetal, recently arrived at the second studio album, this "Metal Resistance". They are a band of idol (teenagers that achieves success, in brief) that fuses the Japanese pop (or J-pop) with Heavy Metal. A band thought at the table, is based on not indifferent vocal talent of Suzuka Nakamoto aka Su-metal, 19 years old born in Hiroshima and previously member of the Karen Girl's and of Sakura Gakuin, assisted by Yui Mizuno (Yuimetal), 17 years old and Moa Kikuchi (Moametal), also 17 years old, both with Nakamoto in the Sakura Gakuin; Live they are accompanied by a real band, the Kami Band, while at the beginning the members were just pretending to play on the pre-recorded tracks.
The musical style is a mix between speed metal and melodic metal, but of course, the teen vocal atmospheres generates a very special mix that, to be perfectly honest, during some songs can intrigue and can be even pleasant, but a large part is sickeningly unlistenable. Try to believe.

3 commenti:

Filo ha detto...

beh, particolare è particolare, bisogna ammetterlo.

monty ha detto...

Ti ringrazio per la rece, il fenomeno mi incuriosiva a aspettavo una riflessione autorevole.
Al tempo stesso ti sfanculo: me l'hai menata su "devo proprio ascoltarli sti black stone cherry" e poi ti fai le Babymetal!

E andiamo, su!

:D

jumbolo ha detto...

Monty, come puoi notare dalla rece di oggi, ho agito con una certa tattica :)