No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20170618

Diploma

Bacalaureat - di Cristian Mungiu (2016)
Giudizio sintetico: da vedere (4/5)


Cluji, Romania. Romeo è un dottore conosciuto per l sua dedizione e la sua integrità morale (anche se è in crisi coniugale con la moglie Magda da anni, ed ha un'amante molto più giovane, Sandra, insegnante con un figlio giovane a carico; Sandra insegna nella stessa scuola frequentata dalla figlia di Romeo e Magda, Eliza). Insieme alla moglie, fuggirono dalla Romania durante il comunismo, e tornarono nel 1991: una decisione della quale, almeno Romeo, si pente ogni giorno. Eliza è bravissima a scuola, non ha grilli per la testa anche se è fidanzata con Marius, un bravo ragazzo che però, nella visione di Romeo, potrebbe limitare l'avvenire radioso della figlia. Eliza sta per conseguire il Bacalaureat, il diploma di scuola superiore, a pieni voti, il che le consentirebbe di accedere, con relativa borsa di studio, in un prestigioso college inglese. Ma una mattina come le altre, solo qualche giorno prima degli esami, a causa di lavori in corso vicino alla scuola, Romeo lascia Eliza a qualche centinaio di metri dalla scuola stessa, e in questo centinaio di metri, Eliza viene aggredita da un malintenzionato, che prova a stuprarla. Eliza lotta, riesce a mettere in fuga il poco di buono, si fa male ad un braccio, ma rimane scioccata. Gli esami sono a rischio. Romeo, poco a poco, si invischia in quella palude di favori e corruzione che dilagano in Romania.


Ancora una lezione di cinema da parte del rumeno Mungiu, regista e sceneggiatore che ce ne ha già regalate alcune indimenticabili. La descrizione di un Paese invischiato nelle reminiscenze del suo passato, che non gli permettono di entrare nell'era moderna, anche se tutti quanti lo vorrebbero (vi suona familiare?), tramite una storia qualunque, perfettamente credibile, e sceneggiata ad orologeria, come fosse un thriller. Poco da aggiungere, se non ripetere quel che vi ho detto in apertura di commento: lezione di cinema.


Still a film lesson by the Romanian director Mungiu, director and screenwriter who has already given us some unforgettable. The description of a country tied up in the reminiscences of its past that does not allow it to enter the modern era, even if everyone wants it (sound familiar?), Through a whatever story, perfectly credible, and with a perfect script, such as it was a thriller. Little to add, unless to repeat what I told you in opening a comment: movie lesson.

Nessun commento: