No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20060528

centopercento negazione


Ero in macchina, e stava andando un cd che mi sono fatto un po' di tempo fa. E' partita una canzone che ha scatenato in me ricordi abbastanza lontani, ma indelebili e molto, molto piacevoli, al pari, lo dico, di un orgasmo.

La penultima band con la quale ho suonato ha cessato di esistere oltre 10 anni fa. Ci chiamavamo Lenostrescimmie (tutto attaccato), e abbiamo suonato abbastanza in giro. Nella zona oserei dire che eravamo anche famosi. Ci è capitato di esibirci davanti a poche persone, pochissime, ma in qualche occasione anche di fronte a diverse centinaia. In ordine di presenze fu il secondo forse, ma mi rimase impresso un concerto che facemmo in un locale vicinissimo a casa mia, chiamato Caravanserraglio. Il posto era pieno zeppo di gente, come non lo è mai stato per un concerto. Suonammo circa due ore, un tempo lunghissimo, un concerto vero, fatto di sudore, sbagli, bacchette rotte e birre vuote, sguardi verso e dal pubblico; sciorinammo tutto il nostro repertorio, due volte la nostra canzone più famosa (Granelli), e alcune cover. Memorie di una testa tagliata dei C.S.I. , Lieve dei Marlene Kuntz, ma soprattutto Sempre in bilico dei Negazione. Quest'ultima è la canzone che ha scatenato questo ricordo.

Nonostante il rispetto che porto anche alle altre due band, i Negazione sono stati "per me importanti" (cit.), e lo sono ancora oggi, nonostante non esistano più. Quel concerto era, se non erro, nel 1995, e i Negazione erano ormai sciolti. Suonare bene quella canzone mi dava gioia infinita (cit.), mi faceva stare bene. Riascoltarla mi porta vicino alle lacrime. Ma sono lacrime di gioia, perchè è il ricordo di qualcosa di positivo che riaffiora in me.

Questo è il testo

Sempre in bilico

Sempre in bilico
sei sempre in bilico
tra l'odio e l'amore
tra gioia e la tristezza
tra un senso di potenza
e il vuoto del fallimento
Sempre in bilico
forse per questo
sei proprio tu
il futuro e` da scrivere
e con lui anche tu
Sempre in bilico
tra paure e sogni
di ridente grandezza
sensazioni eccitanti
e frustranti pudori
Oltre cio` che credi
di potere fare
oltre cio` che vedi
ed il mondo che ti sei creato
oltre a tutto questo
ci sei anche tu
La tua mente, la tua anima
disegnano traiettorie di vita
oltre la morte
in bilico con la realta
`la realta` dello spirito
lo spirito della tua vita
Sempre in bilico.....

e questo è il loro sito ufficiale: http://negazione.com

PS La foto allegata, magica e inconfondibile, risale a una delle ultime esibizioni della band, l'unica in Italia davanti ad un grandissimo pubblico: aprirono infatti il Monsters Of Rock del 1991, svoltosi a Modena, presso la Festa de l'Unità, il 14 settembre, prima di Black Crowes, Queensryche, Metallica e AC/DC. Per darvi l'idea della grandezza e dell'umiltà di questa band, se non la conosceste, vi basti solo sapere che, nella mezz'ora a loro disposizione intorno alle 14 del pomeriggio, trovarono il tempo per eseguire una cover di un'altra band Hardcore-Punk italiana, i Kina. E scusate se è poco.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

che dire? hai scritto l'altra facciata... quella più sporca e vissuta. conosci il valore che queste parole hanno per me e per tutti quelli che, tutti pazzi, sentono lo spirito continuare pur sempre in bilico fieri di quei giochi nel vento. Perchè lei ha bisogno di qualcuno che la guardi.
Mau

Gwyn ha detto...

Grandi Negazione. Oggi tutti dimenticano.