No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20140729

magica sporcizia

Magical Dirt - Radio Moscow (2014)
Una jam session rock blues lunga un quarantun minuti, potremmo dire. Ancora una volta. Rispetto al precedente The Great Escape of Leslie Magnafuzz, niente da aggiungere, se non che nel 2012 è uscito 3 & 3 Quarters, una raccolta di demo registrati nel 2003 dal solo Parker Griggs, che come vi raccontavo la volta scorsa (parlando di Magnafuzz), aveva appunto fondato la band da solo, essendo polistrumentista. Altro disco delizioso questo Magical Dirt, con una sequela interamente da gustare di pezzi dal sapore seventies, tirati e perfettamente eseguiti. Magari sbaglierò, ma mi vengono sempre in mente i Grand Funk Railroad quando sento i Radio Moscow. Spiace un po' ripetere gli stessi concetti espressi nella precedente recensione, ma il punto è sempre quello: disco che se fosse uscito quarant'anni fa sarebbe stato ugualmente valido, oggi si ascolta con piacere, ma non aggiunge niente di nuovo a quel che già sappiamo. Pezzo favorito Gypsy Fast Woman (che, naturalmente, sa tanto di Black Sabbath).




Collection of inescapable songs of the seventies flavor, Magical Dirt confirms Radio Moscow as a niche for nostalgics. Musically and technically flawless. Gypsy Fast Woman is a wonderful song.

Nessun commento: