No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160527

Ode alla fiamma

Ode to the Flame - Mantar (2016)

Sgombriamo il campo da possibili fraintendimenti: questo post parla di musica, e non ha niente a che fare con la politica. Capisco che un titolo del genere poteva far pensare a tutt'altro. 
Parliamo del duo tedesco dei Mantar, conosciuti con il debutto Death By Burning (è evidente che questi ragazzoni sono in fissa col fuoco). E' da poco uscito il seguito, intitolato, appunto, Ode to the Flame. La produzione è, per così dire, un poco più raffinata, ma l'attitudine "pestona" non è cambiata di una virgola. Cantato scream/growl, ritmiche indiavolate al limite del drone, rallentamenti in stile sabbathiano, batteria pesantissima, poco virtuosa, dritto per dritto.
Gli elementi crust punk, doom metal e classic metal, continuano a fondersi in un calderone personale e particolarmente efficace quanto selvaggio. Vedremo dove arriveranno.



Now, we talk about the German duo Mantar, already known with the debut "Death By Burning" (it is clear that these lads are fixed with fire: look at the title of the second album). It is just released the sequel, entitled, precisely, "Ode to the Flame". The production is, so to say, a little more refined, but the heavy attitude is not changed of a comma. Sings scream / growl, rhythmic to the limit of drone, slowdowns in sabbath-esque style, heavy drums, little virtuous, straight to straight.
The crust punk elements, doom metal and classic metal, continue to merge into a personal cauldron and particularly effective as wild. We will see where they will arrive.

Nessun commento: