No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160519

Piscina morta

Deadpool - di Tim Miller (2016)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Wade Wilson è un ex agente delle forze speciali, canadese, ferito da un'adolescenza dove ha perso la madre e non ha avuto un buon rapporto col padre, che adesso lavora come mercenario a New York. Una sera, nel bar di un amico, incontra la escort Vanessa, ed è colpo di fulmine. I due convivono per un anno, e finalmente Wade chiede a Vanessa di sposarlo. Lei accetta, e lui ha un malore. Ricoverato in ospedale, gli viene diagnosticato un cancro terminale. Vanessa vuole rimanergli al fianco, ma lui non vuole che lei assista ad uno spettacolo che lui ha già vissuto con la madre.
Un reclutatore misterioso avvicina Wade nello stesso bar, e gli offre di entrare in un programma segreto, dove verrà dotato di poteri speciali, e potrà guarire dal suo cancro; inizialmente, Wade lo manda a quel paese, ma poi ci ripensa, per amore di Vanessa. La abbandona, ed entra nel programma, gestito da Ajax e Angel Dust, con i quali sviluppa immediatamente un rapporto di odio, a causa anche del suo sfacciato senso dell'umorismo, e della sua bocca che non si chiude mai. La procedura è inumana, ma funziona. Lo scopo dell'organizzazione non è ovviamente benefico. Ad ogni modo, alla fine Wade sviluppa un "fattore rigenerante" miracoloso, che lo rende praticamente immortale, ma che, reagendo con il cancro, lo sfigura. Fugge, ma non ha il coraggio di incontrare Vanessa, a causa del suo aspetto. Decide di dare la caccia ad Ajax, e diventa il vigilante Deadpool (prendendo il nome da un macabro gioco in gran voga presso il bar dell'amico Weasel).

Pur non essendo un fanatico dei comics, mi piacevano e mi piacciono ancora. Riconosco che perfino alcuni albi di supereroi classici sono molto belli, se maneggiati da mani sapienti (a livello di disegno e sceneggiatura), ma, come forse avrete capito da vari miei commenti e recensioni, trovo che al cinema, nessuno è ancora riuscito a cavarne belle cose. Questo Deadpool, detto anche Merc with a Mouth (mercenario chiacchierone), mi pareva una bella occasione, dato il personaggio, definito antihero
Il film, diretto da Tim Miller alla sua prima regia (fino ad oggi era un ottimo creatore di effetti speciali), è rimatissimo, bello da vedere nelle sue parti d'azione, divertente per il personaggio davvero "testadicazzo" del protagonista, e ci permette di rivedere Morena Baccarin, una delle fighe più fighe viste sugli schermi, grandi e piccoli, negli ultimi anni.
Ma, purtroppo e come sempre, la profondità dello Watchmen a fumetti, o dei Batman di Frank Miller, giusto per citarne un paio, sono sempre lontani anni luce.



Although I'm not a fanatic of comics, I liked its and I still like its. I recognize that even some books of classic superheroes are very beautiful, if handled by expert hands (at drawn level and screenplay), but, as you might have understood from some of my various reviews and comments, I find that with the movies, no one has yet been able to draw out nice things. This Deadpool, also said "Merc with a Mouth", it seemed to me a good opportunity, given the character, defined antihero.
The film, directed by Tim Miller in his first direction (until now was a great creator of special effects), has a very high rhythm, beautiful to look at in its share of action, funny for the real "dickhead" of the main character, and it allow to see again the wonderful Morena Baccarin, one of the most beautiful women views on screens large and small, in recent years.
But, unfortunately, and as always, the depth of the Watchmen comic, or of the Frank Miller's Batman, just to name a couple, are always light years away.

2 commenti:

monty ha detto...

Se posso, Ale:
l'intuizione dietro al fumetto Deadpool è quella di creare un personaggio scanzonato, irriverente e sboccato (al limite della parodia) che si prende gioco delle classiche dinamiche supereroistiche, sconfinando spesso nel metafumetto.
Se proprio vogliamo trovare delle assonanze,il character al quale si avvicina maggiormente è probabilmente il folle Lobo (DC).
A mio avviso i capolavori del fumetto noir che citi rientrano in un'altra categoria, nella quale si potrebbero inserire, ad esempio, personaggi Marvel del calibro di DareDevil o Punisher.

P.S. La tua traduzione del titolo è goliardica, giusto?
Il vero significato del termine Deadpool è un altro...

jumbolo ha detto...

Puoi.
Hai fatto bene a dire, seppure avessi capito il senso dell'operazione Deadpool (il comic).
E si, va bene che rientrano in un'altra categoria (quella dei fuori categoria, meglio, fuoriclasse), ma non cambia il fatto che il risultato sia ancora una volta molto scarso, seppur un pochettino più divertente del solito.
La traduzione è quella letterale, da google translate, e si, ho letto che il significato è un altro, un po' troppo complesso per usarlo come titolo :)