No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20140512

le nostre strade si dividono

Ieri pomeriggio, in una giornata anche meteorologicamente strana, dopo mesi di agonia il verdetto è arrivato: il Livorno torna in serie B con una giornata di anticipo. E' giusto? E' giusto. Non sono un grande esperto di calcio, e non sono assolutamente sicuro che il Livorno avesse la rosa peggiore della serie A, ma la "nostra" sicuramente è stata la rosa che ci ha creduto meno. 

Non cerchiamo scusanti, ma potremmo divertirci qualche minuto: Sassuolo-Fiorentina della scorsa settimana sarebbe sicuramente da ufficio inchieste (come molte altre partite di questi tempi, vogliamo parlare di Catania-Roma, due squadre che tra l'altro hanno dei precedenti, qualche anno fa all'ultima giornata la Roma "salvò" il Catania facendo retrocedere l'Empoli); del resto il Presidente del Sassuolo sappiamo che è uno che i soldi li spende, a differenza di quello del Livorno, che, come si dice qua, "e tanto li tira alle rondini". Tra l'altro, a giudicare da quanto erano felici i tifosi della Fiorentina cantandoci "serie B, serie B", può darsi pure che l'abbiano fatto anche gratis, di perdere col Sassuolo (si scherza). A proposito di Fiorentina, tifosi e "scambi" riguardanti la partita di ieri, oltre alle ruggini affiorate da qualche anno a questa parte, ruggini che hanno rotto una sorta di patto di non belligeranza che andava avanti per ragioni storiche, dopo la partita di andata ormai era guerra aperta, almeno verbalmente: dopo l'infortunio grave di Mario Gomez, durante la partita contro il Livorno si è fatto male, ed è stato fermo per diversi mesi, anche Giuseppe Rossi, dopo uno scontro con Leandro Rinaudo. Anche i più equilibrati tifosi viola sostengono che Rinaudo l'abbia fatto apposta. Il Presidente della Fiorentina definì in quell'occasione Rinaudo "un farabutto". Oggi, dopo diversi minuti di sfottò vari da parte dei tifosi viola, dalla curva del Livorno si è levato un coro che, se decontestualizzato, potrebbe farci sembrare una massa di decerebrati: "salta con noi, Giuseppe Rossi". E invece, mi sono messo a ridere, perché questa è ironia vera, livornese, oserei dire toscana. Chi non la capisce, peggio per lui. L'importante, ad ogni modo, è che nessun tifoso, o sedicente tale, del Livorno, abbia accoltellato o sparato a qualche tifoso avversario. A quel punto mi preoccuperei davvero. 

Chiudo questa parentesi dicendo che al 99%, se la Fiorentina avesse vinto contro il Sassuolo, il Livorno sarebbe retrocesso ugualmente. Quindi, va bene così. Torniamo nella nostra dimensione (la serie B), e speriamo di non smembrare troppo la squadra per vedere un campionato da salvezza tranquilla. Voci di cessione della proprietà che ormai si inseguono da mesi, e che adesso parrebbero concrete. Noi, io e Alessio voglio dire, Alessio che quest'anno, pur capendo meno di me di calcio, è venuto quasi sempre allo stadio, e che ha espresso la volontà di tornarci il prossimo campionato, faremo di nuovo l'abbonamento, e torneremo a soffrire e a ridere sugli spalti.
A costo di sembrare provocatorio, voglio dedicare la foto di questo post proprio a Leandro Rinaudo. L'ultimo a lasciare il campo oggi, insieme ad un Ramos Borges Emerson in lacrime, e a salutare calorosamente un pubblico che ha imparato a stimarlo pure se non è un campione. Giovane difensore di belle speranze solo qualche anno fa, disoccupato l'estate scorsa, si è unito al gruppo senza essere sotto contratto, e alla fine ha convinto l'allenatore e la società a metterlo sotto contratto. Tutto quello che aveva, lo ha dato. Se è poco per gli altri, è stato abbastanza per noi. Se il prossimo campionato volesse restare, per me avrebbe una maglia da titolare assicurata.

PS solo perché ho trovato questa foto, colgo l'occasione per fare i complimenti al mio co-blogger per il campionato della sua squadra. Mi perdonerete se non la nomino. E' naturale che il titolo del post è riferito alle due squadre.

Nessun commento: