No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20150825

The Maternal Combustion

The Big Bang Theory - di Chuck Lorre e Bill Prady - Stagione 8 (24 episodi; CBS) - 2014/2015

E' passato un mese e mezzo dal giorno in cui Sheldon, nel finale della stagione precedente, ha deciso di lasciare Pasadena ed i suoi amici (fidanzata compresa) per un rail trip lungo i binari statunitensi. E' a Kingman, Arizona, ovviamente dentro la stazione ferroviaria, letteralmente in mutande e maglietta, senza più niente perché gli hanno rubato tutto il resto. Ormai disperato, chiama Leonard pregandolo di andarlo a recuperare. Leonard porta con sé Amy. Durante il viaggio di ritorno verso casa, Sheldon rivela che durante questi 45 giorni non ha mai lasciato le varie stazioni ferroviarie nelle quali è sceso. Amy è ancora ferita sia perché se n'è andato senza avvertirla, sia perché ha chiamato Leonard, e non lei, per andarlo a riprendere. Sheldon ammette di non aver avuto il coraggio di chiamarla perché era troppo imbarazzato ad ammettere a lei, che non aveva potuto farcela da solo (ecco perché si arrabbia un po' con Leonard, quando scopre che si è portato Amy). Amy ammette che lui non è perfetto. Sheldon pensa che dopo questa esperienza, sarà pronto ad affrontare grandi cambiamenti, ma appena arrivati a casa, dopo aver visto il nuovo taglio di capelli di Penny, esce immediatamente dalla stanza.

Penny, al contrario, è quella che sta pian piano affrontando, con grande coraggio, grandi cambiamenti: Bernadette le ha procurato un colloquio di lavoro per la sua casa famaceutica, per un posto di venditrice di prodotti. Penny è nervosissima, e il colloquio la va molto male, ma stranamente (fino ad un certo punto), ottiene ugualmente il lavoro: il valutatore condivide con Penny una folle paura di Bernadette.
Howard e Raj si rendono conto che Stuart sta vivendo ancora con la madre di Howard, anche se lei si è completamente recuperata, il che è inquietante, per Howard soprattutto.

So che mi ripeto ormai da alcuni anni, ma veramente, una serie che dopo otto stagioni fa ancora ridere, è una rarità, nel panorama televisivo. Beh, The Big Bang Theory ha questo primato, se così lo vogliamo chiamare. L'evoluzione dei personaggi principali è lenta, spesso lentissima e quasi impercettibile, e serve a fare da spalla per le innumerevoli ed interminabili battute o situazioni buffe, le gag spesso vertono proprio sui tic e sulle fisime dei vari personaggi. La cosa bella, se ci pensiamo a fondo, è che tic del genere, più o meno, ce li abbiamo tutti quanti.
Come che sia, TBBT è stato rinnovato, nel 2014, per altre tre stagioni, quindi ce ne avremo almeno ancora altre due. Tra meno di un mese comincerà la nona stagione.

Nessun commento: