No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20141206

Doblone addio

Era il momento giusto, probabilmente. E probabilmente, uno nella mia situazione, ma con un'altra testa, si sarebbe comprato, stavolta, davvero il cosiddetto macchinone. Non lo dico per tirarmela, ma semplicemente per provare a spiegare come sono fatto. L'auto è uno strumento, per come la vedo io, non certo uno status symbol.
Quindi, dopo quasi nove anni di strada insieme al mio Doblò modello Malibù, del quale appunto vi avevo annunciato l'acquisto circa nove anni fa, a cavallo degli anni 2006 e 2007, mi separo da quella simpaticona non senza un pizzico di nostalgia. Si, siamo fatti così, noialtri, ci affezioniamo pure alle auto. 232mila chilometri percorsi in (ancora) circa nove anni, presa a 84mila e lasciata a 316mila. Ne aveva ancora, e ne avrà senz'altro. Tornando un attimo alla nostalgia e al nostro sentimentalismo, forse proprio per questo ho fatto una cosa un po' strana, ma anche no: l'ho regalato ad un amico, nonché collega, che forse non credendoci nemmeno troppo, me l'aveva timidamente chiesto, nel caso avessi voluto disfarmene, giusto una settimana prima che la sua auto lo lasciasse a piedi. Ho naturalmente valutato la cosa, prendendo un piccolo prestito, facendomi fare un preventivo per un nuovo di media taglia (in quel caso mi avrebbero dato circa 2mila euro), ma poi, al secondo tentativo, proprio sul finire, ho trovato un usato che mi soddisfaceva, curiosamente dal figlio di un ex compagno di scuola, e lì ho deciso. Quando il concessionario mi ha detto che naturalmente non mi avrebbe dato niente per il mio usato, che l'avrebbe certamente messo lì in attesa di qualcuno interessato, ho deciso che era il momento giusto per fare un piccolo favore ad un amico. Certo che l'avrebbe amato più o meno quanto l'ho amato io.
Proprio ieri pomeriggio, per accelerare un distacco che altrimenti sarebbe stato insopportabile, abbiamo fatto passaggio di proprietà, cambio dell'assicurazione, tolto le mie cose e gli ho consegnato le chiavi, salutandolo, anche se l'altro ragazzo mi cederà la sua auto solo la prossima settimana. Una volta deciso, non volevo tirarla troppo per le lunghe. E poi, so che lo lascio in buone mani. Non sono mai arrivato a dargli un nome, non sono così sentimentale, ma mi ricorderò a lungo del mio doblone, come lo chiamava un gommista di fiducia cantandone pregi e difetti. E lo rivedrò certo con nostalgia, con al volante un'altra persona.
Era tempo. Avanti quindi con la Punto Evo, una scelta moderata, che addirittura mi fa avanzare una parte del piccolo prestito (chissà, magari posso pure comprarmici un motorino, in primavera). 2011, 59mila chilometri, pare consumi una stupidaggine. Di certo meno spaziosa del Doblò, vedremo se sarà funzionale, ma so già che mi affezionerò anche a lei. Se tutto va bene, arriveremo insieme ad alcune centinaia di migliaia di chilometri lei, ed io alle soglie dei 55, ma non chilometri (fossero state miglia, sarebbero state un pezzo di Sammy Hagar, e che pezzo!). Dopo di che bisognerà scegliere con chi invecchiare insieme! Vabbè, adesso non esageriamo.
Ad ogni modo, il dado è tratto.

PS come un quaqquaraqquà, non ho rispettato il proposito di embargo sul quale meditavo qualche anno fa...


7 commenti:

mazza ha detto...

nostalgia doblone!
dimmi dimmi, la punto che hai preso è diesel?

jumbolo ha detto...

si si Mazza, 1,2 diesel. pare che consumi meno di una bici. ora c'abbiamo pure l'auto uguale. o quasi.

mazza ha detto...

si è il 1300, non so se multijet o meno. in effetti non consuma una sega. purtroppo per me presi il 1900 che, se non usata in autostrada, è tipo una latrina.

jumbolo ha detto...

volevi fare lo sborone...
si dovrebbe essere multijet...e cmq lo danno come 1.3 ma è 1248... sticazzi
http://it.wikipedia.org/wiki/Fiat_Punto_Evo

mazza ha detto...

ma io sono uno sborone :D
il multijet è 6 marce 90cv e va come un treno

jumbolo ha detto...

ti so dire stasera

jumbolo ha detto...

ne ha 5. però va forte. troppo per me.