No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20141217

Guancia a guancia

Cheek to Cheek - Tony Bennett and Lady Gaga (2014)

Sono abbastanza sicuro che si sarà scritto di tutto su questo album, nel bene, nel male, si saranno fatte speculazioni, dietrologia, eccetera. Ora, a me francamente non me ne può fregare di meno, un po' perché certo non sono un esperto di crooner statunitensi né di swing in genere, e neppure sono mai stato troppo interessato al fenomeno Lady Gaga, seppure il personaggio mi abbia suscitato simpatia, il suo genere musicale non è esattamente quello che vorrei ascoltare in punto di morte per lasciare questa vita ricordandomi le emozioni più profonde mai provate. Quando ho saputo di questo album, ho avuto un sussulto di curiosità, e mi sono messo all'ascolto senza troppo problemi, né preconcetti. Ora, da un disco di standard c'è sempre da imparare qualcosa, a mio parere. Almeno si è sicuri che si sarà di fronte a belle canzoni. E questo è innegabile. Poi, insomma, Tony Bennett c'ha 88 anni suonati (ah ah), è di famiglia italiana, e magari sarà pure stato uno dei tanti che hanno cantato per i mafiosi italo-americani, ma è uno che ci sa fare col canto, poco ma sicuro. Quel che è stupefacente, fino ad un certo punto, è primo, che ci sia una chimica innegabile in questo quantomeno insolito duo, e secondo, diamine, che voce che c'ha la Lady Gaga, ragazzi!

Divertissement godibile, pezzi di Cole Porter, George e Ira Gershwin, Duke Ellington, Irving Berlin e molti altri.



You can think whatever you want on this "operation" of duets with 88 years old crooner Tony Bennett and the star of the moment Lady Gaga, but the important thing, to me, is that an album of standard is always an album of beautiful songs, and, if Tony Bennett is a certainty, guys, what a hell of a voice have Lady Gaga!

Nessun commento: