No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20170227

Bruxelles (B) - Febbraio 2017 (2)

Lunedì 13 febbraio, so che quasi tutti sono arrivati, ma alcuni arrivano da lontano (USA, India), quindi solo io accetto l'opzione di partire alle 9 insieme a JL e M, che vanno nella sala riunioni che è stata prenotata per tutta la settimana, a prepararla. Io sono libero di far visita a vari colleghi e colleghe, in uno dei molti edifici che compongono il quartier generale. Verso le 12 mi riunisco al gruppo dei core trainer per il pranzo al ristorante aziendale. Dopo pranzo, alle 14, si comincia, sono tutti arrivati. Ci viene illustrato il programma della settimana: questa Academy attualmente propone 3 moduli, 3 corsi, uno da una giornata (Basic Supply Chain), due da due giorni (Cross Functional Collaboration e Advanced Supply Chain), noi, insieme ai core trainer, li ripercorreremo tutti, facendo gli stessi workshop, cercando inoltre di cogliere il messaggio, e di capire come mostrare questo ai partecipanti. Io sono l'unico che ha partecipato a tutti e tre i corsi, ma c'è da dire che gli altri sono tutti molto più accademicamente preparati, spesso ingegneri, più abituati a schedi di progetto, di lavoro, al problem solving. Siamo 8 per 4 tavoli, io capito insieme a J, uno statunitense che mi aiuterà non poco, tra l'altro è già un trainer, ha già tenuto dei corsi Basic in Nord America. Si arriva comunque alle 18, la prima (mezza) giornata è conclusa, è l'ora di riprendere il taxi ed andare in hotel, tra le 19 e le 19,30 ceneremo alla brasserie Meat Me, collegata direttamente con l'hotel. Ci sono stato già un paio di volte, anche in occasione di uno dei corsi da due giorni, un'altra in occasione di una riunione europea. Si arriva in hotel giusto in tempo per salire in camera e scendere subito, il traffico di Bruxelles è a volte delirante. La cena è discreta, le bevande scorrono, la compagnia è buona, c'è coesione, e quindi arriva l'ora di coricarsi.
Un'altra veduta del mio ponte preferito, dalla sala riunioni dove abbiamo passato l'intera settimana

Martedì 14 i taxi partono alle 7,15 del mattino, ma per fortuna possiamo fare colazione direttamente nella "nostra" sala riunioni. Caffé e croissant, yogurt e frutta. Si va avanti con i lavori, si iniziano a provare le presentazioni dei "pezzi" dei corsi, alle 12,30 si pranza, e alle 18, più o meno, finiscono i lavori. Stasera, oltre a venerdì prossimo, è l'unica sera che ci è "lasciata libera", nessuna cena di gruppo (è San Valentino; la cosa divertente è che la settimana scorsa un collega mi aveva invitato, lunedì mi ha chiesto scusa dicendomi che non si era reso conto di che giorno sarebbe stato, e che sua moglie non era molto felice che lui portasse a cena me), ma noi dobbiamo pur cenare, e quindi, noi sette "forestieri" (è escluso il mio capo, che pur essendo francese adesso live qui a Bruxelles) si decide di rimanere assieme. Mentre attendiamo i taxi proviamo a chiamare un ristorante, che ci risponde picche, poi mi viene in mente il Dominican, sempre vuoto, e mi dico che tanto vale provare. Prenoto on line, la prenotazione viene accettata. Io, D e J rimaniamo indietro agli altri, il nostro taxi è in ritardo, ci siamo dati appuntamento per le 19 nella hall (e io ho prenotato per le 19,15, il ristorante non è lontano), arriviamo insomma all'hotel che manca un minuto alle 19 e gli altri son già lì che aspettano. Corsa in camera e via, partenza. La prenotazione era stata recepita, quindi ci accomodiamo, e ci godiamo la cena. Tutti apprezzano la scelta, meglio così. Durante le chiacchiere, viene fuori che da giovane ero un kissomane, e una delle due ragazze statunitensi dice che il suo nome, sua madre glielo ha messo per una canzone dei Kiss. J, il mio compagno di tavolo, dice che non si ricorda quella canzone, e io gliela accenno. Adesso si ricorda. Momenti quasi commoventi.

La foto di gruppo è venuta malissimo, lo so. Ma mi ricorda un momento davvero felice, quindi fatevela piacere. Torniamo all'hotel, e ci salutiamo per la mattina dopo.

Nessun commento: