No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20170208

Fuochi d'artificio mercoledì

Chaharshanbe Suri - di Asghar Farhadi (2006)
Giudizio sintetico: si può vedere (3,5/5)

Teheran, Iran. Roohi è felicemente fidanzata, e insieme al suo promesso sposo flirtano e fanno progetti, viaggiando sul loro motorino. Per racimolare qualche soldo in più per la cerimonia, Roohi si appoggia ad un'agenzia interinale per trovare un lavoro temporaneo, e le viene assegnato un lavoro di pulizie, in una casa in centro, in un bel quartiere, dove vive una famiglia benestante. Roohi si presenta nella casa di Mojdeh e Morteza, capendo fin da subito che la situazione è molto tesa. Mojdeh sospetta che il marito la tradisca con Simin, una donna separata, che ha messo in piedi un salone di bellezza nell'appartamento di fronte.

Altro mirabile esempio di scrittura e direzione cinematografica, seppure qua la sceneggiatura sia scritta a quattro mani insieme al collega Mani Haghighi, da parte di Asghar Farhadi, regista iraniano ormai famosissimo grazie all'ordine esecutivo 13769 firmato Trump: non potrà essere presente alla cerimonia degli Oscar di quest'anno, premio per il quale è candidato per il suo ultimo film The Salesman. Storia che si svolge nel giro di neppure 24 ore, e che parte da una relazione pressoché perfetta in una classe sociale tutto sommato non troppo abbiente, e che arriva ad un'altra praticamente rovinata, in una classe sociale che ha quasi tutto. Niente male.

Another fine example of writing and film direction, although here the script is co-written with his colleague Mani Haghighi, by Asghar Farhadi, the Iranian director now famous thanks to the Executive Order 13769, signed by President Trump: he won't be able to be present at the ceremony of the Oscar this year, the prize for which is a candidate for his latest film, "The Salesman". Story that takes place in the space of not even 24 hours, and that starts from an almost perfect relationship in a class all in all not too well-off, and come to another virtually ruined, in a social class that has almost everything. Not bad.

Nessun commento: