No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20170209

La tresca s'infittisce

The Affair - di Sarah Treem e Hagai Levi - Stagione 3 (10 episodi; Showtime) - 2016/2017

Sono passati tre anni. Noah se li è fatti tutti in prigione, ed è uscito da poco. Vive dalla sorella Nina (scusate se per una volta anticipo i commenti: Jennifer Esposito, uno spettacolo), cosa che il di lei marito non gradisce affatto. Non ha quasi più rapporti con i figli, mentre si nota che Helen prova ancora qualcosa per lui: lo si nota al funerale del padre dei Solloway. La situazione di Noah non sembra delle migliori: tutti i conoscenti e i parenti sono convinti che il padre sia morto a causa del suo comportamento, lui è quasi dipendente da pillole antidolorifiche per un dolore lancinante alla spalla, Nina odia che si sia fatto crescere la barba, ma nonostante tutto, ha un lavoro come insegnante in una discreta università, anche se è ancora in libertà vigilata, e deve incontrare regolarmente il suo ufficiale di riferimento. La situazione con la sorella e il marito si aggrava quando si conosce la notizia che il padre ha lasciato la sua casa a Noah, anziché alla sorella. Noah decide quindi di prendersi uno straccio di appartamento vicino all'università dove insegna. Ma si capisce che è paranoico: in ogni dove, vede una figura con un cappello da baseball.

Che vi devo dire: ho sentito molte lamentele su questa ultima stagione di The Affair, e pure io ho avuto a volte la sensazione che la storia stesse girando a vuoto. Eppure, non ho mai avuto dubbi, venuto in possesso dei nuovi episodi, a proposito della curiosità di vedere dove si andava a parare. Segno che, per i miei parametri, qualcosa di interessante c'è ancora. Non vi so dire bene cosa, ma ci posso provare. Sono d'accordo con chi ha scritto, o detto, che The Affair è una storia sulle scelte. Che quelle dei protagonisti siano sempre tutte sbagliate, è umano. Siccome pure noi siamo umani, è un po' come ci guardassimo allo specchio. E ci incuriosisce vedere come uno o più umani possano continuare a sbagliare.
New entry nel cast un imbolsito (ma efficace) Brendan Fraser, ed una sempre splendida Irène Jacob. La serie è stata rinnovata per una quarta stagione. E sono sicuro che, almeno io, continuerò a farmi del male.

What can I say: I heard a lot of complaints on this last season of The Affair, and I also sometimes had the feeling that the story was turning in circles. Yet, I never had any doubts, come into possession of the new episodes, about the curiosity to see where it was going to end up. Means that, for my parameters, there is still something interesting. I can not tell exactly what, but I can try. I agree with those who wrote, or said, that The Affair is a story about the choices. That those of the protagonists are always all wrong, it is human. Since we are human as well, is a bit as we look in the mirror there. It intrigues us see how one or more human can continue to make mistakes.

New entry in the cast a flabby (but effective) Brendan Fraser, and an always beautiful Irene Jacob. The series has been renewed for a fourth season. And I'm sure, at least I do, I will continue to hurt me.

Nessun commento: