No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20170802

Lacrime su nastro

Tears on Tape - HIM (2013)

Qualche sera fa, cazzeggiando su Youtube, mi sono venuti in mente i finlandesi HIM, che molti anni fa mi erano piaciuti (Your Sweet 666 e Join Me in Death sono due pezzi per me favolosi), e mi sono messo a cercare qualche notizia. Ed esce fuori che hanno deciso di sciogliersi alla fine di questo 2017, dopo un farewell tour (quante volte l'ho sentita questa...). Dunque, questo Tears on Tape del 2013 potrebbe rimanere il loro ultimo disco. Parliamone.
Fondamentalmente, gli HIM sono il risultato di un gruppo di musicisti che hanno molto amato i Black Sabbath (quanti ce ne sono?), il dark/gothic, i Kiss e i Type O Negative, e sono piuttosto romantici. I riff di chitarra di Linde Lindstrom (volete saperne una gustosissima: è stato fidanzato per circa tre anni con la figlia di Tony Iommi!) sono rocciosi e davvero belli, per quanto già sentiti, e Ville Valo, il cantante che sembra un incrocio tra Johnny Depp e Brandon Lee ne Il Corvo, che ha un'estensione vocale pazzesca ma predilige i toni bassi, hanno caratterizzato la band sin dagli inizi, autoproclamandosi autori del genere love metal, che effettivamente ben definisce e circoscrive i loro pezzi. Ora, in questo disco si respira il già sentito (Drawn & Quartered sembra una cover di Join Me, per dirne una), ma il tiro c'è ancora, e qualche pezzo lascia il segno (Tears on Tape, Into the Night, Hearts at War), seppure nel complesso non sia un disco indimenticabile, troppi riempitivi. Nelle varie edizioni deluxe, a seguire, una specie greatest hits live in studio: è presente una buona versione di Join Me (come forse qualcuno di voi già saprà, ai tempi dell'uscita del singolo, "in Death" fu tolto perché non permesso in USA). 



A few nights ago, crawling on Youtube, I came to my mind the Finnish HIM, which many years ago I liked ("Your Sweet 666" and "Join me in Death" are two fabulous tracks to me), and then, I've been looking for some news. And it comes out that they decided to disband at the end of this 2017, after a farewell tour (how many times have I heard this...). So this "Tears on Tape" (2013) may remain their last record. Let's talk about it.
Basically, HIM are the result of a group of musicians who have loved Black Sabbath (how many, isn't it?), Dark/Gothic, Kiss and Type O Negative, and are rather romantic. Linde Lindstrom's guitar riffs (listen to this: he's been engaged for about three years with Tony Iommi's daughter!) are rocky and really beautiful, also if already heard, and Ville Valo, the singer who looks like a mix between Johnny Depp and Brandon Lee in "The Crow", which has a crazy big vocal extension but prefer low tones, have characterized the band from the very beginning, self-proclaimed authors of the genre "love metal", which effectively defines and circumscribes their tracks. Now, in this record you breathe the already heard, but the grip is still there, and a few tracks can leave the mark ("Tears on Tape", "Into the Night", "Hearts at War"), although it is not an unforgettable record, too many fillers. In the various deluxe editions, a sort of a greatest hits live in the studio: you can find in it a good version of "Join Me" (as some of you already know, at the time of the release, "in Death" was removed because it wasn't allowed in the USA).

Nessun commento: