No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20170804

Vecchi terrori

Older Terrors - Esben and the Witch (2016)

Ed eccoci ad un'altra band che probabilmente non avrei mai conosciuto se non per una segnalazione: Esben and the Witch, inglesi da Brighton, così chiamati dall'omonima fiaba danese. Formatisi nel 2008, sono qui al loro quarto lavoro; sono un terzetto formato da Rachel Davies al basso e voce, Thomas Fisher alla chitarra, e Daniel Copeman alla batteria e agli effetti elettronici. Personalmente, li inserisco nel calderone dello shoegaze metal, seppure capisca che vengono da un uso dell'elettronica che stanno lentamente riducendo, e che, anche per le tematiche e l'iconografia, possano essere definiti anche vagamente gothic. La voce di Rachel è molto bella ed evocativa, e ci si mette un poco a farla "incastrare" nella parti rumorose, ma alla fine ripaga dello sforzo. Quattro pezzi tutti della durata superiore ai 10 minuti l'uno, che vi porteranno in un'altra dimensione. Interessanti.



And here we are to another band that I would probably never have known except for a reporting: Esben and the Witch, British from Brighton, so called by the Danish fairy tale. Formed in 2008, here at their fourth work; they are a trio formed by Rachel Davies on bass and voice, Thomas Fisher on guitar, and Daniel Copeman on drums and electronic effects. Personally, I insert them into the shoegaze metal cauldron, though I understood that they are coming from the use of electronics that they are slowly reducing, and that, even for themes of the lyrics and the iconography, they can be even vaguely classified as gothic. Rachel's voice is very beautiful and evocative, and it takes a little bit, to the listener, to fit it in the noisy parts, but at last she repays the effort. Four tracks all of which last longer than 10 minutes, which will take you to another dimension. Interesting.

Nessun commento: