No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20140825

resurrezione

Resurrection - di Aaron Zelman - Stagione 1 (8 episodi; ABC) - 2014


Cina. Una risaia qualunque. Oggi. Un bambino statunitense di otto anni, che scopriremo chiamarsi Jacob Langston, si sveglia di soprassalto. Il bambino è spaesato, sembra non capire dov'è e perché è lì. Un paio di abitanti del villaggio lì vicino realizzano tutto ciò mentre Jacob cammina senza meta. Il bambino arriva all'ambasciata, e di lì viene rimpatriato. Ma continua a non parlare. All'aeroporto d'arrivo, viene "assegnato" all'agente dell'immigrazione J. Martin Bellamy, che cerca di instaurare un minimo di rapporto per capire da dove viene. Sempre senza aprire bocca, Jacob fa capire a Bellamy che viene da Arcadia, Missouri. Ed è lì che i due si dirigono, nonostante in realtà non sarebbe compito dell'agente. Sempre contravvenendo alle regole, Bellamy arriva ad Arcadia, e rintraccia i genitori di Jacob. E scopre che in realtà sono due ultra-sessantenni, e che Jacob è morto annegato in un torrente vicino casa. E' stato seppellito trentadue anni fa. Di lì a poco, non sarà l'unica stranezza, ad Arcadia, Missouri...

Se anche solo leggendo queste righe siete stati colti da un senso di déjà vu, sappiate che mi son messo a seguire questa serie senza sapere quasi niente, ed è stata la stessa (sensazione) che ho avuto io durante i primi episodi. Pensavo di stare assistendo al remake statunitense di Les Revenants. E invece non è così. Resurrection è basato sul libro The Returned di Jason Mott, e quindi in partenza non ha niente a che fare con Les Revenants; in realtà le similitudini sono molte, seppure le due serie si "distanzino" con il divenire degli episodi. Naturalmente qua siamo di fronte ad una produzione statunitense, con tutti i pregi e i difetti che chi è appassionato si può immaginare. Non ci sono grandi stelle nel cast, ma buoni caratteristi (probabilmente il più noto è Omar Epps - l'agente Bellamy, già in House, oltre ai navigati e visti più volte Frances Fischer - Lucille Langston - e Kurtwood Smith - Henry Langston - qui nei panni dei genitori del primo "risorto" Jacob Langston), non è una serie che cerca, come dire, il gol facile, non vuole stupire a tutti i costi, e alla fine, questa cosa ha pagato: era da Desperate Housewives che uno show della domenica sera su ABC non riscuoteva un successo del genere. La serie ha trovato proseliti anche da noi: non un capolavoro, ma apprezzabile. E' stata prontamente rinnovata per una seconda stagione di 13 episodi, che partirà il prossimo 28 settembre.

Nessun commento: