No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20160830

L'origine delle feci

The Origin of the Feces - Type O Negative (1992)

Visto che sono in un momento in cui mi viene comodo parlare soprattutto di musica, oggi vi parlerò di una band che è stata probabilmente sottovalutata, e alla quale, personalmente, ho girato sempre attorno senza mai far sbocciare l'amore, e quindi senza mai approfondirne la conoscenza. La scelta del disco è abbastanza casuale, tanto che non avevo idea, inizialmente, che fosse un finto live, e che molti dei pezzi in scaletta fossero dei nuovi arrangiamenti di alcuni pezzi del loro debutto Slow, Deep and Hard, dell'anno precedente. La band è sempre stata caratterizzata dalla personalità spiccata, poliedrica, decadente, romantica e al tempo stesso oltraggiosa, del bassista/cantante Peter Steele (all'anagrafe Petrus Thomas Ratajczyk). 2 metri e 03 di genialità e problematiche, ha militato in altre band prima di fondare i Type O Negative insieme agli amici di infanzia Josh Silver (tastiere), Kenny Hickey (chitarra), e Sal Abruscato (batteria; ha poi lasciato la band attorno al 1994, sostituito da Johnny Kelly). Steele, oltre ad aver lavorato per la New York City Department of Parks and Recreation come tuttofare, ha sofferto di fobia da palco (che a suo dire superava bevendo), ha abusato di droghe, è stato in carcere per un breve periodo, ha sofferto di depressione ed è stato ricoverato per paranoia e si è dichiarato bipolare. 
Per tornare alla musica, tutto ciò si sente forte nella musica dei TON, e questo finto live è un ottimo disco per avvicinarsi alla band. Tra l'altro, il culo della copertina, censurata nella riedizione di due anni dopo, è quello dello stesso Steele.
Il pezzo di apertura, I Know You're Fucking Someone Else è Unsuccessfully Coping with the Natural Beauty of Infidelity, Gravity è Gravitational Constant: G = 6,67 x 10-8 cm-3 gm-1 sec-2, Pain è Prelude to Agony, Kill You Tonight è Xero Tolerance, tutte, come detto, già contenute in Slow, Deep and Hard. Poi c'è Are You Afraid, un pezzo fino a quel momento eseguito solo dal vivo, due cover che inaugurano lo stile tipico dei TON, e cioè il riadattamento in chiave gothic, ma anche dello stravolgimento dei pezzi stessi (Hey Pete è Hey Joe - di Billy Roberts, resa come sapete famosa da Jimi Hendrix - con riferimento ovviamente a Steele, e c'è Paranoid dei Sabbath, che però contiene anche il riff di Iron Man), e un reprise di Kill You Tonight, che contiene un campione di A Day in the Life dei Beatles, pagando così il dazio alle due band preferite da Steele (Black Sabbath e Beatles).
Da seguire i testi, disturbanti, disturbati, narranti di amori traditi, gelosie, stalkerismo, desideri di suicidio, serial killer. La musica è potente, influenzata non solo dalle storiche band già citate ma pure da un certo tipo di punk rock, anticipante la deriva industrial del metal come pure un certo tipo di symphonic metal tramite i tappeti di tastiera. La voce baritonale di Steele è senza dubbio un valore aggiunto sexy e distintivo.
Per dire proprio tutto, Peter Steele è morto il 14 aprile del 2010 a 48 anni, ufficialmente per un'aneurisma aortico. Qualcuno insinua che la famiglia abbia voluto mascherarne il suicidio. I compagni di band hanno dichiarato che i Type O Negative sono morti con lui, ed hanno proseguito per altre strade. L'anno seguente, è stata piantata una quercia in suo onore, in Prospect Park, Brooklyn.


Since I'm in a time when I am comfortable talking mostly about music, today I'll talk about a band that has been underestimated, and to which, personally, I have always turned around and for which love never bloomed, and then never deepened their knowledge. The choice of the album is pretty random, so much so that I had no idea at first that it was a fake live, and that many of the pieces in the tracklist were new arrangements of some songs from their debut "Slow, Deep and Hard", of an year earlier. The band has always been characterized by strong personality, multifaceted, decadent, romantic, yet outrageous, of the bassist / vocalist Peter Steele (born Petrus Thomas Ratajczyk). 2 meters and 03 of brilliance and problems, has played in other bands before founding the Type O Negative together with childhood friends Josh Silver (keyboards), Kenny Hickey (guitar), and Sal Abruscato (drums; he then left the band around 1994, replaced by Johnny Kelly). Steele, as well as having worked for the New York City Department of Parks and Recreation as a handyman, has suffered from stage fright (which he said he won only by drinking), he abused drugs, has been in prison for a short time, he has suffered from depression and he was hospitalized for paranoia and pleaded bipolar.
To return to the music, all those things feels strong in the TON of music, and this fake live is a great drive to get close to the band. Among other things, the ass of the cover, censored in the reissue of two years later, is the Steele's ass.
The opening track, "I Know You're Fucking Someone Else" is "Unsuccessfully Coping with the Natural Beauty of Infidelity", "Gravity" is "Gravitational Constant: G = 6.67 x 10-8 cm-3 gm-1 sec-2", "Pain" is "Prelude to Agony", "Kill You Tonight" is "Xero Tolerance", all, as mentioned, already contained in "Slow, Deep and Hard". Then there's "Are You Afraid", a piece so far performed only live, two covers to inaugurate a typical TON trend, and that is the readjustment in gothic key, but also the manipulation of the pieces themselves ("Hey Pete" is "Hey Joe" - by Billy Roberts, as you know, made famous by Jimi Hendrix - of course up to Steele, and there is "Paranoid" from Black Sabbath, but also contains the "Iron Man" riff), and a reprise of "Kill You Tonight", which contains a sample of "A Day in the Life" of the Beatles, so paying the duty at the two favorite bands of Steele (Black Sabbath and the Beatles, indeed).
To follow the lyrics, disturbing, disturbed, narrating of betrayed love, jealousy, stalkerism, desires of suicide, serial killer. The music is powerful, influenced not only by the historical band already mentioned but also by a certain type of punk rock, anticipating the drift of the industrial metal, as well as a certain type of symphonic metal via the keyboard carpets. The voice of baritone of Steele is undoubtedly an added value and distinctive sexy.
To say it all, Peter Steele died on April 14 in 2010 at 48, officially for aortic aneurysm. Someone insinuates that the family wanted to disguise suicide. The bandmates have stated that Type O Negative died with him, and continued to other paths. The following year, an oak tree in his honor, in Prospect Park, Brooklyn, has been planted.

2 commenti:

monty ha detto...

Che te lo dico a fare, apprezzo molto questi ripescaggi.

jumbolo ha detto...

penso molto a te quando li faccio. ormai la nostra è una bromance a distanza, conclamata.