No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20081128

serie


Sono contento che anche il mio co-blogger abbia delle "fisse" televisive. Del resto, i serial rappresentano la nuova frontiera dell'arte visiva.

Mi sto portando avanti col lavoro, e vi voglio aggiornare un po'. Non svelo troppo, perchè non vi voglio togliere la soddisfazione di scoprire nuovi sviluppi e nuove trame; se però volete parlarne, sono a vostra disposizione.


Dunque:


Weeds - Sto guardando la quarta serie, terminato l'episodio 6. Negli USA è terminata la quarta serie con 13 episodi. I'm in.

Dexter - Sono alla terza serie, episodio 4. Ci ho fatto anche un piantino (Yes, we will marry you). Sta andando in onda negli USA questa serie, siamo all'episodio 9.

My name is Earl - Ho terminato di vedere la terza serie. Sono in possesso dei primi 10 episodi della quarta, in onda adesso negli USA (lì siamo all'episodio 11). Hi crab man!

The Wire - Ho cominciato la serie 3, episodio 1. Purtroppo, non riesco a trovare gli episodi di questa serie sottotitolati in italiano. Me la sto guardando quindi, in inglese e doppiato in spagnolo, per vedere di capire quanto più possibile. E' dura, ma qualcuno lo deve fare.

Californication - Negli USA sta andando in onda la serie 2, il prossimo episodio, in onda domenica sera, sarà il 10 (e si intitolerà In Utero: inutile domandare perchè questa serie sia superiore. Nella colonna sonora di questo episodio sono previsti pure i Pearl Jam con Nothingman). Io sono all'episodio 5, Vaginatown. Strepitoso il 4, The Raw & The Cooked, con colpi di scena a ripetizione e un finale estremamente toccante sulle note di Freebird degli immarcescibili Lynyrd Skynyrd. Fuck!


Ma non mi sono accontentato. Mi sto accattando i primi 43 episodi (prima serie completa) di In Treatment, in barba alla raccomandazione dell'amico Monty. Vedremo com'è.


Nella foto, le due protagoniste femminili di Earl.

3 commenti:

Roberto ha detto...

A mio parere in deciso declino californication, crisi creativa degli seneggiatori? Non prevedo molte serie oltre la seconda.
Sono invece alla 41esima puntata di in treatment, gran godimento, Gabriel Byrne un mito, però sono di parte, essendo del mestiere!

jumbolo ha detto...

Non sono d'accordo su Californication, ma si evince dalle poche righe che ho scritto. I dialoghi sono superlativi. La trama sta evolvendo verso un qualcosa di sentimentale, almeno, al momento, ma il protagonista conserva il suo fascino. E' un loser, ma figo.

monty ha detto...

in treatment, finchè sono riuscito
a stargli dietro, l'ho trovato
molto buono