No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20070612

she's a politician


Avvertenza: il titolo del post è fuorviante. Si parla di politica ma non necessariamente al femminile, era solo per usare un titolo di una canzone di una band a me cara.


Detto questo: sabato scorso, durante la visita di George W. Bush a Roma, le due manifestazioni delle due sinistre a sinistra del centro-sinistra, hanno dimostrato che chi si definisce ancora di sinistra si è rotto veramente i coglioni e vuole una politica veramente di sinistra. Punto. Non c'è altro da aggiungere, non c'è da arrampicarsi sugli specchi come fa Giordano o altri dell'area sinistra-sinistra.


Poi: avete presente Gustavo Selva (nella foto)? E' un esponente di AN, un fascio educato, un signore che quando andava in tv appariva sempre calmo, mai prevaricante, un vero signore, uno di quelli che ti faceva pensare "cavolo, se fossero tutti così non sarebbe poi male la destra vera". Ecco, sapete cosa ha fatto no? Siccome faceva tardi in tv, ha fermato un ambulanza e ha costretto l'equipaggio ad accendere le sirene e a portarlo dove doveva andare.


Ma non vorrei sembrare di parte: le intercettazioni degli esponenti dei DS a proposito di Unipol mi dimostrano che ho bisogno di qualcosa e di qualcun'altro in cui credere. Sia chiaro, il verbo credere va inteso in versione light, non è che cerchi un guru o roba del genere. Cerco solo qualcuno che si ricordi che fare politica è fare l'interesse della comunità. Punto.

1 commento:

cipo ha detto...

magari tu avessi ragione! purtroppo, oggi fare politica è fare l'interesse dei politici e dei gruppi di potere a loro collegati....