No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20080428

io riprendo


Riprendimi - di Anna Negri 2008


Due amici, appassionati di cinema e vogliosi di sfondare facendo qualcosa di particolare, decidono di riprendere una coppia di altri amici, entrambi precari nel mondo dello spettacolo. Lui, Giovanni, attore di fiction e di teatro, lei, Lucia, montatrice. Hanno avuto da poco un bambino, sembrano una coppia affiatata e felice. E invece, all'improvviso, Giovanni ha una crisi d'identità e se ne va, lasciando la compagna e il bambino, trovandosi subito un'altra donna. Il fonico e il cameraman decidono di munirsi entrambi di telecamera e continuano a riprendere i due, in preda al distacco e alla ricostruzione di una vita.


Idea interessante, svolgimento pessimo. Potremmo riassumere così, brevissimamente, questo Riprendimi, opera seconda di Anna Negri, passato, pare non inosservato, al Sundance. L'idea è un mockumentary (finto documentario), con la regista che riprende i due che riprendono (interessante, si, ma macchinosa e, a parere di chi scrive, poco spontanea) i due precari, nel lavoro e in amore. Nonostante le premesse (e la notevole spinta pubblicitaria), e anche vista la durata relativamente breve del lavoro, il film annoia abbastanza.

Detto del lavoro di regia, più macchinoso che virtuosistico, la fotografia è sciatta, gli attori sono mal diretti (la Rohrwacher, attualmente in qualsiasi film italiano sullo schermo o quasi, comincia già a stancare con quella vocina, Foschi, che tanto ci era piaciuto in Fame chimica, qui è vittima di un copione assurdo e di dialoghi osceni; si salva a malapena la Lodovini, già vista e apprezzata ne La giusta distanza), la sceneggiatura latita e ristagna, i dialoghi, come già accennato, sono a tratti imbarazzanti. Bocciato.


Giudizio sintetico: da evitare

2 commenti:

giulia ha detto...

condivido in pieno...film terribile,mal fatto,sceneggiatura inesistente,dialoghi fritti e rifritti,gli attori mi sono sembrati,salvo rare eccezioni e salvo qualche scena in qua e in là,davvero incapaci...la Rohrwacher in primis(vedi anche le tre amiche di lei).
All'inizio non avevo neanche riconosciuto in Foschi l'attore di Fame Chimica...qui sembra più preso dal mostrare l'addominale che dal recitare...

jumbolo ha detto...

mamma mia le tre amiche TERIBBILI!!!