No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20071027

l'angolo di Alessio


E' già qualche tempo che non scrivo niente su mio nipote; l'idea che mi è venuta giorni fa sarebbe quella di affidargli una specie di "rubrica" all'interno di questo blog, non appena sarà in grado di padroneggiare lo strumento informatico, la lingua scritta e il pensiero. Questione di anni, quindi rimanete sintonizzati.


Questa mattina come ogni sabato è arrivato con mia sorella poco prima delle 9,00; ci eravamo visti anche ieri sera, a cena fuori con tutta la famiglia. Mi ha mostrato un paio di automobiline nuove, dopo di che siamo usciti. Abbiamo comprato un po' di schiacciata (focaccia per gli extra-toscani) e poi i giornali. Poi ho avuto una pensata, visto che non avevo fatto ancora colazione: andiamo al bar di una coppia di amici, così che se Alessio ha voglia di mangiare la schiacciata me la posso far scaldare anche lì. Non ce n'è stato bisogno: io cappuccio e due "pezzi dolci" (briosche o paste per gli extra-toscani), lui un caffè d'orzo in tazza grande. Sfortunatamente ci siamo messi ad un tavolino sotto ad un contenitore di cioccolatini, e alla fine ho dovuto prendergliene un po'. Sono riuscito a convincerlo a non mangiarne subito una decina, poi ho avuto fortuna che se li è messi in tasca e dopo un paio d'ore se li è ritrovati tutti sciolti in tasca e li abbiamo buttati. A casa quindi ci siamo messi alla visione dei soliti episodi di Winnie the Pooh che ormai io conosco a memoria. Io dormicchiavo sul divano e lui era attentissimo sulla poltrona, ogni tanto mi faceva delle domande sulla trama e io a occhi chiusi rispondevo, conoscendo ormai a memoria ogni risvolto dei 10-12 episodi che ho su dvx.

Verso le 12,00, la svolta. Vedo che si annoia e chiede di mamma. Mia sorella mi aveva appena mandato un sms dove mi diceva che ne avrebbe avuto ancora per un'ora circa. A quel punto, ci provo. Domando a mio nipote se gli andava di guardare un altro cartone. Di solito non si sposta dalle sue convinzioni, ma stavolta ha detto di si. Ho messo nel lettore un dischetto dove ho diversi cartoni considerati benissimo dalla critica, ma che io devo ancora vedere. Prima ho provato con Appuntamento a Belleville, ma lui ha detto che non gli piaceva, quindi ho premuto a caso l'avanzamento di una traccia e ho aspettato quello che veniva. E' cominciato La Principessa Mononoke, un capolavoro di Miyazaki, e nonostante l'inizio sia cupo e ci sia subito un mostro che si rivela essere un demone-cinghiale, ho assistito ad una scena alla quale pensavo avrei avuto la fortuna di assistere solo tra qualche anno: mio nipote per almeno 15-20 minuti è rimasto senza parole, completamente rapito da una storia d'altri tempi, anche violenta, ma piena di fascino. Dopo quasi mezz'ora è arrivata mia sorella, ed è accaduto un fatto strano. Siamo stati 5 minuti tutti e tre a guardare il film che continuava, e poi vista l'ora siamo stati costretti ad intavolare una trattativa. Mio nipote non voleva smettere di guardare il film. Mia sorella doveva fare la spesa, io volevo mangiare e andare a dormire, e Alessio voleva andare con la mamma ma non voleva mollare Miyazaki.

Alla fine la mia diplomazia ha prevalso: gli ho dato il dischetto e mia sorella gli ha promesso che lo avrebbe finito di guardare a casa.


Non vedo l'ora di leggere, quando sarà tempo, le sue prime recensioni cinematografiche.

7 commenti:

remyna ha detto...

;)... tutto zietto! grande film! grande nipote e furbo lo zio che educa un buon pubblico! bravo!

cipo ha detto...

..quando nel post hai detto "a quel punto, ci provo..." per un attimo ho pensato 'azzo Ale gli ha fatto vedere Supervixens... Phew!

Tanto poi quando ha l'età se lo guarda da se'.....

jumbolo ha detto...

:)

Anonimo ha detto...

mia nipote ha qualche anno in più del tuo, però è stato bello vederla fare storie perchè non voleva smettere di guardare "porco rosso" di myazaki.

nonostante il film sia in giapponese con sottotitoli in italiano....

jumbolo ha detto...

non è la prima volta che mi citi questo titolo, me lo devo scaricare.

Anonimo ha detto...

come hai fatto a sapere che sono io, se mi sono dimenticato di firmare?

m.

dan ha detto...

te l'avevo citato io, nei briai.
perchè secondo me, ma vedo che m. approva, è tra i più indicati per
il popolo dei piccoli.
Mi rispondesti che pensavi fosse troppo presto. felice che Alessio t'abbia smentito.