No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence.

20090808

the album


Wilco (The Album) - Wilco


In You Never Know, addirittura, sembrano i Beatles. Di sicuro, l'etichetta folk o qualsiasi cosa del genere, sta stretto ai Wilco, questo è poco ma sicuro.

Nessuno nega che i Wilco siano bravi, siano eccezionali negli arrangiamenti, superbi nella rifinitura dei pezzi e che scrivano delle discrete canzoni. Addirittura, sono sicuramente dei compagni, per cui hanno tutto quello che serve per starmi simpatici. Eppure, non sono mai riusciti ad emozionarmi. Mai. E non ci riescono neppure questa volta. La loro musica mi scorre addosso come se fossi impermeabile. Riescono a sterilizzare tutto, perfino, e sono sicuro che hanno provato questa come una sorta di arma finale per far breccia nel mio cuoricino, un duetto con la grandissima (metaforicamente) Feist in You And I. La ascolto, la ascolto, e non riesco a dire altro che "cazzo, ma perchè quell'antipatico di Jeff Tweedy non chiude quella bocca!", e mi lascia sentire Feist?

Diamine, sono così "leccati"...riascoltate You Never Know...oppure Deeper Down, Bull Black Nova, o anche I'll Fight, per non parlare della enfatizzatissima conclusione con Everlasting Everything: tutte quelle tastiere, tutti quegli armonici di chitarra, quei suoni levigati...troppo, troppo ricercati, eccessivamente studiati. Non so, mi pare che neppure i pessimi Death Cab For Cutie, tra le nuove generazioni, abbiano saputo fare peggio.

(Per me) Insopportabili.