No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20101205

Gori vatra


Benvenuto Mr. President - di Pjer Zalica 2004


Giudizio sintetico: si può vedere (3/5)

Giudizio vernacolare: ganzetto


Ecco un ottimo esempio di come un trailer possa essere fuorviante.


Tesanj, Bosnia-Erzegovina; la guerra si è appena conclusa, le ferite ancora aperte, i vari gruppi etnici si odiano, ma sono costretti dagli accordi di Dayton a convivere e, nello specifico, dalla imminente visita di Clinton, allora presidente USA, proprio a Tesanj, a "stringere" i loro rapporti.


Il trailer lo presenta come un film divertente e stramplalato (ormai un classico balcanico), invece questo "piccolo" film, anche se a tratti diverte molto ed offre ottime e taglienti battute, risulta un convincente spaccato della realtà bosniaca del '95, con un tocco amaro ma mai patetico. Certo, c'è del surrealismo, ma il risultato è piuttosto personale; si incrociano e si affiancano parecchi personaggi e le loro storie, alcune ben definite, altre appena accennate, ma tutte quante ottimamente disegnate sullo schermo. E l'incredulità per quella sanguinosa guerra, a noi così vicina, si riesce a sentire perfino nel tocco del regista che, evidentemente, ne sa più di noi.


Molto interessante.

Nessun commento: