No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20101110

where the truth lies...




Mad Men - di Matthew Weiner - Stagione 4 (13 episodi; AMC) - 2010




Se la quarta stagione dell'ormai serial di culto Mad Men non raggiunge gli apici toccati con la terza, è giusto dirlo, le storie dei pubblicitari di Madison Avenue (per l'ennesima volta, ecco spiegato il titolo della serie, Mad sta per il nome della Avenue che rappresenta il "mondo" degli advertising men) rimangono di alto livello per sceneggiatura e realizzazione. Ogni volta, ogni episodio, anche se è sempre la stessa, mi colpisce la fotografia, esagerata e pastosa, con colori più che accesi, quando si vuole sottolineare l'arredamento modernista, soprattutto degli uffici (quello di Roger Sterling è l'esempio perfetto), con abbondanza di ombre quando invece si entra nelle case dei personaggi più complessi (Don Draper, Peggy Olson, Betty Draper, Joan Harris). Qui si entra nel valore aggiunto di Mad Men, soprattutto nel caso dell'assoluto protagonista della serie.


Donald "Don" Draper, in realtà Richard "Dick" Whitman, interpretato da un sempre più convincente Jon Hamm (che in realtà avrà il problema di "uscire" dall'immaginario collettivo per questo personaggio, se vorrà avere una carriera al di fuori di Mad Men), è uno dei personaggi più complessi che io riesca a ricordare, e chi si appassiona o si appassionerà alla serie, faticherà non poco ad andare oltre. A proposito di personaggi complessi e di grandi interpretazioni, non so se ha impressionato solo me, ma Kiernan Shipka, che veste i panni di Sally, la figlia più grande di Don e Betty, 10 anni (11 proprio oggi!) all'epoca della quarta stagione, è realmente impressionante, e sta creando, naturalmente insieme agli sceneggiatori, un personaggio interessantissimo, seppur ancora abbastanza marginale, ma in crescita anche a livello di minutaggio.


Continuo a pensare che Mad Men sia, per la civiltà occidentale tutta, uno specchio sul passato. Come già sostenuto da me, un come eravamo per capire perchè siamo diventati come siamo adesso.


Nel 2011 la quinta stagione.

Nessun commento: