No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20101104

down in New Orleans


Treme - di David Simon e Eric Overmyer - Stagione 1 (10 episodi; Blown Deadline Productions per HBO) - 2010

Ancora una volta, quello che avevo letto era realtà. Treme, la nuova creatura di David Simon (The Wire, Generation Kill), spacca. Di brutto.
Chi dovrebbe vederla. Chi ama la musica. In senso lato, ma anche no. Treme è pieno di musica, è fatto di musica. Chi pensa che solo in Italia accadono cose come quelle tipo il terremoto de L'Aquila.
Mi spiego meglio. Tremé è il nome di uno dei quartieri più antichi, più caratteristici, probabilmente più poveri, di New Orleans; è anche uno dei quartieri che ha subito più danni, uno di quelli in cui molte persone non sono ancora tornate. Le vicende si svolgono tre mesi dopo l'uragano Katrina, che ha devastato la città.
Treme è un grido di dolore, una denuncia, un atto sovversivo. Al tempo stesso, è un inno alla vita, alla joie de vivre, al divertimento, alla buona cucina, e alle tradizioni. E' buffo, ma anche sulle tradizioni noi avremmo da imparare. Anche dagli statunitensi.

E' grande, grandissima televisione, ma potrebbe tranquillamente essere grande cinema. Non tanto per le direzioni, comunque sempre interessanti, quanto per il montaggio ma soprattutto, ovviamente, per la sceneggiatura. E' come vedere un lunghissimo film corale, con i protagonisti, che qui sono tanti, tutti veramente protagonisti. E' vero che la televisione, una serie in particolare, ti permette senza dubbio di approfondire più personaggi, ma ce n'è sempre qualcuno che "tira avanti" la storia. Qui no. Qui sono veramente tutti protagonisti, la città ancora sottosopra in primis. E poi ci sono loro: la barista Ladonna (Khandi Alexander, E.R., CSI Miami, una 53enne così sexy non la trovate spesso), Delmond (Rob Brown, era il Jamal di Scoprendo Forrester) e Albert (Clarke Peters, già in The Wire) Lambreaux, il primo figlio jazzista del secondo, il secondo Big Chief del Mardi Gras, la cuoca Janette (Kim Dickens), Sonny e Annie (Michiel Huisman e Lucia Micarelli, entrambi realmente musicisti, solo il primo con esperienze recitative), l'avvocatessa Toni (Melissa Leo, un'attrice straordinaria, vi dico solo Frozen River, 21 grammi, Le tre sepolture) e suo marito, il professor Creighton Bernette (John Goodman, per gli amici Walter Sobchak), il trombonista sempre in cerca di gig per tirare avanti Antoine Batiste (Wendell Pierce, già in The Wire), il dj radiofonico e musicista Davis McAlary (Steve Zahn, ottimo caratterista dalla spiccata vena comica, Giovani carini e disoccupati, straordinario in Happy, Texas, di recente in Sunshine Cleaning), tutti con una storia, che spesso si intreccia con la storia di uno degli altri, tutti con un rapporto di amore/odio profondo e squassante con la città.

Come detto, c'è dentro di tutto. Feroce critica alla burocrazia e alle promesse della politica, semplici storie di vita, e uno smisurato amore per la musica. Fin dagli opening credits iniziali, a seguire con i moltissimi spezzoni di concerti durante gli episodi, i musicisti di strada, le comparsate di musicisti anche di alto livello (potrei elencarveli, ma scopriteli da soli), le brass band, i funerali in musica, il carnevale, come pure la musica alla radio o nei bar. Bellissimo, credetemi. Bellissimo. La prossima stagione comincia nella primavera del 2011. I'm looking forward.

Gli opening credits, canzone di John Boutté.




7 commenti:

mazza ha detto...

si trova in italiano o solo sottotitolato?

jumbolo ha detto...

non so. credo non ci sia doppiato, per il fatto che non è ancora stato "passato" in italia. non ho letto neppure di qualche interessamento da parte di qualche rete italiana.

effemmeffe ha detto...

I sottotitoli esistono, si trovano su addic7ed. Consigli anche la lettura di http://www.nola.com/treme-hbo/

Anonimo ha detto...

grazie effemmeffe

bruzz

jumbolo ha detto...

Ringrazio anch'io effemmeffe, anche se la domanda di mazza non era se e dove erano i sottotitoli. Bruzz, non essere timido: se hai una domanda falla! :))
Ciao e grazie a tutti, anche della dritta sul sito, do un'occhiata.

Anonimo ha detto...

su friendfeed avevo chiesto a qualcuno se esistevano i sub della serie. ho linkato li' il tuo post. e effemmeffe mi ha risposto li' e anche qui.
;-))
Non conoscevo sta serie.
A presto.
bruzz

jumbolo ha detto...

Ah ecco ecco. Sorry. Si anche io naturalmente l'ho vista con quei sub lì. Quindi grazie ancora!