No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20101022

arca


Ark - Brendan Perry (2010)


Brendan Perry, per chi non lo sapesse ex Dead Can Dance, torna ad incidere a distanza di 11 anni dal suo ultimo lavoro Eye Of The Hunter del 1999.

Polistrumentista e cantante, nato a Londra nel 1959, emigrato con la famiglia (di origini irlandesi) in Nuova Zelanda prima, e in Australia poi, quando già era musicista, residente in Irlanda adesso, Perry attraversa molti e differenti stili musicali, dal punk rock al gothic, dalla world music al rock con tanto di orchestra; questo Ark, tutto composto e suonato da solo, con l'aiuto di macchine, risulta arioso e intenso, tribale e maestoso. La voce è solenne, qualcuno l'ha paragonato a un sacerdote laico, l'orchestra sembra vera. Ritmi africano-arabeggianti, elettronico quanto basta, incedere lento, classe cristallina.

Un ascolto interessante, fuori dai generi.

Nessun commento: