No pain. The world is a wonderful whisper for those who can listen, if necessary in silence. (jumbolo)

20101029

ripercorrere


Re-Traced - Cynic (2010)


Questo EP degli statunitensi, pubblicato nel maggio di questo anno, sembra segnare una decisa svolta rispetto al passato, svolta che già si intuiva col precedente Traced In Air. E' un po' il destino delle band estremamente tecniche, evolversi e lasciare il genere dal quale partono, soprattutto se questo è death metal. La curiosità è che 4 dei 5 pezzi contenuti sul disco sono rivisitazioni di 4 pezzi già presenti sul disco precedente, e vanno decisamente verso un suono pulito, leggero in senso buono, quasi etereo. Si tratta di Space (era The Space For This), Evolutionary (Evolutionary Sleeper), King (King Of Those Who Know) e Integral (Integral Birth), corroborate dal bell'inedito Wheels Within Wheels.

Vedremo nel prossimo futuro quali frutti potrà dare questa strana commistione di jazz fusion con echi di death metal, ma tenete presente che siamo più dalle parti degli Incubus che da quelle degli Shining. Anche se i Cynic, a mio parere, sono più originali della band di Brandon Boyd

Nessun commento: